Sainz: "Spero di passare Norris al via sfruttando la scia"

Il pilota della Ferrari è stato uno dei grandi protagonisti delle qualifiche di Sochi, conquistando una grande prima fila alle spalle della McLaren di Lando Norris. Lo spagnolo ha scelto il momento giusto per passare sulle gomme slick e l'azzardo ha pagato. Ora punta a fare una bella gara anche domani.

Sainz: "Spero di passare Norris al via sfruttando la scia"

La pioggia caduta su Sochi per tutta la notte e buona parte della mattinata ha mischiato decisamente le carte per le qualifiche del Gran Premio di Russia. Tutti si aspettavano le Mercedes, imbattute sul circuito del villaggio olimpico da quando la Formula 1 ci ha fatto rotta la prima volta, invece la pista che andava via via asciugando ha portato ad un ordine di partenza decisamente inatteso per la gara di domani.

Tra quelli che hanno avuto una lettura migliore delle condizioni c'è senza ombra di dubbio Carlos Sainz. Il pilota della Ferrari è stato tra i primi a giocare l'azzardo del passaggio alle gomme slick e la sua scommessa ha pagato, perché lo spagnolo domani scatterà dalla prima fila. Per qualche secondo aveva sognato addirittura la pole position, ma poi è arrivata la McLaren di Lando Norris a soffiargliela a tempo scaduto.

Una volta arrivato alle interviste di rito, il figlio d'arte comunque non ha nascosto la sua soddisfazione, soprattutto per l'ottima scelta strategica che gli ha permesso di conquistare questo risultato prezioso. Anche se un piccolo rammarico in effetti c'è...

Leggi anche:

"Onestamente, sono molto contento. Sono state delle qualifiche molto complicate fin dall'inizio. Subito dopo il Q2 ho capito che c'era la possibilità di usare le slick", ha detto Sainz.

"Abbiamo fatto un'ottima strategia, facendo due giri per portarle in temperatura, poi ho tirato fuori un giro piuttosto buono. Purtroppo sono stato uno dei primi a tagliare il traguardo e questo non mi ha permesso di sfruttare fino in fondo le condizioni della pista, ma è stato comunque un bel giro al limite", ha aggiunto.

Carlos ha spiegato di aver fatto abbastanza fatica con le intermedie, ma in condizioni di asciutto la sua SF21 ha mostrato un buon passo anche ieri, quindi sembra piuttosto ottimista per la gara di domani.

"Questo weekend sembriamo un pochino più forti. Abbiamo fatto un po' fatica con le intermedie, eravamo un po' impiccati. Fino al Q3 avevamo qualche problemino da risolvere, ma poi sull'asciutto siamo stati competitivi. Chiaramente ci sono le due Mercedes e le due Red Bull che sono dietro e saranno sicuramente più veloci, ma noi lotteremo e cercheremo di divertirci".

Con tantissimo spazio per arrivare alla curva 2 (la 1 è una piega da fare in pieno), le scie possono giocare un ruolo fondamentale al via e quindi Sainz crede alla possibilità di portarsi davanti a tutti.

"Sarà divertente e spero di poter superare Lando in partenza, magari sfruttando la scia. Partire sullo sporco qui è penalizzante, quindi dovrò cercare di prepararmi bene per cercare di prendere la scia e superarlo o almeno difendermi da quelli dietro".

Carlos Sainz Jr., Ferrari

Carlos Sainz Jr., Ferrari

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Norris incredulo per la pole: "Ho rischiato parecchio"

Articolo precedente

Norris incredulo per la pole: "Ho rischiato parecchio"

Prossimo Articolo

Chinchero: "Osare ha premiato chi ha meno da perdere"

Chinchero: "Osare ha premiato chi ha meno da perdere"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021