F1: ecco perché la Sprint Qualifying è una rivoluzione epocale

Con la Sprint Qualifying cambierà il concetto di qualifiche e poleman. Inoltre la Formula 1 diverrà anch'essa una categoria che proporrà di fatto 2 gare a fine settimana. Andiamo ad analizzare cosa comporterà la Sprint Qualifying.

F1: ecco perché la Sprint Qualifying è una rivoluzione epocale

Nel fine settimana del Gran Premio di Gran Bretagna la Formula 1 proporrà un format rivoluzionario, uno dei cambiamenti più forti affrontati da questo sport dal 1950 ma il messaggio che arriva è trasversale. L’approvazione del Consiglio Mondiale della FIA è un atto formale, la Sprint Race è di fatto stata varata, il suo debutto avverrà a Silverstone, con un secondo atto programmato a Monza, poi si vedrà.

C’è grande entusiasmo da parte di FIA e Liberty Media per una novità che sarà da verificare sul campo, con pro e contro. La nota positiva è che si è scelta una via prudente, con due o tre ‘esperimenti’ che permetteranno una valutazione completa di un’idea che al momento ha messo tutti d’accordo tra squadre, Federazione Internazionale e Formula 1.

La prudenza consiglia però di attendere per un giudizio definitivo, poiché sarà solo la pista a determinare se lo spettacolo ed i valori sportivi andranno d’accordo con il nuovo format. C’è però un aspetto che colpisce: un cambiamento che potrebbe davvero traghettare la Formula 1 un una nuova era (espressione usata molte volte per annunciare poco meno di nulla) è stato descritto come un regalo ai fans e… nella salvaguardia del ‘patrimonio e della tradizione’. Sia bene chiaro, non è una colpa voltare pagina. Ma se il format dei weekend con la sprint race diventerà parte integrante del regolamento sportivo a partire dal 2022 (anche se per un certo numero di eventi) sarà un cambiamento a dir poco rivoluzionario rispetto al passato, e sarebbe giusto sottolinearlo.

Cambia il poleman e doppia gara per weekend

Chi decide di cambiare aspetti del regolamento sportivo in vigore dal 1950 è liberissimo di farlo, dopodiché sarà elogiato qualora la novità si confermerà un passo avanti, e se ne assumerà la responsabilità nel caso in cui i riscontri saranno un flop. Ma ha poco senso definire un cambiamento strutturale di questa portata ‘nel rispetto della tradizione’, visto che si vanno a cambiare delle architravi della struttura che ha sorretto fino ad oggi la Formula 1.

L’introduzione della sprint race comporta la perdita del concetto di pole position, come è stata dal 1950. Non è cosa da poco, perché se per 71 anni il poleman è stato chi ha completato il giro più veloce in assoluto, nel prossimo weekend di Silverstone lo sarà il pilota vincitore della gara di sabato, nella realtà e nelle statistiche.

C’è poi una certa ritrosia a chiamare ‘gara’ quella che a tutti gli effetti è una gara, anche se si disputerà il sabato pomeriggio ed anche se sarà solo di cento chilometri. Il tutto per non togliere esclusività al Gran Premio, e per questo al termine della sprint race non ci sarà un podio.

La realtà è che di fatto la Formula 1 entra a far parte delle categorie con due corse per weekend. Non avranno ovviamente lo stesso peso, ma ogni fine settimana si disputeranno due gare, con due partenze, altrettanti arrivi e via dicendo, ed entrambe attribuiranno punti nella classifica generale, anche se con un coefficiente molto diverso.

Ma il tutto lo si vuole far passare sotto traccia, probabilmente (è un’ipotesi) per non turbare chi ama la Formula 1 come sport (anche) di tradizione. In linea con la tradizione, in questa operazione, non c’è proprio nulla, si tratta di un cambiamento epocale che segna un deciso cambio di rotta rispetto ad un passato lungo 71 anni.

condivisioni
commenti
Isola: “Da carabiniere ho vissuto i processi di mafia in aula”

Articolo precedente

Isola: “Da carabiniere ho vissuto i processi di mafia in aula”

Prossimo Articolo

Podcast: Montjuich '75, il mezzo punto leggendario per Lella Lombardi

Podcast: Montjuich '75, il mezzo punto leggendario per Lella Lombardi
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Roberto Chinchero
Podcast, Bobbi: "Hamilton, un 'ingegnere' al volante" Prime

Podcast, Bobbi: "Hamilton, un 'ingegnere' al volante"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu l'andamento delle prime prove libere del GP di Spagna di Formula 1. A stupire è l'abilità di Hamilton di effettuare del "fine tuning" seguendo via radio le indicazioni del suo ingegnere di pista

Piola: "Bene la Ferrari, ma non illudiamoci al venerdì" Prime

Piola: "Bene la Ferrari, ma non illudiamoci al venerdì"

Si apre ufficialmente il weekend del Gran Premio di Spagna. Nella giornata del venerdì di prove libere, domina Mercedes, ma è da evidenziare un piccolo segno di forza da parte della Ferrari. Attenzione a non illudersi, è solo venerdì. Andiamo ad analizzare quanto visto in pista in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola.

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP di Spagna Prime

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP di Spagna

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano nel podcast le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di Spagna, quarto appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1. Buon ascolto!

Piola: "Barcellona da massimo carico, ma non per Red Bull" Prime

Piola: "Barcellona da massimo carico, ma non per Red Bull"

Andiamo a scoprire le ultime novità tecniche delle scuderie di Formula 1 direttamente da Barcellona, dove il nostro Giorgio Piola è riuscito a carpirle sin nel dettaglio

Formula 1
6 mag 2021
F1 Stories: GP Portogallo 2021 Prime

F1 Stories: GP Portogallo 2021

Andiamo a rivivere le emozioni del GP del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di Formula 1

Formula 1
6 mag 2021
Ecco come Alpine ha iniziato a risalire la china Prime

Ecco come Alpine ha iniziato a risalire la china

Dopo un avvio di stagione a dir poco deludente, Alpine ha sfoderato un'ottima prestazione al GP del Portogallo con Ocon e Alonso. Ecco cosa c'è dietro ai miglioramenti delle A521 e perché potrebbero ripetersi anche al Montmelò, pista che nel 2021 le fece faticare.

Formula 1
5 mag 2021
Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo" Prime

Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"

Franco Nugnes, in compagnia del Dottor Ceccarelli, affronta il tema dell'ennesimo caso di sindrome compartimentale in MotoGP. Fabio Quartararo si è dovuto arrendere al dolore durante il GP di Spagna: classe regina in allarme?

MotoGP
5 mag 2021
Podcast, Bobbi: "Track limits, situazione da risolvere" Prime

Podcast, Bobbi: "Track limits, situazione da risolvere"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio del Portogallo con Matteo Bobbi, due volte campione del mondo FIA GT e telecronista Sky Sport F1, e Marco Congiu. A Portimao Lewis Hamilton segna la vittoria numero 97 della carriera davanti a Verstappen e Bottas. A tenere banco sono le polemiche sull'annullamento del Giro più Veloce dell'olandese a seguito del superamento dei track limits

Formula 1
4 mag 2021