Brno, Gara 1: Giammaria-Kruglyk una bella sorpresa
Raffaele Giammaria e Andrii Kruglyk hanno piazzato il colpaccio a Brno con la Ferrari 458 del team Ukraine in Gara 1 del secondo appuntamento della GT Sprint Series e sono riusciti a contenere la rimonta dei Talkanitsa, padre e figlio, grandi favoriti con la Ferrari 458 della classe GTS2. Alexander jr era partito in testa con grande determinazione nella prima frazione di gara, ma Raffaele Giammaria aveva mantenuto il distacco nel primo stint e, quando è iniziata la sarabanda dei pit stop obbligatori, hanno potuto beneficiare dei 15 secondi di sosta in più a cui è stato obbligato l'equipaggio russo dopo la vittoria di Monza. Vinta la resistenza di Jakubik-Vorba, che sono stati anche in testa alla corsa con la 458 della RPD Racing, Giammaria e Kruglyk sono stati abilissimi a contenere il ritorno di papà Talkenitsa, non troppo aggressivo nel traffico: il margine di 3"397 testimonia quanto sia stato thrilling il finale di questa corsa di un'ora. Alla nera vettura dell'AF Corse si sono dovuti arrendere Waszek-Palmi proprio al penultimo giro: l'equipaggio della AR Cars Racing ha chiuso a 6"592 dalla vetta, mentre molto positivo è stato il quarto posto conseguito da Roberto Del Castello con la Chevrolet Corvette Z06R: il pilota della RC Motosport era partito dalla quarta fila, dopo una qualifica non troppo brillante a causa di problemi di assetto, e ha fatto una bella rimonta nella seconda parte della corsa. Del Castello si è messo alle spalle Jakubik-Vorba e Cordoni-Mantovani, interrompendo con la sua gialla Corvette una supremazia Ferrari, visto che la Casa di Maranello ha piazzato cinque vetture ai primi sei posti. Dietro alla 458 dell'Ombra si segnala la Porsche 997 dell'Autorlando di Glauco Solieri, che ha preceduto l'altra vettura di Pollini con Fernando Croce e Stefano Costantini ottavi. Deludente la prestazione dell'Audi R8 di Johan Kristoffersson e Thomas Shoffler: il tedesco è stato autore di un testacoda che lo ha fatto precipitare dal sesto al tredicesimo posto conclusivo. I due, protagonisti l'anno scorso in Superstars con l'Audi RS5, non sono mai stati nelle posizioni di vertice. Diciassette le vettura al via, in aumento rispetto all'avvio di Monza: un solo ritiro per Tkac-Studenic dopo che erano stati in lizza per un posto da podio.

GT Sprint - Brno - Gara 1

condivisioni
commenti
I Talkanitsa davanti nelle libere di Brno
Articolo precedente

I Talkanitsa davanti nelle libere di Brno

Prossimo Articolo

Brno, Gara 2: la vittoria va a Glauco Solieri

Brno, Gara 2: la vittoria va a Glauco Solieri
Carica commenti