Ricciardo: "Il sorpasso su Bottas? Ho visto lo spazio e mi sono buttato"

condivisioni
commenti
Ricciardo:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
04 set 2016, 15:03

L'australiano ha regalato ai tifosi il momento più emozionante della gara grazie ad un sorpasso da applausi ai danni di Bottas. Il quinto posto, alle spalle di Mercedes e Ferrari, era il massimo risultato possibile per la Red Bull oggi.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12

Ancora una volta Daniel Ricciardo ha regalato emozioni al pubblico presente in circuito. L'australiano della Red Bull si è infatti reso protagonista del più bel sorpasso del Gran Premio grazie ad una staccata al limite ai danni di Valtteri Bottas. 

La manovra compiuta da Ricciardo ha lasciato sbigottiti tutti data la distanza che separava la Red Bull dell'australiano dalla Williams del finlandese, ed ha consentito a Daniel di conquistare il quinto posto finale.

A fine gara Ricciardo ha descritto questa manovra condita da un pizzico di incoscienza dato che in palio non c'era un piazzamento a podio ma il quinto posto.

"Ho visto un piccolo spazio e mi ci sono buttato. Tutta la gara sono stato alle spalle di Bottas, ma nel giro del sorpasso ero vicino, anche se non troppo, per provarci e ho tirato la staccata al limite. Ero solamente quinto, non lottavo per il podio, ed ho rischito".

 

L'appuntamento con il Gran Premio di Monza era certamente il più temuto in casa Red Bull ed il risultato finale non ha smentito i timori iniziali. Ricciardo ha confermato che il quinto posto era il massimo a cui la scuderia anglo austriaca poteva ambire.

"Sono certo che oggi il quinto posto era il massimo risultato possibile. La mia gara non è stata noiosa vista la costante presenza di Bottas, poi ne giri finali ho effettuato il sorpasso".

Tra due settimane le monoposto torneranno in pista sul tracciato di Singapore, un circuito che dovrebbe consentire alla Red Bull di poter tornare a recitare un ruolo da protagonista. Ricciardo è fiducioso e consapevole che, in caso di qualifica in prima fila, sarà possibile lottare per la vittoria.

"A Singapore possiamo lottare con Ferrari e Mercedes, saremo molto vicini. Dobbiamo fare una qualifica perfetta per andare in prima fila e giocarci la vittoria"

Prossimo articolo Formula 1
Motorsport Technical School: tre allievi lavorano al GP d'Italia

Articolo precedente

Motorsport Technical School: tre allievi lavorano al GP d'Italia

Prossimo Articolo

GP d'Italia un successo? C'erano quasi 150 mila spettatori

GP d'Italia un successo? C'erano quasi 150 mila spettatori
Carica commenti