Vandoorne arriverà in Bahrain solo 5 ore prima delle Libere 1!

Scopriamo assieme chi è Stoffel Vandoorne, pilota incaricato di sostituire Fernando Alonso nel Gran Premio del Bahrain, secondo appuntamento del Mondiale 2016 di F.1.

Stoffel Vandoorne stamattina era impegnato sulla pista di Okayama per gli ultimi test pre-campionato della Superformula giapponese. I suoi programmi al termine del test erano quelli di raggiungere con calma il Bahrain, dove sarebbe arrivato venerdì in serata.

Poi una telefonata ha stravolto tutto. Stoffel è stato messo al corrente dello stop imposto dai medici della FIA a Fernando Alonso, e della convocazione d’urgenza ad Al Sakhir. La McLaren ha disposto a tempo record un ponte aereo che permetterà a Vandoorne di essere in Bahrain domattina.

Il pilota belga è partito con un primo volo da Okayama a Tokio, da qui è partita la seconda tratta direzione Dubai (in corso in questo momento) dove arriverà domattina alle 05:30 locali. Dopo tre ore partirà il terzo ed ultimo volo che porterà Vandoorne in Bahrain alle 08:45. Poco più di cinque ore dopo dovrà essere in pista per la prima sessione di prove libere del weekend.

Probabilmente Vandoorne non aveva immaginato in questo modo la vigilia del suo esordio in Formula 1, ma la chance è di quelle che valgono bene una notte in aereo. Stoffel ritroverà il circuito di Al Sakhir. Una pista amica per il pilota belga, che su questo tracciato ha scritto una pagina importante del suo curriculum. Era il 5 aprile 2014 quando all’esordio in GP2 Vandoorne riuscì ad imporsi nella prima gara della stagione, sfatando un tabù non da poco.

La categoria era sempre più identificata come un terreno di caccia per “senatori”, al punto da mettere in dubbio le stessa validità propedeutica della serie. Ma Vandoorne ha messo tutti d’accordo, confermando che col talento non serve restare quattro o cinque stagioni in un campionato per diventare vincenti. Stoffel ha concluso la sua prima stagione in GP2 in seconda posizione, e lo scorso anno ha dominato la scena dall’alto di una superiorità quasi serena.

Un trionfo che ha convinto tutti, compresi gli stessi avversari. Tanto che a fine stagione il coro è stato unanime: “Se non va in Formula 1 Vandoorne allora qualcosa non funziona”. La McLaren probabilmente aveva già pronto il sedile per il suo pilota junior, ma la conferma di Jenson Button ha messo Stoffel in panchina. Dopo una sola gara da spettatore privilegiato, ecco a sorpresa la chance. Per Vandoorne non sarà un weekend in discesa, ma lo stesso Alonso ha deciso di restare in pista, cosa non usuale per un pilota che non è in condizioni di correre.

Lo spagnolo ha confermato che si tratta di un gesto doveroso nei confronti della squadra, ma non è mancato qualche maligno che ha insinuato che voglia assicurarsi da vicino di quello che farà Vandoorne nell’arco del fine settimana. Sarà uno dei temi del weekend, ma sembra proprio la vigilia del primo passo di un predestinato. Anche nelle circostanze favorevoli, che come sempre accompagnano le carriere dei campioni.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Bahrain
Sub-evento Giovedì
Circuito Bahrain International Circuit
Piloti Stoffel Vandoorne
Team McLaren
Articolo di tipo Ultime notizie