Magnussen in Peugeot esclude un suo ritorno in Haas da riserva

Con la firma per la Peugeot per prendere parte al FIA World Endurance Championship, Kevin Magnussen si è automaticamente chiamato fuori da un possibile ritorno in Formula 1 come riserva della Haas.

Magnussen in Peugeot esclude un suo ritorno in Haas da riserva

Il danese è stato ufficializzato nella line-up del Leone per il progetto Hypercar, escludendo quindi quanto aveva detto Gunther Steiner qualche giorno fa, che lo aveva indicato come eventuale riserva di Mick Schumacher e Nikita Mazepin.

"Gunther è un buon amico, come lo sono molte persone nel team Haas, ma qualsiasi discorso sulle corse, come una gara una tantum, al momento non mi interessa", ha spiegato detto Magnussen, il cui programma primario nel 2021 è con Chip Ganassi Racing nell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

"Preferisco essere completamente concentrato su quello che sto facendo e mi manca vincere. Ho fatto sette anni di F1, fare un'altra gara come riserva non credo sia così interessante".

"Se la Mercedes venisse a chiedermi di guidare la sua monoposto, penso sia una cosa che tutti valuterebbero molto seriamente. Ma penso di aver fatto del mio meglio per cercare di avere successo in F1 e ora mi sento pronto per affrontare nuove sfide vincenti, ecco perché ho intrapreso altri ruoli".

Leggi anche:

Magnussen ha poi spiegato di poter ancora migliorare come pilota, sentendosi pronto a proseguire la sua carriera dopo quattro anni in Haas.

"Ho continuato a crescere come pilota anche se i risultati in Haas non erano così buoni. Ora ho esperienza, mi sento pronto ad un altro passo e quello con la Peugeot è perfetto per me".

Steiner aveva detto la scorsa settimana che non gli sarebbe dispiaciuto avere "KMag" o Grosjean come riserve, ma anche il francese - appena approdato alla Dale Coyne Racing per la IndyCar - ha definito un capitolo chiuso la F1.

A questo punto in Haas resta come candidato Pietro Fittipaldi, che ha preso il posto di Grosjean dopo il suo incidente in Bahrain per le ultime due gare di F1 del 2020.

condivisioni
commenti
Toyota, Vasselon: "Recuperato il tempo perso col test notturno"

Articolo precedente

Toyota, Vasselon: "Recuperato il tempo perso col test notturno"

Prossimo Articolo

WEC: Lynn lascia l'Aston Martin dopo l'uscita dalla GTE Pro

WEC: Lynn lascia l'Aston Martin dopo l'uscita dalla GTE Pro
Carica commenti
Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci” Prime

Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina con Motorsport.com. In questa puntata del Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano della necessità di avere un ingegnere di pista capace di leggere, oltre ai numeri, anche le situazioni di gara e la psicologia del pilota

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1 Prime

F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1

Il suo simbolo era un simpatico orsetto giallo, con tanto di casco. Rolls Royce, aerei privati, yacht, banchetti con aragoste e champagne: questo, e molto altro, era la Hesketh Racing. Ripercorriamo insieme la storia, e la prima vittoria, del team più stravagante e glamour della Formula 1.

Formula 1
22 giu 2021
La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica Prime

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica

In questa nostra consueta animazione grafica, mettiamo in luce gli aspetti chiave del Gran premio di Francia di Formula 1. Oltre ovviamente alla prepotente vittoria di Verstappen, va evidenziato come le due Ferrari di sainz e Leclerc, con il passar del tempo, sprofondavano sempre più in classifica

Formula 1
21 giu 2021
Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi” Prime

Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi”

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio di Francia di Formula 1 corso sul tracciato del Paul Ricard. Ovviamente, sempre in compagnia di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
21 giu 2021
Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari" Prime

Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu il Gran Premio di Francia di Formula 1 in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. Lewis Hamilton e Max Verstappen ci hanno regalato una gara intensa, dove a farla da protagonista è stata la gestione delle gomme. Chi ha pagato più di tutti sotto questo punto di vista è stata la Ferrari: ecco perché...

Formula 1
21 giu 2021
Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari" Prime

Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari"

In questa puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano i fatti salienti del Gran Premio di Francia. Buon ascolto!

Formula 1
20 giu 2021
Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia Prime

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia

Andiamo a scoprire la griglia di partenza del Gran Premio di Francia 2021: Max Verstappen parte dalla prima casella, precedendo le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Formula 1
20 giu 2021