Symonds: "I test Pirelli? Un vantaggio enorme per chi li farà"

Mercedes, Ferrari e Red Bull avranno un vantaggio nel 2017 grazie al loro coinvolgimento nei test con gli pneumatici Pirelli: questa è la convinzione di Pat Symonds.

Le tre squadre hanno deciso di ripartirsi il lavoro di messa a punto degli pneumatici più larghi del prossimo anno, che ha richiesto loro di costruire delle vetture ibride per simulare i livelli di carico aerodinamico previsti per il 2017.

Anche se la FIA e la Pirelli hanno assicurato che tutti i dati raccolti dalle prove condivisi con tutti i team, Symonds crede ancora che chi effettuerà i test avrà un grande vantaggio.

"Penso che sia un vantaggio enorme e che sia qualcosa che dobbiamo considerare" ha spiegato.

"Anche in questa sorta di blind test che faranno, c'è sempre un vantaggio perché i commenti dei piloti possono guidare lo sviluppo degli pneumatici".

"Penso che quando la Lotus portava in pista la test car Pirelli, loro dicessero: questa mi piace, questa invece non mi piace. Basandosi su quello, la Pirelli potrebbe aver detto: ok, allora andiamo avanti con questa".

"Ora, un'altra squadre ne avrebbe potute preferire anche altre e quindi ci sarebbe stato più dibattito. Per questo penso che quelli che fanno i test avranno un vantaggio".

Scelta degli pneumatici

Symonds ritiene che forse il più grande vantaggio per le tre squadre sarà quello di scegliere l'allocazione iniziale delle tre mescole per il 2017, che dovrà essere fatta prima del primo test collettivo della stagione.

"Penso che questa fase sia davvero insolita ed è qualcosa di cui dobbiamo parlare, perché la scelta degli pneumatici dovrà avvenire molto presto. Credo che i primi due ordini dovrebbero partire prima di Natale" ha detto.

"Quando inizieremo i test a febbraio penso che avremo già scelto le gomme per le prime sei gare circa, senza averle mai viste! Non le avremo mai avuto sulla vettura e non sapremo niente".

"Così, in realtà, mentre da una parte la possibilità di scegliere le gomme è una regola molto buona, credo che se le regole rimarranno uguali, può dare un vantaggio davvero enorme a Ferrari, Mercedes e Red Bull nel primo semestre della prossima stagione".

"Non voglio che venga tolta questa regola, perché è buona, ma bisogna riconoscere che non tutte le squadre potevano permettersi di andare a fare questi test. Però bisogna fare qualcosa per attenuare la situazione".

Limiti di costo

La Williams è stata una di quelle squadre che erano state in lizza per partecipare ai test della Pirelli, ma alla fine il team non ha potuto permettersi di intraprendere un progetto del genere.

Symonds ha aggiunto: "Abbiamo fatto parecchio lavoro di progettazione, ma non abbiamo avuto piena chiarezza su qualche sarebbe stato il regime dei test. Quando abbiamo iniziato a capire, semplicemente non potevamo permetterci di farlo. E' troppo costoso per una squadra come noi".

"La Pirelli riconosce qualcosa, ma non copre tutti i costi, quindi non possiamo permetterci di farlo".

"E questa non è una grande cosa per il nostro sport, non credete? Il concetto è che puoi scoprire le gomme, ma solo se hai abbastanza soldi per farlo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag pirelli, symonds