Bradl ancora al posto di Marquez tra malcontento e polemiche

Stefan Bradl sostituirà Marc Marquez per le prime due gare di Losail e c’è chi non vede di buon occhio il doppio ruolo del tedesco, affermando che l’essere collaudatore e sostituto possa aver creato dei vantaggi a Honda rispetto agli altri costruttori.

Bradl ancora al posto di Marquez tra malcontento e polemiche

Lo aveva dichiarato lo stesso Stefan Bradl, ma ora arriva la conferma ufficiale: sarà il pilota tedesco a sostituire Marc Marquez nelle due gare di Losail, la prima delle quali verrà disputata questo fine settimana. L’otto volte campione del mondo aveva già annunciato nella giornata di lunedì di posticipare ancora il rientro in pista e salterà così i primi due appuntamenti della stagione.

Il forfait di Marquez è arrivato come un fulmine a ciel sereno, dato che la stessa HRC aveva inserito il nome dello spagnolo nella entry list della prima gara e nei giorni scorsi lo stesso pilota era sceso in pista a Barcellona prima e a Portimao poi per testare la sua forma fisica su una RC213V-S. Questo avrebbe lasciato fuori Bradl, che invece prosegue di fatto come sostituto, ruolo che ricopre ormai dallo scorso Gran Premio della Repubblica Ceca.

Il tedesco, che è in Honda in veste di collaudatore, ha avuto un inverno impegnativo, in cui ha provato la Honda in qualità di tester scendendo però in pista anche nei test collettivi in cui erano presenti i piloti ufficiali, andati in scena sempre a Losail. La piena attività di Bradl ha suscitato qualche malcontento tra gli avversari, che vedevano nei chilometri accumulati dal pilota un vantaggio. Da regolamento infatti, negli shakedown non è consentita la partecipazione dei titolari, che hanno giorni di prove limitati in sella ai prototipi che porteranno in gara.

KTM e Yamaha Petronas erano stati i team portavoce del malcontento circa il doppio ruolo ricoperto da Bradl in questi ultimi mesi. Secondo loro infatti, i molti test svolti dal pilota potrebbero rappresentare un vantaggio ulteriore, che paragonano addirittura al possedere le concessioni. “HRC ha potuto svolgere dei test come avrebbe fatto un team con le concessioni e questo è ingiusto per gli altri costruttori. Discuteremo sul fatto che un collaudatore potrà sostituire un pilota al massimo tre o quattro volte in una stagione”, aveva affermato Pit Beirer. Gli aveva fatto eco Johan Stigefelt, Team Director di Petronas: “Durante l’inverno ha disputato diverse giornate di test e di questa cosa ne parleremo”.

Bisognerà attendere anche un po’ dunque prima di ritrovare in pista Marc Marquez, il cui controllo medico è fissato per il 12 aprile. Questo di fatto gli impedisce di schierarsi in griglia di partenza per entrambe le gare di Losail e il pilota Honda spera che i medici gli possano dare l’ok per rientrare in occasione del terzo appuntamento della stagione, in programma a Portimao il fine settimana che segue la visita medica.

“Prima di tutto, voglio ringraziare HRC e augurare a Marc il meglio nel suo recupero – afferma Bradl – Abbiamo completato un buon test e ho guidato bene dopo un 2020 impegnativo e un buon inizio di 2021. Speriamo di poter avere un altro fine settimana solido e raccogliere delle buone informazioni per Honda. Sarà bello correre di nuovo in Qatar, non gareggio da un po’ su questa pista, ma sicuramente i due test mi hanno aiutato nel familiarizzare nuovamente con la pista, quindi credo che non sia uno svantaggio per noi. Iniziamo questa stagione”.

condivisioni
commenti
Podcast: MotoGP, i tre moschettieri azzurri di Qatar 2015
Articolo precedente

Podcast: MotoGP, i tre moschettieri azzurri di Qatar 2015

Prossimo Articolo

Dovizioso, pericolo scampato: la TAC è negativa

Dovizioso, pericolo scampato: la TAC è negativa
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021