Sebastian Vettel batte le Lotus

Il tedesco e' stato autore di una partenza perfetta e poi ha battagliato con Räikkönen e Grosjean

Sebastian Vettel batte le Lotus
Sebastian Vettel ha finalmente vinto il Gran Premio di Germania e ci e' riuscito al Nürburgring resistendo all'assalto finale delle Lotus di Kimi Räikkönen e Romain Grosjean. La coppia nero-oro ha fatto a turni per dare la caccia al tedesco della Red Bull, e in diverse occasioni e' parso che il Campione del Mondo non sarebbe riuscito a difendere la posizione, ma nel finale ha tirato fuori quel decimino che gli ha permesso di resistere allo scatenato finlandese. Al via la Mercedes del poleman Lewis Hamilton e' stata letteralmente sverniciata dalle due Red Bull, con Vettel che si e' subito portato in testa seguito da Mark Webber. L'australiano ha seguito come un ombra il suo caposquadra fino al primo round di pitstop, ma e' stato fatto ripartire troppo presto quando la posteriore destra non era ancora stata montata completamente. La gomma e' cosi' schizzata via finendo addosso ad un cameraman, portato poi in ospedale per accertamenti. Intanto in pista Hamilton ha continuato a perdere posizioni con problemi di grosso degrado agli pneumatici, mentre la Lotus e' progressivamente cresciuta con una strategia che ha visto Grosjean partire con le soft e tenerle montate per ben 13 passaggi, risalendo cosi' da quinto a secondo. Da quel momento il francese si e' lanciato alla caccia di Vettel, senza pero' mai riuscire a portarsi a meno di due secondi. Una safety car a meta' gara, entrata per ripulire la pista dallo sporco lasciato dalla Marussia di Jules Bianchi, ha poi ricompattato tutti, permettendo anche a Räikkönen di recuperare in un istante i dodici secondi di svantaggio e ti tornare in lotta per la vittoria. I leader hanno approfittato della pausa per effettuare la seconda sosta, ma non sono riusciti ad arrivare senza più fermarsi fino alla bandiera a scacchi come sperato. Il primo a fermarsi ancora e' stato Grosjean, mentre Vettel ha fatto lo stesso il giro seguente riuscendo a uscire nuovamente davanti al francese. Räikkönen invece ha fatto altri dieci giri e si e' fermato per montare gomme morbide, cosi' da poter raggiungere e scavalcare prima il suo compagno di squadra (che ha ricevuto comunicazioni dal muretto box di non rallentarlo) e di lanciarsi alla caccia del leader, che pero' una volta visto il suo vantaggio ridursi fino ad un secondo ha iniziato a girare come il finlandese non permettendogli mai di avvicinarsi ulteriormente Anche Grosjean hadovuto difendersi nel finale, nel suo caso dalla Ferrari di Fernando Alonso, unico pilota di Maranello rimosto in pista dopo il testacoda di Felipe Massa già al quarto giro mentre era sesto. Quinto ha concluso Hamilton, che e' riuscito a passare il suo ex compagno di squadra Jenson Button all'ultimo passaggio, la cui McLaren ha fatto due sole soste. Conclude settimo la sua rimonta Webber dopo essere stato riportato al suo box ed aver ricevuto una nuova ruota posteriore destra. Dietro di lui l'altra McLaren di Sergio Perez. Mesta gara per Nico Rosberg, partito solamente 11esimo dopo l'errore nella Q2 di ieri e mai protagonista. Per lui solo un nono posto finale davanti al suo compatriota Nico Hulkenberg con la Sauber. "Evaporato" Daniel Ricciardo dopo la grande qualifica, che da sesto sulla griglia e' gradualmente arretrato fino al 12esimo posto, chiuso a panino dalle due Force India di Paul di Resta ed Adrian Sutil. Un passo avanti invece per la Williams, che a lungo e' parsa in grado di poter entrare in zona punti prima che delle soste lente abbiano danneggiato entrambi i piloti del team di Grove.

Formula 1 - Nürburgring - Gara

Formula 1 - Nürburgring - Classifica piloti

Formula 1 - Nürburgring - Classifica squadre

condivisioni
commenti
Alonso: "La pole non era alla nostra portata"

Articolo precedente

Alonso: "La pole non era alla nostra portata"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Non ho nulla di buono da dire sulle Pirelli"

Hamilton: "Non ho nulla di buono da dire sulle Pirelli"
Carica commenti
Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci” Prime

Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina con Motorsport.com. In questa puntata del Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano della necessità di avere un ingegnere di pista capace di leggere, oltre ai numeri, anche le situazioni di gara e la psicologia del pilota

Formula 1
23 giu 2021
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1 Prime

F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1

Il suo simbolo era un simpatico orsetto giallo, con tanto di casco. Rolls Royce, aerei privati, yacht, banchetti con aragoste e champagne: questo, e molto altro, era la Hesketh Racing. Ripercorriamo insieme la storia, e la prima vittoria, del team più stravagante e glamour della Formula 1.

Formula 1
22 giu 2021
La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica Prime

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica

In questa nostra consueta animazione grafica, mettiamo in luce gli aspetti chiave del Gran premio di Francia di Formula 1. Oltre ovviamente alla prepotente vittoria di Verstappen, va evidenziato come le due Ferrari di sainz e Leclerc, con il passar del tempo, sprofondavano sempre più in classifica

Formula 1
21 giu 2021
Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi” Prime

Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi”

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio di Francia di Formula 1 corso sul tracciato del Paul Ricard. Ovviamente, sempre in compagnia di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
21 giu 2021
Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari" Prime

Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu il Gran Premio di Francia di Formula 1 in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. Lewis Hamilton e Max Verstappen ci hanno regalato una gara intensa, dove a farla da protagonista è stata la gestione delle gomme. Chi ha pagato più di tutti sotto questo punto di vista è stata la Ferrari: ecco perché...

Formula 1
21 giu 2021
Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari" Prime

Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari"

In questa puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano i fatti salienti del Gran Premio di Francia. Buon ascolto!

Formula 1
20 giu 2021
Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia Prime

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia

Andiamo a scoprire la griglia di partenza del Gran Premio di Francia 2021: Max Verstappen parte dalla prima casella, precedendo le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Formula 1
20 giu 2021