WRC
26 feb
Evento concluso
22 feb
Prossimo evento tra
7 giorni
20 mag
Prossimo evento tra
35 giorni
G
Rally del Belgio
13 ago
Prossimo evento tra
120 giorni
G
Rally della Grecia
09 set
Prossimo evento tra
147 giorni

WRC, Testoni: "Pirelli, i test gomme 2021 da luglio con una Plus"

Terenzio Testoni, Rally activity manager di Pirelli, racconta in esclusiva a Motorsport.com i piani della Casa milanese per la preparazione delle gomme WRC 2021. Dal prossimo anno Pirelli sarà fornitrice unica del WRC e del WRC2.

WRC, Testoni: "Pirelli, i test gomme 2021 da luglio con una Plus"

Il WRC 2020 non ripartirà prima del mese di settembre, quando dovrebbe tenersi il Rally di Turchia. Intanto i team si stanno preparando svolgendo test in Finlandia, ma non sono i soli a prepararsi per il futuro. Pirelli, infatti, prepara il grande rientro nella massima categoria del Mondiale Rally, il WRC, che farà a partire dal 1 gennaio 2021 diventando fornitore unico di gomme prendendo il posto di Michelin.

Pirelli è in fermento, perché tra poco partiranno i primi test sulle gomme che dovranno calzare le vetture WRC Plus a partire dal Rallye Monte-Carlo del prossimo anno. A raccontare i piani della Casa milanese riguardo il Mondiale Rally che verrà è stato il manager delle attività rally di Pirelli, Terenzio Testoni, il quale ha rilasciato un'intervista esclusiva a Motorsport.com.

Testoni, quando inizierete i test con le gomme Pirelli 2021 per il WRC?
"La situazione legata alla pandemia da COVID-19 ci ha portato ad avere difficoltà e ha ritardato tutto. Eravamo pronti per i primi test a fine aprile, ma ora siamo fiduciosi di poter iniziare a luglio. Pirelli, sia per le gomme da sterrato che per quelle da asfalto ha sempre fatto i suoi test in Sardegna e lo ha fatto per diversi motivi. Per prima cosa abbiamo tutti i riferimenti e possiamo capire dove siamo e subito la bontà del prodotto, e poi perché andiamo a provare direttamente sulle prove speciali. E questo è un parametro che può aiutarci nel velocizzare lo sviluppo".

La scelta della Sardegna è solo legata al confronto dati o ci sono altri motivi?
"Abbiamo scelto la Sardegna anche per il fatto che di incertezze, a oggi, ce ne sono già abbastanza. Invece sull'isola abbiamo ottimi rapporti con gli enti locali e non avremo problemi a farci dare delle strade per provare. Abbiamo bisogno di certezze e là abbiamo riferimenti. Poi magari ci sposteremo, ma partiremo da lì e fare più sessioni che potremo arrivando alla fine dell'anno".

Quali sono le difficoltà attuali?
"Le difficoltà a oggi sono legate al fatto che il governatore della regione Sardegna non ha ancora fatto sapere quale sarà il protocollo sanitario per chi arriva sull'isola. Noi siamo in attesa, ma a breve dovrà uscire, anche perché servirà molto anche per il turismo della Sardegna stessa. Addirittura in questi giorni è nata una polemica tra la Regione e alcuni albergatori proprio perché senza la divulgazione del protocollo sanitario, il turismo sull'isola non potrà riprendere e chi lavora in quel settore ha necessità di saperlo. Noi ci siamo imposti comunque una deadline e a luglio inizieremo comunque a provare".

Per preparare le gomme WRC 2021 Pirelli partirà da un foglio bianco o da un prodotto già esistente che farà da base?
"Non partiremo da un foglio completamente bianco per sviluppare i nostri prodotti per il WRC. Noi abbiamo tanta esperienza in questo campo e partiamo da un'insieme di informazioni. Abbiamo già le gomme che forniamo al WRC2, abbiamo anche altre informazioni. Quando facciamo una gomma abbiamo l'obiettivo di dare importanza alla prestazione, anche per poi portare il know-how nel prodotto. In questa situazione invece l'aspetto principale non sarà solo la prestazione, ma anche l'usura, correlata alla prestazione. Vogliamo avere le gomme prestazionali e ancora più robuste".

I test sulle gomme 2021 saranno fatti usando una vettura WRC Plus?
"Confermo che faremo i test per le gomme 2021 con una macchina WRC Plus. Ma, al momento, non ti so ancora dire quale macchina sarà perché ne stiamo ancora discutendo con la FIA. Anche per questioni sportive dobbiamo cercare di evitare che qualche marchio possa avere vantaggi rispetto agli altri. Per questo stiamo parlando con la Federazione per individuare assieme sia la macchina che il pilota. Però posso confermare sarà una Plus. Avremo bisogno di utilizzare una Plus, posso confermartelo perché il prossimo anno i team lo affronteranno ancora con quel tipo di vetture e noi dovremo fornire un prodotto adeguato alle esigenze di quelle vetture".

Chi potrebbe avere il ruolo di pilota per i test delle gomme 2021?
"Per quanto riguarda il pilota che farà da tester per le gomme 2021 e che farà le prove con la WRC Plus prenderemo uno che non sta facendo il Mondiale quest'anno. Ci serve un pilota che abbia esperienza con le Plus. Dobbiamo ancora sceglierlo, ma la rosa di piloti comprende nomi del calibro di Kris Meeke, Jari-Matti Latvala, Hayden Paddon, Andreas Mikkelsen. Lo stiamo individuando con la FIA. Comunque sarà uno di questi, perché abbiamo bisogno di uno di questi piloti che conoscono le WRC Plus. Il fattore principale di queste vetture è il carico aerodinamico ed è importante avere un pilota che conosca quanto sia importante l'effetto dell'aerodinamica. Ecco l'aspetto dell'aerodinamica delle Plus è forse quello che conosciamo meno, ma già in passato abbiamo avuto modo di gommare delle WRC Plus, l'anno scorso ad esempio. Un minimo di know-how lo abbiamo e siamo fiduciosi".

Che tipo di lavoro sta pianificando Pirelli per le gomme 2022, che dovranno equipaggiare vetture differenti dalle WRC Plus?
"Potremo pianificare bene il lavoro sulle gomme 2022 quando avremo chiarezza sul nuovo regolamento che sarà introdotto in quella stagione. Al momento c'è una base di quel regolamento, non è ben definito. Sicuramente una volta che avremo finito lo sviluppo delle gomme per le Plus, ci concentreremo sul 2022. Per ora tutti dicono che le nuove vetture che esordiranno tra un anno e mezzo saranno con telaio tubolare, più pesanti, con meno cavalli, con meccanica di derivazione R5. Stiamo cercando informazioni a riguardo per portarci avanti. Non vorremmo arrivare impreparati. Comunque sarà una nostra priorità nel 2021. E' anche vero che si vocifera che alcuni team possano fare i primi test delle vetture 2022 al termine di quest'anno. Perciò ci sarà un lavoro che andrà in parallelo. Questo è sicuro".

Avrete un test team costruito da zero o Pirelli si avvarrà di tecnici derivanti da altri reparti sportivi al proprio interno?
"Per quanto riguarda il test team seguiremo quanto fatto nel 2008. Allora prendemmo un team privato, ma punto di riferimento nel Mondiale. Andremo a fare la stessa cosa che facemmo nel 2007. Facciamo questo perché volevo sottolineare che in F1 non esiste il team che noleggia. Lì Pirelli è stata costretta a costruire il team. Nel WRC invece ci sono i team che noleggia e ci appoggeremo a una di quelle strutture. Non ha senso ripetere quanto fatto in F1".

Pirelli si è data una deadline fissata per la delibera delle gomme 2021?
"Per quanto riguarda la deadline della delibera delle gomme dovremo tenere conto anche del fatto che il Mondiale 2020 non è finito. Ora si continua a cancellare gare, c'è incertezza su quali si potranno svolgere e quando. Questo avrà un impatto anche sui test. Però mediamente a novembre un team si prepara per provare per la stagione 2021. Le nostre scelte e i nostri piani sono condivisi dalla FIA e il nostro target è arrivare al mese di novembre con i prodotti già deliberati e pronti per i team".

condivisioni
commenti
WRC: il Rally Liepaja può diventare un evento del Mondiale 2020

Articolo precedente

WRC: il Rally Liepaja può diventare un evento del Mondiale 2020

Prossimo Articolo

WRC: Rally Italia Sardegna vicino a rientrare nel calendario 2020

WRC: Rally Italia Sardegna vicino a rientrare nel calendario 2020
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WRC
Autore Giacomo Rauli
Cosa rappresenta il Rallye Sanremo nella storia dei rally Prime

Cosa rappresenta il Rallye Sanremo nella storia dei rally

Giunto nel 2021 alla 67esima edizione, il Rallye Sanremo fa oggi parte del calendario del Campionato Italiano Rally. Ma la sua storia, anche recente, racconta di un evento celebre ben oltre i confini del Bel Paese. Una gara che tutti i più grandi campioni di rally hanno sognato di vincere.

CIR
8 apr 2021
WRC: cosa comporta la permanenza di Hyundai, Toyota e M-Sport Prime

WRC: cosa comporta la permanenza di Hyundai, Toyota e M-Sport

Hyundai, Toyota e M-Sport Ford hanno firmato un contratto triennale con FIA e promotori WRC per rimanere nel Mondiale Rally. Ecco cosa comporta il contratto e la scelta fatta dai tre team a medio-lungo termine.

WRC
8 apr 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
WRC: Solberg e Rovanpera, le stelle del futuro analizzate da vicino Prime

WRC: Solberg e Rovanpera, le stelle del futuro analizzate da vicino

Terenzio Testoni, Rally Activity manager di Pirelli, ha messo a confronto Kalle Rovanpera e Oliver Solberg, le due nuove stelle del WRC. Il manager sardo conosce bene entrambi grazie agli anni in cui Pirelli ha supportato le carriere di entrambi nel mondo del Rally. Ecco cosa è emerso...

WRC
9 mar 2021
Oliver Solberg: l'esordio strepitoso della futura stella del WRC Prime

Oliver Solberg: l'esordio strepitoso della futura stella del WRC

Analizziamo prova per prova, motivo per motivo, lo straordinario esordio di Oliver Solberg nella classe regina del WRC, avvenuto al volante di una Hyundai i20 Coupé al Rally Arctic Lapland. Il futuro è (anche) suo...

WRC
3 mar 2021
WRC: Le pagelle del Rally Arctic 2021 Prime

WRC: Le pagelle del Rally Arctic 2021

Il WRC 2021 ha affrontato la sua seconda tappa, in Finlandia, nel Rally Arctic. Tante le sorprese, in positivo e in negativo, in attesa del prossimo appuntamento in Croazia. Ecco le pagelle stilate e commentate da Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
2 mar 2021
WRC: perché nel 2022 arriva l'ibrido, ma non nuove Case? Prime

WRC: perché nel 2022 arriva l'ibrido, ma non nuove Case?

Il nuovo regolamento che introdurrà le vetture Rally1 a partire dal 2022 non è stato posticipato a causa della pandemia da COVID-19. L'ibrido era necessario, ma non ha ancora attirato al WRC alcuna nuova Casa...

WRC
22 feb 2021
WRC: M-Sport con la Puma nel 2022 per avere più supporto da Ford? Prime

WRC: M-Sport con la Puma nel 2022 per avere più supporto da Ford?

Ford Performance è stata coinvolta in prima persona nello sviluppo della nuova vettura per il WRC 2022. Ecco perché M-Sport dovrebbe far correre la Puma: non è solo questione di regolamento.

WRC
19 feb 2021