Norris incredulo per la pole: "Ho rischiato parecchio"

Il pilota della McLaren è riuscito a sorprendere tutti e conquistare la prima pole in Formula 1. La scelta di montare le slick nel finale ha pagato, ma Lando ha preso molti rischi per restare in pista.

Norris incredulo per la pole: "Ho rischiato parecchio"

Bahrain, 6 aprile 2018. Ha dovuto attendere 3 anni e mezzo Lando Norris per tornare ad assaporare il gusto di una pole. Se all’epoca il giro più veloce lo aveva realizzato all’esordio in Formula 2, oggi il pilota della McLaren è riuscito ad imporsi per la prima volta in Formula 1 al termine di una sessione resa imprevedibile dall’evoluzione della pista.

Il meteo, così come la strategia, ha giocato un ruolo fondamentale per questo risultato inatteso. Se tutti, infatti, si aspettavano una prima fila monopolizzata Mercedes, a sorpresa è stato Norris a conquistare la pole grazie al crono di 1’41’’993.

L’asfalto del tracciato di Sochi, dopo il nubifragio del mattino, ha iniziato ad asciugarsi proprio in occasione del Q3 e nei minuti finali del turno tutti i piloti hanno deciso di montare gomme slick soft. Norris ha indovinato il timing perfetto, compiendo un giro supplementare rivelatosi fondamentale per mandare in temperatura le coperture, e quando è transitato sotto la bandiera a scacchi è riuscito a strappare la pole a Carlos Sainz con un margine di ben mezzo secondo.

“Fantastico, non so cosa dire. È stata una sessione incredibile. Stava andando già molto bene, ma nel finale abbiamo deciso di montare le slick ed è stata la decisione giusta. Non pensavamo assolutamente di fare la pole”. Sono state queste le prime parole di un Norris ancora incredulo una volta abbandonato l’abitacolo della sua McLaren.

“Devo ringraziare il team perché ha fatto un lavoro fantastico”, ha poi proseguito un Lando consapevole dell’ottima strategia studiata dalla McLaren nel pomeriggio di Sochi.

Norris ha poi spiegato di aver faticato più del previsto per restare in pista con le gomme da asciutto. Un rischio che alla fine si è rivelato vincente.

“Oggi è stata dura in pista. Non voglio elogiarmi troppo, ma era complicato perché mi trovavo nella situazione di crossover. Al primo tentativo ero più lento di due secondi e non pensavo di potermi migliorare così tanto, ma ho mantenuto le gomme in temperatura. Ho rischiato parecchio, ma l’azzardo ha pagato”.

Per la McLaren questo sembra essere un periodo d’oro. Dopo la buia parentesi del rapporto con Honda, lo storico team britannico è riuscito a risalire la china per poi tornare alla vittoria, con una clamorosa doppietta, due settimane fa a Monza. La pole odierna rappresenta la ciliegina sulla torta per la squadra di Woking.

Leggi anche:

 “Dopo Monza non pensavamo di andare in pole, ma queste sono le condizioni che dobbiamo cogliere al volo. Speriamo di poter proseguire così anche domani”.

Considerando la posizione di partenza di Lewis Hamilton (4°), di Valtteri Bottas (7°) e di Max Verstappen (20°), Lando potrà sfruttare l’occasione per convertire la prima pole in una prima vittoria in F1?

“Non penso a domani, non penso a cosa accadrà in curva 1. Ovviamente spero di essere primo alla prima curva, ma voglio godermi questa mia prima pole e spero che sia la prima di molte. Non voglio aggiungere nient’altro”.

Lando Norris, McLaren MCL35M

Lando Norris, McLaren MCL35M

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
F1, Sochi: Norris in pole davanti a Sainz e Russell!

Articolo precedente

F1, Sochi: Norris in pole davanti a Sainz e Russell!

Prossimo Articolo

Sainz: "Spero di passare Norris al via sfruttando la scia"

Sainz: "Spero di passare Norris al via sfruttando la scia"
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021