Carey: "Trovato l'accordo, ma tre team volevano correre"

Chase Carey, col promoter del GP e il direttore di gara Michael Masi, ha risposto alle domande in merito alla cancellazione del GP d’Australia. Il presidente della F1 ha ammesso che in poche ore è cambiato il mondo, ma che Red Bull, Alpha Tauri e Racing Point volevano correre.

Carey: "Trovato l'accordo, ma tre team volevano correre"

Chase Carey, insieme ai promoter del Gran Premio d’Australia e al direttore di gara Michael Masi, ha indetto stamane a Melbourne una conferenza stampa per rispondere alle domande in merito alla cancellazione del Gran Premio d’Australia.

Un incontro all’aperto tenutosi all’esterno dell’area del paddock di Albert Park per permettere la presenza della stampa locale, non accreditata all’evento.

Il tutto mentre qualche spettatore deluso si aggirava ancora nelle aree merchandising (chiuse) con sottofondi i cicalini dei carrelli elevatori, tornati in massa per smontare il paddock poche ore dopo aver terminato le operazioni di montaggio.

Carey ha aperto la conferenza con un pensiero per il meccanico della McLaren risultato positivo al test Coronavirus, augurandosi una pronta guarigione ed un pronto ritorno alla sua attività, poi è arrivata la raffica di domande sul weekend terminato sul nascere.

“Siamo delusi, come lo sono i fans – ha confermato – questa è una delle gare che attendiamo di più, una grande manifestazione, e ci dispiace molto non averne potuto garantire il regolare svolgimento. Allo steso tempo penso che abbiamo preso le decisioni giuste, lavorando fianco a fianco con i nostri partner. Siamo delusi ma sono tempi difficili”.

“C’è stato un accumulo di eventi che ha portato alla decisione finale – ha spiegato Carey - certamente la positività del tecnico McLaren è stata cruciale, ma in realtà la situazione era già iniziata a cambiare molto rapidamente. Se torniamo indietro e valutiamo la situazione di quattro giorni fa, vediamo che nel mondo c’era un panorama differente, sia in Europa che negli Stati Uniti. È una situazione in evoluzione, la scorsa domenica qui a Melbourne c’è stato un evento di cricket che ha visto la presenza di quasi 100.000 spettatori, ma in pochi giorni i cambiamenti sono stati drastici”.

“Col senno di poi si vede tutto in modo diverso – ha proseguito Carey - ma quando i contesti cambiano così rapidamente come in questo caso, non resta che decidere in tempo reale. Ieri sera abbiamo analizzato tutte le informazioni che arrivavano in continuazione, è stata una decisione congiunta tra la FIA, noi (Liberty), i nostri partner australiani e i team, che hanno messo sul tavolo le differenti opinioni. Non è stato semplice ma siamo giunti ad un accordo”.

È emerso che tre dei dieci team erano favorevoli al proseguimento del weekend di Melbourne (Red Bull, Alpha Tauri e Racing Point) ma alla fine è prevalsa una linea comune.

Caray ha commentato anche le parole pronunciate il giorno prima da Lewis Hamilton, che ha puntato il dito contro il business come unico motivo dietro la scelta di essere a Melbourne, non condivisa dal campione del Mondo.

“Se il denaro fosse il Re (parole usate da Hamilton) – ha concluso il manager statunitense - non avremmo preso la decisione di annullare l’evento. Col senno di poi le cose sembrano diverse, ci sono stati eventi hanno cambiato la situazione. Quando abbiamo deciso di essere qui, a Melbourne si tenevano eventi con grande affluenza di pubblico e con una diversa situazione in generale nel mondo".

"Quando siamo partiti lo abbiamo fatto valutando una situazione diversa, ovvero il numero di casi Coronavirus presenti in Australia, ed anche il quadro generale in Europa era differente. Purtroppo quando i team erano in viaggio verso Melbourne la situazione è cambiata drasticamente, ed è una situazione che abbiamo dovuto affrontare in tempo reale arrivando alla decisione che abbiamo preso”.

Chase Carey, Chairman, Formula 1

Chase Carey, Chairman, Formula 1
1/4

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

I tifosi in coda fuori daL Gate 10

I tifosi in coda fuori daL Gate 10
2/4

Foto di: Andrew van Leeuwen

I tifosi in coda fuori daL Gate 10

I tifosi in coda fuori daL Gate 10
3/4

Foto di: Andrew van Leeuwen

Dettagli del circuito

Dettagli del circuito
4/4

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ora è ufficiale: il GP d'Australia di Formula 1 è cancellato

Articolo precedente

Ora è ufficiale: il GP d'Australia di Formula 1 è cancellato

Prossimo Articolo

Calendario F1: niente Bahrain, si correrà da Baku

Calendario F1: niente Bahrain, si correrà da Baku
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Australia
Sotto-evento Giovedì
Location Melbourne Grand Prix Circuit
Autore Roberto Chinchero
Piola: "Monte Carlo, toboga che si prepara in modo unico" Prime

Piola: "Monte Carlo, toboga che si prepara in modo unico"

A meno di sette giorni dal Gran Premio di Monaco di Formula 1, Giorgio Piola e Franco Nugnes ci parlano delle novità tecniche che le scuderie erano solite realizzare per l'appuntamento nel Principato. E sulla flessione delle ali attuali scopriamo che...

Hamilton vs Verstappen: fino a quando il duello resterà pulito? Prime

Hamilton vs Verstappen: fino a quando il duello resterà pulito?

Nelle prime quattro gare della stagione Hamilton e Verstappen hanno regalato intense lotte ruota a ruota, senza mai arrivare allo scontro. Questa pace armata durerà quando si arriverà al momento clou della stagione?

Formula 1
15 mag 2021
Mick Schumacher: dopo 4 gare se la gioca già con la Williams Prime

Mick Schumacher: dopo 4 gare se la gioca già con la Williams

Il tedesco della Haas in queste prime quattro gare ha mostrato progressi evidenti e dopo aver annientato il suo compagno di team Mazepin è già riuscito a mettere sotto pressione in più di una occasione Latifi.

Formula 1
15 mag 2021
Tsunoda: il super esordio in F1 è un'arma a doppio taglio Prime

Tsunoda: il super esordio in F1 è un'arma a doppio taglio

I primi punti all'esordio in F1, a Sakhir, poi ecco le prime difficoltà. Analizziamo motivi e perché del momento duro che sta attraversando il promettente giapponese dell'AlphaTauri dopo un avvio di stagione folgorante.

Formula 1
14 mag 2021
Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top

14esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Max Verstappen. Buon ascolto!

Formula 1
13 mag 2021
F1 Stories: il GP di Spagna 2021 Prime

F1 Stories: il GP di Spagna 2021

Andiamo a ripercorrere tutte le emozioni che ci ha offerto il Gran Premio di Spagna di Formula 1

Formula 1
13 mag 2021
Bottas: come finire in un... buco nero Prime

Bottas: come finire in un... buco nero

Il finlandese sta vivendo una stagione in Mercedes molto diversa da quelle precedenti: sa di non essere in lizza per un rinnovo del contratto (il suo posto è promesso a Russell), non deve puntare a traguardi troppo ambiziosi altrimenti toglie punti a Hamilton nel duello con Verstappen, ma non può nemmeno tirare i remi in barca perché rischia di essere sostituito. Eppure sarà l'uomo determinante per conquistat dell'ottavo titolo Costruttori.

Formula 1
12 mag 2021
Alonso, torero dalla spada spuntata Prime

Alonso, torero dalla spada spuntata

Fernando Alonso ha chiuso il GP di Spagna di Formula 1 in diciassettesima posizione, doppiato e ben lontano dalla zona punti. L'asturiano è apparso in difficoltà per tutto il fine settimana, dove è stato regolarmente "suonato" dal compagno di team Esteban Ocon. L'augurio è che, da Monaco in avanti, Alonso possa invertire la china

Formula 1
11 mag 2021