La Lamborghini di Bortolotti-Mul al comando nelle libere 2 a Misano

Il duo dell'Imperiale Racing ha risposto al miglior tempo dell'Audi in mattinata. In GT3 conferma per la R8 LMS di Zonzini-Russo. La Lambo di Krezia-Costa svetta in Super GT Cup e la Porsche di Maino-Benucci in GT Cup.

Seconda sessione di libere animata e soprattutto tirata quella del round di Misano del Campionato Italiano GT. In testa all'assoluta è stata ancora battaglia vera, nonostante si tratti solo di prove libere. Il primo crono è stato della coppia Agostini-Di folco (Antonelli Motorsport) con Frassineti-Gattuso (Ombra) subito dietro, scalzato poi dalla coppia Mapelli-Albuquerque. Zonzini-Russo (Audi Sport Italia) ancora in evidenza con la R8 GT3, quarta piazza assoluta e prima di classe.

Bene anche la Lambo di Magli-Necchi, rallentati nella prima sessione da un problema all’idroguida, mentre continua a “stupire” in positivo la performance della coppia Krezia-Costa. Sessione altalenante per l’Aston Martin di Mugelli che dopo un buon inizio, sono stati penalizzati da una bandiera nera per  per non essersi fermato con la bandiera rossa

Al restart Bortolotti-Mul non si fanno attendere e si portano in vetta alla classifica, rimanendoci fin sotto la bandiera a scacchi. Bene le Ferrari 488 di Venturi-Gai (Black Bull Swiss Racing) e Mancinelli-Geri (Easy Race) che dopo un avvio sottotono in libere 1, sembrano aver migliorato in vista delle qualifiche e gara 1 di domani. A fine sessione la Lamborghini di Bortolotti-Mul (Imperiale Racing) chiude in testa con il tempo di 1’34”571 davanti alla R8 di Mapelli-Albuquerque (Audi Sport Italia) e la Huracan di Agostini-Di Folco (Antonelli Motorsport).

In GT3 vola la R8 di Zonzini-Russo (Audi Sport Italia) in grande spolvero, davanti alla Gallardo di Postiglione-Gagliardini (Imperiale Racing). Si confermano in ottima forma i ferraristi Leo-Cheever (Scuderia Baldini) che hanno lavorato molto sul passo gara.

In Super GT Cup ancora a segno Krenzia-Costa (Vincenzo Sospiri Racing) davanti ai compagni di squadra Liang-Baruch (Vincenzo Sospiri Racing) e Zaugg-D’Amico (Raton Racing). Sembrano usciti dal tunnel Maino-Benucci (Ebimotors) che dopo le disavventure di Imola sono tornati in vetta alla classifica di GT Cup. Seconda posizione, per gli scatenati Zanardini-Sauto, sulla Ferrari della Master MK Racing, davanti alla Lamborghini di Benvenuti-De Marchi (Imperiale Racing).

Nella Coppa Cayman Mercatali-Cecotto (Dinamic Motorsport) hanno avuto la meglio su Bianco-De Castro (Krypton Motorsport) e il giovane Riccardo Pera (Ebimotors), terzo nonostante il contatto subito. Dopo le due sessioni, la chiave di lettura sembra chiara, ma va considerato l’imprevisto meteo che per le prossime due giornate potrebbe portare la pioggia.

Problemi tecnici per Galbiati-Sartori, dopo la mancanza di potenza della mattina si sono evidenziate altre problematiche. In recupero Magli-Necchi che hanno in pratica usato la seconda sessione nel miglior modo possibile, dopo i problemi della mattina all’idroguida.

Domani nel duello per la Pole Position si possono inserire le Ferrari, ma sicuramente sarà una lotta all’ultimo decimo, come evidenziano le libere, sette piloti in quattro decimi. Il programma di domani prevede le due sessioni di qualifica dalle ore 09.00 suddivise come da format. Semaforo verde di gara 1 alle ore 14.50.

Articolo di Stefano Reali

Prove Libere 1 - Classifica

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT Italiano
Evento Misano
Sub-evento Venerdì
Circuito Misano Adriatico
Piloti Mirko Bortolotti , Jeroen Mul
Team Imperiale Racing
Articolo di tipo Prove libere