Jenson Button costretto a montare un V6 nuovo per il GP della Cina

condivisioni
commenti
Jenson Button costretto a montare un V6 nuovo per il GP della Cina
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
13 apr 2016, 13:58

Jenson Button sarà costretto a montare un nuovo propulsore per il GP della Cina. Quello utilizzato in Bahrain si è rotto a causa di un guasto tecnico. Hasegawa: "Abbiamo trovato il guasto e abbiamo risolto i problemi sui nostri V6".

Jenson Button, McLaren MP4-31
Jenson Button, McLaren MP4-31 e Stoffel Vandoorne, McLaren MP4-31
Jenson Button, McLaren MP4-31
Jenson Button, McLaren MP4-31
Jenson Button, McLaren
Jenson Button, McLaren MP4-31

Il Gran Premio del Bahrain non è durato molto per Jenson Button. Il britannico è stato costretto al ritiro a causa di un problema al motore della sua McLaren Mp4-31 numero 22.

Il campione del mondo 2009 di F.1 aveva già segnalato rumori sospetti al termine delle Qualifiche e, nel corso della gara, l'unità motrice ha definitivamente ceduto, costringendolo a parcheggiare a bordo pista e ritirarsi.

Tra pochi giorni scatterà il terzo appuntamento del Mondiale 2016, che si terrà a Shanghai, sede del Gran Premio di Cina. Per la gara orientale, Jenson Button sarà costretto a montare un nuovo propulsore.

"Dopo in Gran Premo del Bahrain abbiamo analizzato il motore e abbiamo trovato un guasto meccanico. Jenson sarà costretto a sostituire il motore per il prossimo fine settimana di gara", ha dichiarato Yusuke Hasegawa, direttore del programma F.1 di Honda. "La situazione è stata accuratamente analizzata e il problema è stato corretto su tutti i prossimi motori che saranno utilizzati".

Il V6 Honda ha bisogno di più potenza

Honda ha mostrato di aver fatto passi avanti notevoli rispetto allo scorso anno. Il V6 ha guadagnato potenza nei confronti della versione 2015, ma le Mp4-31 necessitano di un'ulteriore iniezione di cavalli.

"Come abbiamo potuto notare analizzando i dati della telemetria di Stoffel (Vandoorne) in Bahrain, abbiamo fatto passi avanti rispetto allo scorso anno. Però abbiamo bisogno di aumentare ancora le nostre prestazioni, soprattutto su piste che presentano lunghi rettilinei come Shanghai. Mi rassicura sapere che abbiamo preso la strada giusta", ha terminato Hasegawa.

Prossimo articolo Formula 1
Monza: i soldi del GP d'Italia 2016 non sono in discussione

Articolo precedente

Monza: i soldi del GP d'Italia 2016 non sono in discussione

Prossimo Articolo

Ecco gli orari delle dirette Sky per il GP di Cina

Ecco gli orari delle dirette Sky per il GP di Cina
Carica commenti