Clamoroso: la Renault vuole Newey per tornare a essere un top team vincente

condivisioni
commenti
Clamoroso: la Renault vuole Newey per tornare a essere un top team vincente
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
15 giu 2018, 08:47

In Costa Azzurra ci sarebbe stato un contatto fra un emissario della Casa francese e il dt Red Bull che ha il contratto in scadenza. E' rappresaglia con Milton Keynes per il possibile "rifiuto" del motore o è partita una trattativa seria?

Adrian Newey, Red Bull Racing
Renault Sport F1 Team logo in the pits
Carlos Sainz Jr., Renault Sport F1 Team R.S. 18
Carlos Sainz Jr., Renault Sport F1 Team R.S. 18
Cyril Abiteboul, Managing Director, Renault Sport F1 Team, Helmut Markko, Consultant, Red Bull Racin
Renault Sport F1 Team logo
Jerome Stoll, Direttore Renault Sport F1 e Carlos Ghosn, Chairman Renault
Paul Monaghan, Chief Engineer Red Bull Racing, Remi Taffin, Capo delle operazioni in pista Renault Sport F1

Dietro un’apparente calma in casa Red Bull sono giorni molto intensi. Da una parte c’è il lavoro programmato per lo sviluppo della RB14, ma soprattutto ci sono da porre le basi per il prossimo biennio.

Alcuni pilastri sono già al loro posto (uno su tutti Max Verstappen) ma molto altro è ancora da definire. Come è noto sarà comunicata presto la power unit che spingerà le monoposto nelle stagioni 2019/2020, così come non è ancora confermato il pilota che sarà al fianco di Verstappen.

Tutto fa pensare ad una riconferma di Daniel Ricciardo, ma la firma al momento non è ancora stata messa.

C’è però un altro punto ancora in sospeso, e di grandissima importanza. Si è appreso nei giorni scorsi che anche il contratto che lega al team di Milton Keynes Adrian Newey è in scadenza, ed il cinquantanovenne ingegnere britannico è ormai da molti anni il sogno tecnico di molte squadre.

L’ultimo rinnovo con la Red Bull risale al 2014, e all’epoca fu annunciato un nuovo contratto che avrebbe permesso a Newey di potersi dedicare anche a dei progetti alternativi.

Un’intenzione diventata realtà con la Aston Martin Valkyrie che ha esordito lo scorso anno. Dodici mesi fa, complici le performance non eccezionali della Red Bull nella prima parte di stagione, si disse che il calo di forma del team fosse dovuto proprio al minor tempo dedicato alla Formula 1 da Newey, ma terminato il progetto della hypercar, il “genio” è tornato a tempo pieno al timone tecnico della Red Bull, ed i risultati sono subito arrivati.

In questa stagione la sua presenza in squadra è stata full-time, comprese numerose apparizioni sui campi di gara, e non ci sono segnali che facciano pensare ad un Newey intenzionato a dedicarsi ad altro.

Il paddock è diviso sul fronte delle ipotesi sul suo futuro: c’è chi sostiene che completerà l’attuale ciclo tecnico con la Red Bull, rinnovando fino al termine del Mondiale 2020, per poi lasciare la Formula 1, ma c’è anche chi ipotizza un cambio di casacca che sarebbe clamoroso.

Newey in passato è stato corteggiato da molti team (inclusa la Ferrari) restando sempre fedele alla Red Bull anche per non modificare il suo stile di vita. Ma se fosse arrivata un’offerta allettante dalla Renault la cui sede dista 60 chilometri da quella Red Bull?

È questa una delle ipotesi chiacchierate in questi giorni, a cui ovviamente oggi non seguono altri indizi se non la voce di un incontro di Adrian con un emissario Renault avvenuto in Costa azzurra (il "genio" è in Fancia a seguire la 24 Ore di Le Mans del figlio Harrison sulla Dallara P217-Gibson del team della SMP Racing).

Ovviamente in questa fase arriveranno le smentite da entrambe le parti, ma ci sono diversi "nervi scoperti" fra Red Bull e Renault.

Se il team di Milton Keynes sceglierà la via della power unit Honda, per la Renault sarà un duro colpo da accettare: la Casa francese si sentirà rifiutata e si troverà all'improvviso senza la squadra di punta, l'unica che è in grado di vincere.

E non è fantascienza ipotizzare, qundi, che nella sede di Enstone possano fare di tutto per prendersi una rivincita, puntando ad una figura chiave come Newey per potenziare il proprio organico tecnico ed allo stesso tempo indebolire quello degli avversari diretti.

La Renault sta investendo grandi risorse per tornare a essere un top team e il colpo di Newey potrebbe accelerare una crescita che è molto sollecitata anche dal presidente Carlos Ghosn. Il pallino ce l'ha in mano Adrian...

Prossimo Articolo
Gran Premio di Russia: Pirelli propone l'ennesimo salto di mescola della stagione

Articolo precedente

Gran Premio di Russia: Pirelli propone l'ennesimo salto di mescola della stagione

Prossimo Articolo

Spa-Francorchamps rinnova con la F1: rimarrà in calendario per i prossimi 3 anni

Spa-Francorchamps rinnova con la F1: rimarrà in calendario per i prossimi 3 anni
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Renault F1 Team
Autore Roberto Chinchero