Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
2 giorni
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
1 giorno
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
9 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
65 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic
Dakar 2019: Moto
Topic

Dakar 2019: Moto

Dakar, Moto, Tappa 9: a sorpresa spunta Metge, Price gestisce la leadership

condivisioni
commenti
Dakar, Moto, Tappa 9: a sorpresa spunta Metge, Price gestisce la leadership
Di:
16 gen 2019, 16:14

La tappa con partenza in stile motocross ha visto il successo a sorpresa del francese della Sherco, mentre l'australiano della KTM ha concesso un solo secondo a Quintanilla: entreranno nell'ultima tappa separati da 1'02". Si ritira van Beveren con il motore della sua Yamaha ko.

La partenza in stile "holeshot" con i piloti al via in gruppi da dieci, ha fatto sì che la nona tappa della Dakar 2019, quella ad anello intorno a Pisco, non portasse grandi scossoni alla classifica generale, dopo quelli che erano arrivati con le penalità assegnate a bocce ferme.

Alla fine della tappa di ieri, infatti, sono state inflitte tre ore di penalità a Kevin Benavides, colpevole secondo la direzione gara di aver utilizzato delle note riportare sul serbatoio della sua Honda. Ne ha beccata una invece Sam Sunderland per aver alterato il l'Iritrak della sua KTM in speciale.

Leggi anche:

A contendersi la vittoria finale, dunque, oggi quindi si presentavano ancora quattro piloti: il leader Toby Price, oltre a Pablo Quintanilla, Matthias Walkner ed Adrien van Beveren. Il problema è che tutti questi piloti scattavano nello stesso gruppo e inevitabilmente sono partiti i giochi di strategia, con nessuno che voleva aprire la traccia per gli altri.

Non è un caso, dunque, che alla fine i tempi dei big siano stati tutti molto ravvicinati tra loro e che alla fine a spuntarla nella tappa sia stato un outsider come il francese Michael Metge, che in sella alla sua Sherco ha firmato il suo primo trionfo di giornata alla Dakar, precedendo di due minuti esatti un'altra sorpresa come Daniel Nosiglia.

Il primo dei big è stato invece Quintanilla, autore del terzo tempo a 3'28" da Metge. Peccato però che il cileno della Husqvarna abbia guadagnato appena un secondo nei confronti delle due KTM ufficiali dei rivali Walkner e Price. Questo vuol dire che l'australiano ha conservato un vantaggio di 1'02" nei suoi confronti e di 6'35" sul compagno di squadra austriaco.

Sono andati in fumo il motore della Yamaha ed i sogni di gloria di Adrien van Beveren. Il francese è rimasto a piedi a soli 16 km dal termine, bruciando così le sue speranze di poter continuare a battagliare almeno per un piazzamento a podio.

Se solitamente l'ultima tappa è una passerella per il vincitore, questa volta Price non potrà dormire sonni troppo tranquilli: il suo vantaggio su Quintanilla è veramente risicato e domani ci sono ancora 112 km cronometrati da affrontare, nei quali c'è da scommettere che il pilota sudamericano darà il massimo per provare a non farsi scappare l'occasione della vita.

Continuando a scorrere la classifica, quello che più di tutti ha tratto vantaggio dalle penalità e dai ritiri altrui è senza ombra di dubbio Andrew Short. Con il settimo tempo di oggi, il crossista statunitense ha portato la sua Husqvarna addirittura al quarto posto nella generale, anche se a 40'01" dal leader Price.

A completare la top 5 c'è poi la Yamaha superstite di Xavier de Soultrait a 47'44", mentre domani è lecito attendersi una bella battaglia anche per la sesta posizione, con José Ignacio Cornejo, primo tra i piloti Honda, e Luciano Benavides che entreranno nell'ultima speciale separati da soli 5 secondi, a poco più di un'ora dal leader. Dopo la penalità rimediata ieri, Sunderland invece è ottavo a poco più di un'ora e dieci.

Molto buona anche la tappa di Maurizio Gerini, che addirittura era stato terzo fino al WP3. Il pilota del Solarys Racing, che è il miglior italiano in classifica, ha poi chiuso con il 14esimo tempo di giornata ed ora occupa la stessa posizione anche nella classifica generale, con poco più di quattro di ritardo. E' ad un passo dalla top 10 nella generale invece Laia Sanz, anche se difficilmente riuscirà a conquistarla, visto che tra la sua KTM e la Honda di Nosiglia che la precede ci sono oltre 45 minuti.

Bisogna ricordare poi che, oltre a Ricky Brabec e Stefan Svitko, ritirati ieri per la rottura del motore e per incidente, questa mattina non hanno preso il via della tappa Armand Monleon, Ivan Jakes, Emanuel Gyenes, Maciej Giemza, Antonio Maio, Stuart Gregory, Romain Leloup e Dmitry Agoshkov.

Pos. Pilota Moto Tempo/Gap Penalità
1 Toby Price KTM 32.43'15” +1'33"
2 Pablo Quintanilla Husqvarna +1'02"  
3 Matthias Walkner KTM +6'35" +3'00"
4 Andrew Short Husqvarna +40'01"  
5 Xavier de Soultrait Yamaha +47'44" +1'00"
6 José Ignacio Cornejo Honda +1.05'45" +15'00"
7 Luciano Benavides KTM +1.05'50"  
8 Sam Sunderland KTM +1.10'15" +1.02'00"
9 Oriol Mena Hero +1.52'20"  
10 Daniel Nosiglia Honda +2.21'51" +2'00"

 

Prossimo Articolo
Dakar, Peterhansel costretto al ritiro per un incidente al chilometro 26 della Tappa 9!

Articolo precedente

Dakar, Peterhansel costretto al ritiro per un incidente al chilometro 26 della Tappa 9!

Prossimo Articolo

Dakar, Caetano realizza il sogno di una vita: "Mi sono dato una sola chance, quindi devo finire la gara"

Dakar, Caetano realizza il sogno di una vita: "Mi sono dato una sola chance, quindi devo finire la gara"
Carica commenti