WSBK
21 giu
-
23 giu
Evento concluso
05 lug
-
07 lug
Evento concluso
12 lug
-
14 lug
Evento concluso
G
Algarve
06 set
-
08 set
Prossimo evento tra
17 giorni
G
Magny-Cours
27 set
-
28 set
Prossimo evento tra
38 giorni
G
Villicum
11 ott
-
13 ott
Prossimo evento tra
52 giorni
G
Losail
24 ott
-
26 ott
Prossimo evento tra
65 giorni

Portimao, Superpole: Rea a segno, Laverty e Savadori in prima fila

condivisioni
commenti
Portimao, Superpole: Rea a segno, Laverty e Savadori in prima fila
Di:
16 set 2017, 12:09

L’iridato ad un soffio dal record in prova di Sykes. Doppia prima fila per l’Aprilia ma c’è l’incognita usura gomme. Ducati in difficoltà, con Melandri quinto e Davies, anche scivolato, nono.

Pole position annunciata per Jonathan Rea, che ha così conquistato la sua dodicesima partenza dalla prima posizione in carriera. Nonostante l’asfalto decisamente rovinato, il “Cannibale” della Kawasaki ha sciorinato l’ennesima grande prestazione, 1’41”430, davvero ad un soffio dal record in prova detenuto e realizzato da Tom Sykes nel 2013 in 1’41”360.

Una prova di forza imperiosa, che non ha lasciato scampo ai suoi avversari, lasciati da sette decimi in su, anche perché non si è trovato in pista Sykes, infortunato nella FP3 e che sarà operato questo weekend a Barcellona per ridurre la doppia frattura al mignolo sinistro e provare a rientrare già a Magny-Cours. Una cavalcata solitaria che preannuncia una gara da indiscusso dominatore se gli inseguitori non riusciranno ad estrarre il classico coniglio dal cilindro, assai improbabile al momento.

Soprattutto è apparsa in grande difficoltà la Ducati. Chaz Davies scatterà addirittura dalla nona casella, frutto di una scivolata a pochi secondi dal termine della sessione. Il gallese stava guidando un po’ impiccato e in queste condizioni l’errore è sempre dietro all’angolo. Gara in salita per lui ma anche per Marco Melandri, autore della quinta prestazione ma addirittura ad oltre 1” da Rea. Con gomma da tempo la Panigale non si è dimostrata competitiva, la speranza è che lo sia maggiormente con quella da gara.

E’ stata senza dubbio una Superpole 2 un po’ pazza, tanto che ci ritroviamo con entrambe le Aprilia in prima fila. Sia Eugene Laverty che Lorenzo Savadori sono stati bravi a sfruttare il pneumatico dal tempo ma il risultato non tragga in inganno: entrambi i piloti, nella simulazione gara, sono andati in crisi di grip posteriore dopo una manciata di giri e questo non è certo una buona notizia.

Continua a marciare forte Alex Lowes con la Yamaha, anche per lui l’incognita usura gomme, ma l’inglese in questo weekend appare molto concentrato e determinato e sarà da tenere d’occhio in ottica podio, più del compagno di squadra Michael van der Mark, apparso troppo altalenante nelle prestazioni. Galvanizzato dall’aver superato la Superpole 1, Jordi Torres ha cavalcato l’onda dell’entusiasmo anche nella 2, nonostante una BMW che si muoveva davvero tanto e può essere la sorpresa del giorno, se riuscirà a partire bene.

Terza fila a fianco di Davies per Stefan Bradl. Il tedesco deve riuscire a scattare veloce al via, magari agganciandosi al treno di Davies, e poi vedere cosa succede in una gara davvero incerta per quanto riguarda il risultato finale. Incerta per le posizioni del podio, non per la vittoria.

Delusione invece per Leon Camier, grande protagonista nelle prove. Il pilota inglese ha visto andare in fumo le sue chance per la rottura del motore della sua MV che lo costringerà a partire dalla quarta fila.

Cla#RiderBikeGiriTempoGapDistaccokm/h
1 1 united_kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 5 1'41.430     162.981
2 50 united_kingdom Eugene Laverty  Aprilia 5 1'42.197 0.767 0.767 161.758
3 32 italy Lorenzo Savadori  Aprilia 5 1'42.374 0.944 0.177 161.478
4 22 united_kingdom Alex Lowes  Yamaha 6 1'42.413 0.983 0.039 161.417
5 33 italy Marco Melandri  Ducati 6 1'42.439 1.009 0.026 161.376
6 81 spain Jordi Torres  BMW 6 1'42.586 1.156 0.147 161.144
7 60 netherlands Michael van der Mark  Yamaha 6 1'42.608 1.178 0.022 161.110
8 6 germany Stefan Bradl  Honda 6 1'42.870 1.440 0.262 160.699
9 7 united_kingdom Chaz Davies  Ducati 6 1'43.071 1.641 0.201 160.386
10 12 spain Javier Fores  Ducati 6 1'43.116 1.686 0.045 160.316
Prossimo Articolo
Portimao, Libere 3: Rea esagerato, Davies secondo e staccatissimo

Articolo precedente

Portimao, Libere 3: Rea esagerato, Davies secondo e staccatissimo

Prossimo Articolo

Fotogallery: il rogo della Kawasaki di Tom Sykes a Portimao

Fotogallery: il rogo della Kawasaki di Tom Sykes a Portimao
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Evento Portimao
Location Algarve International Circuit
Autore Marcello Pollini
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie