Ferrari Testa Rossa J: fa discutere il mito in... scala

La Casa del Cavallino lancia una nuova linea speciale: con la replica in scala al 75% della 250 Testa Rossa del 1957 la Ferrari mette sul mercato una vettura dotata di motore elettrico con autonomia di 90 km che può essere guidata dai giovani con più di 14 anni. Curata dal Centro Stile di Maranello sulla base dei disegni origimali di Ferrari Classiche, è il frutto di una collaborazione con The Little Car Company.

Ferrari Testa Rossa J: fa discutere il mito in... scala

L’idea può piacere o no ai puristi del Cavallino, ma la Ferrari si è inventata una nuova linea speciale destinata a collezionisti e facoltosi teenager con almeno 14 anni di età. Il marchio di Maranello, infatti, propone la Testa Rossa J che è una replica in scala della 250 Testa Rossa del 1957.

La vettura, in scala al 75%, grazie a un motore elettrico permette di rivivere le emozioni di guida di una leggenda dell’automobilismo fra i più vincenti della storia di Ferrari e dell’automobilismo.

Si tratta di una collaborazione della Ferrari con The Little Car Company, azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di Junior Car. Il Centro Stile di Maranello ha studiato le proporzioni e le livree, mentre la progettazione del telaio e di altre parti è stata realizzata sulla base dai disegni originali custoditi da Ferrari Classiche. La Testa Rossa J non è omologata per l’utilizzo su strada e può essere guidata a partire dai 14 anni di età.

Ferrari 250 Testa Rossa

Protagonista dei circuiti fra gli anni ’50 e ’60, la 250 Testa Rossa è a dir poco sorprendente per palmarès e longevità. Sono 18 le vittorie collezionate nella sua storia e tre i campionati Marche conquistati nel 1958, 1960 e 1961.

È inoltre l’unica Ferrari ad aver vinto per quattro volte la 24 Ore di Le Mans nel 1958, 1960, 1961 e nel 1962 considerando la sua ultima evoluzione 330 TRI/LM. Numeri che la posizionano ai vertici delle Ferrari più celebrate di sempre.

Design

La Testa Rossa J riproduce scrupolosamente le forme della 250 Testa Rossa, nella prima versione della carrozzeria barchetta di tipo “pontoon fender” scolpita da Scaglietti. La cura del dettaglio è senza pari: la scocca è in alluminio battuto a mano, lo stesso processo seguito per i modelli storici.

Anche la vernice è la stessa che viene applicata sulle vetture di gamma, così come il badge anteriore. I disegni originali presi da Ferrari Classiche sono stati digitalizzati per ricreate meticolosamente il complesso telaio della 250 Testa Rossa.

La stessa attenzione al dettaglio si ritrova anche negli interni. Il Centro Stile Ferrari ha progettato un unico sedile che può ospitare un adulto e un giovane, riproducendo il motivo del piping dei sedili originali. Il volante, firmato da Nardi, uno dei fornitori storici anche del modello del 1957, è stato sviluppato con il sistema di rilascio più piccolo al mondo per favorire l’ingresso del guidatore.

Performance e sicurezza

Le tre batterie del motore elettrico sono posizionate nella parte anteriore della vettura e garantiscono nel complesso circa 90 km di autonomia. Il Manettino consente di scegliere fra quattro modalità di guida, che assicurano divertimento al volante e i massimi livelli di sicurezza per ogni profilo di guidatore.

La Novice mode (1 kW/20 km/h) è stata pensata per permettere ai giovani piloti un approccio tranquillo alla guida del veicolo, con una accelerazione controllata. Le modalità Comfort (4 kW/45 km/h), Sport e sono via via più sportive, con accelerazione istantanea e velocità massime crescenti.

La sicurezza è stata una priorità durante lo sviluppo della vettura: oltre a sistemi passivi come il rinforzo della lamiera laterale e alla possibilità di inserire un roll-bar collegato al telaio, sono stati scelti dei freni a disco, diversi dagli originali a tamburo ma necessari per accrescere l’efficacia del sistema frenante.

Personalizzazione

La Testa Rossa J offre un’ampia gamma di personalizzazioni e di combinazioni di colore, studiate a partire da una ricerca di Ferrari Classiche sulle livree che nel corso del tempo hanno rivestito la 250 Testa Rossa. Tramite un configuratore online i clienti possono scegliere fra 14 livree storiche, 53 colori della carrozzeria e ulteriori soluzioni dallo spirito racing, rimanendo sempre fedeli allo stile Ferrari. Costa a partire da 93 mila euro tasse e optional esclusi.

condivisioni
commenti
Crash Zanardi: spunta il video che scagiona il camionista
Articolo precedente

Crash Zanardi: spunta il video che scagiona il camionista

Prossimo Articolo

Tragedia in Belgio: uccisa Nathalie Maillet, CEO di Spa

Tragedia in Belgio: uccisa Nathalie Maillet, CEO di Spa
Carica commenti
F1: i malavitosi più assurdi nella realtà che nelle serie tv Prime

F1: i malavitosi più assurdi nella realtà che nelle serie tv

Il prossimo film di Netflix che collega il mondo del crimine e gli sport motoristici gioca su un tema che non è esattamente nuovo. Nel corso degli anni, diversi malavitosi hanno tentato di sfondare nel mondo delle corse prima che i loro discutibili affari li fermassero.

Speciale
27 apr 2021
Stories: Le magnifiche sei del Motorsport Prime

Stories: Le magnifiche sei del Motorsport

In un mondo così moderno quanto ancora pregno di pregiudizi, ci sono state sei donne che, nel mondo del Motorsport, sono riuscite a prevalere sulla discriminazione e sullo scetticismo, conquistando risultati per molti impensabili.

Speciale
8 mar 2021
Bugatti: la vera storia della nascita del mito Prime

Bugatti: la vera storia della nascita del mito

Tutti conoscono il luogo dove sono nate le Bugatti del fondatore della Casa francese, Ettore Bugatti. In pochi, però, conoscono dove il seme di questa straordinaria storia venne piantato. La storia di Ettore Bugatti e dell'omonima Casa, partì da Ferrara. Ecco come...

Prodotto
25 dic 2020
Giornale Podcast - edizione del 24/12/2020 Prime

Giornale Podcast - edizione del 24/12/2020

L'edizione del 24 dicembre 2020 del Giornale Podcast di Motorsport.com. Tante le portate nel menù della Vigilia: dalla Formula 1, con Williams che non vuole legarsi alle squadre ufficiali e McLaren, priva di giovani piloti nel proprio vivaio; al campionato DTM e WRC, con il nuovo copilota di Dani Sordo per la stagione 2021. Conduce Beatrice Frangione.

Speciale
24 dic 2020
Giornale Podcast - edizione del 23/12/2020 Prime

Giornale Podcast - edizione del 23/12/2020

L'edizione del 23 dicembre 2020 del Giornale Podcast di Motorsport.com. In questa puntata parliamo di Amazon, interessata a trasmettere in diretta streaming i GP di F1, ma anche di Michelin che fa il punto sulle gomme 2021 della MotoGP e dell'addio di Aston Martin alla categoria GTE-Pro del WEC. Conduce Giacomo Rauli.

Speciale
23 dic 2020
Giornale Podcast - edizione del 22/12/2020 Prime

Giornale Podcast - edizione del 22/12/2020

L'edizione del 22/12/2020 del Giornale Podcast di Motorsport.com. Dallo stabilimento Haas costruito a Maranello, alle ultime notizie di MotoGP, di Superbike e tanto, tanto altro. Conduce Beatrice Frangione.

Speciale
22 dic 2020
Giornale Podcast - edizione del 21/12/2020 Prime

Giornale Podcast - edizione del 21/12/2020

L'edizione del 21/12/2020 del Giornale Podcast di Motorsport.com. Tanti i temi affrontati, dal ricordo di Romolo Tavoni, pezzo importante della storia del Cavallino, al rinnovo ancora non rinnovato di Lewis Hamilton, ma anche WRC, MotoGP, Superbike e molto altro. Conduce Beatrice Frangione.

Speciale
21 dic 2020
Giornale Podcast - edizione del 20/12/2020 Prime

Giornale Podcast - edizione del 20/12/2020

L'edizione del 20/12/2020 del Giornale Podcast di Motorsport.com. Parliamo della Ferrari SF21, dei commenti di Hamilton e Wolff sul rinnovo del manager austriaco della Mercedes, ma anche delle novità dell'Aprilia 2021 di MotoGP. Conduce Giacomo Rauli.

Speciale
20 dic 2020