A Snetterton il primo test del powertrain made-in-Andretti!

condivisioni
commenti
A Snetterton il primo test del powertrain made-in-Andretti!
Gabriele Testi
Di: Gabriele Testi , Rédacteur en Chef/Redaktionsleiter/Direttore Switzerland
17 giu 2016, 07:35

La squadra statunitense ha provato in pista l’unità motrice elettrica denominata ATEC-02, con Robin Frijns e altri piloti "anonimi", senza particolari problemi e simulando gara e qualifiche della F.E.

Andretti Autosport testing the season three Formula E car
Andretti Autosport, test della vettura della terza stagione di Formula E
Andretti Autosport testing the season three Formula E car
Andretti Autosport, test vettura della terza stagione
Simona De Silvestro, Robin Frijns, Amlin Andretti

Il team Amlin Andretti ha completato con successo il primo, vero test dinamico del proprio powertrain per la stagione 2016-2017. L'ATEC-02, così è stato denominato, sarà il primo powertrain realizzato per il Campionato FIA di Formula E concepito e costruito in autonomia dalla formazione di patron Michael.

La compagine statunitense ha completato tre giorni di test sul tracciato britannico di Snetterton con Robin Frijns e altri piloti dei quali non è stato reso noto il nome senza particolari problemi di affidabilità e velocità, saggiando correttamente la monoposto per la terza stagione in modalità di potenza sia per le qualifiche che per la gara vera e propria. Le prove, gestite dalla Andretti Technologies, braccio armato della Andretti Autosport, continueranno nei mesi di giugno e luglio su una macchina nella livrea del partner scientifico e industriale TE Connectivity.

Il team principal Roger Griffiths, presente anche ad altri collaudi top secret, ha dichiarato: "Finora tutte le indicazioni sono state molto buone. Abbiamo già coperto diverse centinaia di chilometri, simulando una corsa e una seduta di prove cronometrate senza alcun inconveniente o cattiva sorpresa. In sintesi, tutti i sistemi hanno funzionano come avremmo dovuto aspettarci". 

 

Grazie agli ulteriori sviluppi del powertrain consentiti a partire dalla stagione tre della categoria e con ulteriori livelli di regen “disponibili”, il manager yankee ha confermato che il propulsore ha ricevuto un aggiornamento completo. Ha spiegato: "Abbiamo un nuovo MGU, cioè un motore elettrico, un invertitore di corrente, un inedito alloggiamento del propulsore, trasmissione e tutti i sistemi associati, nonché un nuovo sistema di raffreddamento”, significando che tutto è stato rifatto.

E ancora: “Abbiamo preso in considerazione le regole suppletive in materia di regen quando abbiamo progettato il nuovo propulsore. Infatti, se necessario, potremmo far fronte a livelli energetici molto più alti di quelli inizialmente necessari".

Come si ricorderà, al termine di difficoltose prove pre-stagionali a Donington Park nell’agosto del 2015 e in vista della seconda stagione di vita della categoria “full electric” lanciata da Alejandro Agag, la scuderia americana aveva optato a malincuore per una rinuncia al primo motore elettrico autocostruito, l’ATEC-01, perché non troppo competitivo e inaffidabile sin dagli inizi...

Prossimo articolo Formula E

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento Collaudi Andretti Autosport
Sotto-evento Testing
Location Snetterton
Piloti Robin Frijns
Team Andretti Autosport
Autore Gabriele Testi
Tipo di articolo Test