Rossi: "M1 2020? Devo ancora capire se è meglio della 2019"

Il "Dottore", oggi solo 18esimo, ha spiegato che la Yamaha aveva fatto delle promesse importanti su questa moto, che però non ha fatto il passo avanti atteso rispetto alla versione 2019.

Rossi: "M1 2020? Devo ancora capire se è meglio della 2019"

Non è stato un venerdì facile per le Yamaha quello del secondo appuntamento sul tracciato di Valencia. A fine giornata, solamente Franco Morbidelli e Maverick Vinales avrebbero accesso diretto alla Q2, mentre il "Dottore" e Fabio Quartararo hanno faticato decisamente di più, con il pesarese che si ritrova 18esimo seppur staccato di soli sette decimi.

Il 9 volte iridato comunque è conscio del fatto che domani gli servirà uno step per scalare la classifica, soprattutto per quanto riguarda il grip posteriore della sua M1.

"Non sono troppo lontano, perché siamo tutti abbastanza raggruppati, ma la mia posizione non è buona. Domani proveremo qualcosa di diverso per cercare di migliorare il grip posteriore, specialmente in ingresso. Speriamo di essere più competitivi" ha detto Valentino.

I suoi colleghi vinales e Quartararo si lamentano del fatto che per alcuni aspetti forse la M1 di quest'anno sia addirittura inferiore a quella del 2019 che utilizza Morbidelli. Secondo Rossi invece il valore delle due moto è abbastanza simile.

"Avevamo molte aspettative per questa moto 2020, perché c'era stato detto che la Yamaha si era impegnata molto, che il motore ci avrebbe dato più velocità e che la moto sarebbe stata chiaramente meglio. Invece siamo alla penultima e ancora dobbiamo capire se la moto nuova è meglio della vecchia".

"Questo vuol dire che più o meno sono uguali, poi su qualche pista va meglio una e qualche altra pista vanno meglio l'altra. Quello che è sicuro è che non c'è stato lo step di prestazioni che ci aspettavamo per essere competitivi".

"C'è da dire che la Yamaha comunque quest'anno è stata competitiva in certe piste, perché hanno vinto sei gare. Però sulle piste più difficoltose, i nostri problemi sono più o meno sempre gli stessi. Come ho già detto tante volte, la Yamaha deve lavorare sodo sul motore, perché da quel punto di vista siamo inferiori a tutte le altre moto".

Leggi anche:

Oggi la Yamaha ha annunciato Cal Crutchlow come collaudatore e in settimana Andrea Dovizioso ha rivelato che si prenderà un anno sabbatico. Questo vuol dire che la differenza generazionale sarà ancora più pesante per Valentino nel 2021.

"Purtroppo gli altri due vecchi non ci saranno più, quindi la differenza sarà ancora più grande. C'è molto ricambio generazionale negli ultimi anni. Sono arrivati tanti piloti dalle categorie minori perché tutti puntano alla MotoGP subito, il prima possibile".

"Nel motociclismo del passato invece c'erano tanti piloti che cercavano di arrivare in MotoGP con più calma. Ma è la categoria più importante, quindi è normale che i piloti giovani vogliano arrivare".

C'è però una consolazione o una speranza guardando all'anno prossimo, ovvero che il calendario possa tornare ad essere un po' più normale, dopo una 2020 reso davvero complicato dalla pandemia del COVID-19.

"Non mi aspettavo che questa situazione di emergenza del COVID cambiasse così tanto il campionato, invece è stata dura. E' stato molto più complicato rispetto al normale, perché è difficile fare tutto, anche solo viaggiare".

"Siamo andati solo su alcune piste e su certe abbiamo corso anche due volte, magari fuori stagione. Spero che l'anno prossimo vada meglio, perché la chiave sarà fare le gare in Europa nelle date classiche e magari tutte su piste diverse. Se si farà così, sarà già un campionato di buon livello".

Poi ci saranno altre due novità importanti: il debutto di suo fratello Luca Marini, ma anche dei colori dello Sky Racing Team VR46. Un passaggio che potrebbe essere fondamentale in chiave futura.

"Sono molto contento che Luca correrà in MotoGP. Non sarà proprio il nostro team, ma avremo una partecipazione, soprattutto tecnica. Sarà interessante vedere come ce la potremo cavare e magari capire cosa potremo fare in futuro".

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Causa a Ducati? Se parlo il mio manager mi uccide..."

Articolo precedente

Dovizioso: "Causa a Ducati? Se parlo il mio manager mi uccide..."

Prossimo Articolo

Mir: "Caduto a causa della gomma dura. Non avverto pressione"

Mir: "Caduto a causa della gomma dura. Non avverto pressione"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021