Tarquini: "Ottenuto il massimo dopo una bella lotta"

condivisioni
commenti
Tarquini:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
13 set 2015, 18:50

Weekend agro-dolce per l'abruzzese della Honda, a podio in Gara 1 e punito per un contatto in Gara 2.

Gabriele Tarquini, Honda Civic WTCC, Honda Racing Team JAS
Gabriele Tarquini, Honda Civic WTCC, Honda Racing Team JAS
Podio: il vincitore Ma Qing Hua, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team, secondo clas
Podio: il vincitore Ma Qing Hua, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team, secondo clas
Gabriele Tarquini, Honda Civic WTCC, Honda Racing Team JAS
Gabriele Tarquini, Honda Civic WTCC, Honda Racing Team JAS
Yvan Muller, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team

E' difficile dare un giudizio sul weekend di Gabriele Tarquini a Motegi. L'abruzzese, nell'evento giapponese del WTCC che lo vedeva correre in casa con la sua Honda, ha iniziato benissimo fin dal venerdì, dominando tutte le sessioni di prove.

In Qualifica qualcosa è andato storto e il "cinghiale" ha ammesso onestamente le proprie colpe. Gara 1 di oggi lo ha visto grande protagonista, essendo salito sul terzo gradino del podio dopo un bel via e una gara consistente.

Il veterano di Giulianova, però, ha avuto più grattacapi in Gara 2, dove ha mostrato una grinta notevole battagliando con Huff, Loeb e Ma. Alla fine la Civic #2 è stata battuta per soli 0"089 sul traguardo dall'ex rallista, ma il quinto posto finale si è volatilizzato non appena i giudici hanno punito Tarquini per un contatto avvenuto con Ma alla curva 1. I 30" aggiunti sul suo tempo finale lo fanno scivolare al 12° posto e fuori dalla zona punti.

Podio in Gara 1 e tanti contatti nel secondo round: raccontaci come è andata…
“In Gara 1 sono partito benissimo e nelle prime curve ho lottato con le Citroën, dopo di che mi sono ritrovato 3° e ho iniziato a spingere avendo un buon passo. Nei primi giri ero molto competitivo, pensavo di poter riprendere Michelisz e “Pechito”, non erano lontani. Una volta raggiunto Norbi, però, è stata dura superarlo perché abbiamo la stessa auto, quindi anche sfruttando la scia non ci sono riuscito. Direi che il terzo posto era il massimo e ne sono felice, anche se la speranza era vincere Gara 1 e non ne siamo stati capaci, peccato. Diciamo che l’errore in Qualifica è costato carissimo. In Gara 2 sono scattato altrettanto bene, ma non ho trovato lo spazio per passare alla prima curva. Ci sono stati diversi contatti con Ma Qing Hua e anche un po’ di caos con Huff. All’ultima curva ho perso la quarta piazza, ma comunque è stata una lotta divertente e penso che la gente se la sia goduta.”

Prossimo articolo WTCC
Ecco la livrea della Honda Civic ufficiale

Articolo precedente

Ecco la livrea della Honda Civic ufficiale

Prossimo Articolo

Volvo entra ufficialmente con la Polestar Cyan Racing!

Volvo entra ufficialmente con la Polestar Cyan Racing!
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WTCC
Evento Motegi
Location Twin Ring Motegi
Piloti Gabriele Tarquini
Team Honda Racing Team JAS
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Commento