F1: il GP di Baku è confermato, ma sarà a porte chiuse

Gli organizzatori del GP dell’Azerbaijan hanno annunciato l'impossibilità di poter ospitare il pubblico a giugno invitando tutti all'evento del prossimo anno.

F1: il GP di Baku è confermato, ma sarà a porte chiuse

Dopo la cancellazione dell’evento dello scorso anno a causa della pandemia da COVID-19, gli organizzatori del GP di Baku speravano di poter tornare ad ospitare i fan nel 2021 grazie anche al nuovo slot che vedrà il tracciato cittadino accogliere le monoposto di Formula 1 dal 4 al 6 giugno.

Tuttavia, in un comunicato rilasciato nella giornata odierna, gli organizzatori hanno annunciato che il gran premio si disputerà ma a porte chiuse.

“Questa decisione è stata presa alla luce delle preoccupazioni per la salute e la sicurezza dovute alla pandemia ed è stata concordata dopo numerose discussioni tra BCC, il governo della Repubblica dell’Azebraijan, la F1 e la FIA” si legge nel comunicato.

“Mentre la situazione globale e la risposta alla pandemia continuano a migliorare, è apparso chiaro che il Gran Premio dell’Azerbaijan di Formula 1 si sarebbe disputato troppo presto per poter ospitare i tifosi in circuito”.

Gli organizzatori della gara di Baku sono i primi ad annunciare l’assenza dei fan in pista in questo 2021, mentre la Formula 1 spera di poter andare controcorrente ed in Bahrain saranno aperti i cancelli per gli spettatori vaccinati o guariti dal virus.

Chi aveva acquistato un biglietto per assistere alla gara del 2020 aveva la possibilità di utilizzare lo stesso tagliando per l’evento del 2021 ed adesso potrà usufruire della medesima possibilità anche per il 2022 senza costi aggiuntivi.

“Siamo, naturalmente, entusiasti di dare il bentornato alla F1 a Baku dopo un periodo così difficile, ma ci mancheranno profondamente i nostri fantastici fan che hanno giocato un ruolo vitale nel rendere questo weekend di gara un'occasione così speciale anno dopo anno”, ha dichiarato il direttore esecutivo del Baku City Circuit, Arif Rahimov.

“Il nostro messaggio è tanto semplice quanto sentito: ci mancate e ci rivedremo!”.

"La nostra priorità principale quest'anno continuerà ad essere la salute e la sicurezza di tutti coloro che lavorano e partecipano all'evento, pur continuando a fornire uno spettacolo impressionante che il mondo potrà assaporare guardando da casa”.

“Ci aspettiamo ancora una volta che non manchino il dramma, le alte velocità e l'eccitazione quando la F1 arriverà nuovamente a Baku per la quinta volta quest'estate. Quindi godetevi il Gran Premio dell'Azerbaigian di F1 del 2021 e ci rivedremo tutti di persona nel 2022!".

condivisioni
commenti
Ufficiale: Portimao è la terza gara della stagione 2021 di F1
Articolo precedente

Ufficiale: Portimao è la terza gara della stagione 2021 di F1

Prossimo Articolo

Caso livrea Haas: la WADA indaga, ma il team può aver ragione

Caso livrea Haas: la WADA indaga, ma il team può aver ragione
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021