La Mahindra Racing accelera per un ePrix in India

condivisioni
commenti
La Mahindra Racing accelera per un ePrix in India
Darshan Chokhani
Di: Darshan Chokhani
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Svizzera
09 apr 2016, 10:22

Dopo l’esibizione con Nick Heidfeld sul Buddh International Circuit di Delhi, il team principal Dilbagh Gill ha svelato che la gara potrebbe aver luogo già nel novembre 2016 o nel marzo 2017.

Bruno Senna, Mahindra Racing
Alejandro Agag, CEO della Formula E
Nick Heidfeld, Mahindra Racing
Nick Heidfeld, Mahindra Racing
Nick Heidfeld e Bruno Senna, Mahindra Racing
Gaurav Gill
Nick Heidfeld, Mahindra Racing e Danny Webb, Mahindra Racing
Nick Heidfeld, Bruno Senna e Danny Webb, Mahindra Racing
Nick Heidfeld, Mahindra Racing e Danny Webb, Mahindra MGP3O
Mahindra Racing M2Electro dettaglio
Anand Mahindra, Mahindra Group Chairman

La Mahindra Racing ha confermato pubblicamente di stare "spingendo forte" affinché l'India possa ottenere uno slot per una gara già nel calendario della terza stagione del Campionato FIA di Formula E, avendo comunque già la quasi certezza di potercela fare nel corso del torneo 2017-2018.

Il mese scorso, la squadra indiana ha compiuto una dimostrazione delle proprie monoposto elettriche su Buddh International Circuit di Delhi, un evento al quale sono stati invitati numerosi funzionari municipali e statali.

Puntualmente, pochi giorni dopo lo spettacolo “racing” con le due M2Electro alle quali la formazione asiatica ha affiancato anche le proprie due ruote della Classe Moto3 del Motomondiale, il governo di Delhi ha presentato una "lettera di intenti" attraverso la quale assicura di fornire il massimo supporto all’idea di una competizione “full electric”.

"Le possibilità che la corsa abbia effettivamente luogo sono abbastanza alte, perché ci siamo presi il rischio e la responsabilità di prendere le nostre macchine e portarle giù già quest’anno, allo scopo di effettuare una dimostrazione in India", ha dichiarato Dilbagh Gill a Motorsport.com. 

"Abbiamo mostrato selettivamente ciò di cui parliamo a varie personalità del settore, ai vari ministeri, per far capire loro che cosa è la Formula E. Quattro giorni dopo aver completato l’esibizione (Nick Heidfeld, il rallista Gaurav Gill e il centauro Danny Webb i piloti coinvolti, ndr), abbiamo ottenuto una lettera di intenti da parte dell’amministrazione comunale di Delhi funzionale alla proposta di una gara. Così, abbiamo iniziato a parlare con loro...", ha aggiunto il dirigente sportivo.

L'indiano ha rivelato pure che diverse opzioni sono al momento oggetto di discussione. "Ci sono un paio di soluzioni cui stiamo guardando con attenzione", ha confermato.

"La disputa effettiva della corsa dipende da dove abbiamo intenzione di organizzare la gara. Il calendario gioca un ruolo determinante, perché l'India ha stagioni e climi differenti nelle varie aree del Paese: così facendo, l’inverno non potrebbe essere la stagione ideale in cui gareggiare a Delhi, mentre più a sud la situazione del meteo potrebbe essere decisamente migliore”, ha aggiunto Dilbagh Gill.

"Da questo punto di vista, dobbiamo comprendere che la questione di un ePrix in India non riguarda il ‘quando’: semmai, interessa il ‘dove’ si vuole organizzare la corsa. Se come squadra riusciamo a spingere un po’, io ritengo che un evento potrebbe essere probabile già a partire dalla stagione 2016-2017, ma per la quarta edizione del Campionato FIA la sua effettuazione può dirsi pressoché sicura". 

Se la corsa dovesse aver luogo già nella prossima e terza stagione di vita della Formula E, i probabili slot disponibili, stando alle ipotesi del team manager indiano, dovrebbero essere il novembre di quest'anno o il marzo del 2017.

"Come già dicevo, vi sono un paio di soluzioni per le quali la realizzazione delle infrastrutture necessarie potrebbe procedere abbastanza rapidamente, in maniera da far scattare la prima possibilità nell’autunno del 2016", ha rilevato Dilbagh Gill, che recentemente aveva convinto i tifosi della Mahindra Racing a inviare alla squadra le proprie proposte per un tracciato cittadino indiano

"Siccome dopo la prima gara del prossimo campionato, c'è un mese di buco nel calendario, ecco come una delle opzioni al vaglio potrebbe diventare realtà già quest’anno: in caso contrario, la corsa potrebbe aver luogo nel marzo del 2017".

Ha collaborato Charles Bradley 

 

Prossimo articolo Formula E
Vittoria e leadership per Lucas Di Grassi negli Stati Uniti!

Articolo precedente

Vittoria e leadership per Lucas Di Grassi negli Stati Uniti!

Prossimo Articolo

Gaillardot: “Nella terza stagione gli inverter saranno la chiave ”

Gaillardot: “Nella terza stagione gli inverter saranno la chiave ”
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Team Mahindra Racing
Autore Darshan Chokhani
Tipo di articolo Ultime notizie