Rins: “Piacerebbe a me portare il primo titolo MotoGP in Suzuki”

Alex Rins, che completa la sua quarta stagione in Suzuki ha riconosciuto che avrebbe voluto essere lui a portare il primo titolo MotoGP in Suzuki dopo tanti anni.

Rins: “Piacerebbe a me portare il primo titolo MotoGP in Suzuki”

Alex Rins sta lottando per il titolo ed è terzo nella classifica generale, a pari punti con Fabio Quartararo ed a 37 lunghezze dal leader, il suo compagno di squadra Joan Mir. Il maiorchino, al suo secondo anno in Suzuki, ha questo fine settimana il primo match point per conquistare il mondiale e riportare un titolo in Suzuki dopo venti anni, il primo nell’era MotoGP.

“Ovviamente piacerebbe a me portare il titolo in Suzuki – afferma Rins con molta sincerità – sono quattro anni che corro qui, ma per gli infortuni di quest’anno la cosa si è complicata. Comunque se non sarà il primo posto, proveremo a portare a casa il secondo o il terzo titolo”.

Rins ha chiuso la prima giornata del Gran Premio di Valencia, penultimo appuntamento della stagione, in nona posizione, a tre decimi dal riferimento marcato da Jack Miller: “È stata una buona giornata. Abbiamo provato molte cose, sospensioni e messa a punto. Abbiamo fatto un passo in avanti in termini di grip e continuiamo a lavorare su questa linea”.

Nonostante entrambi i piloti siano immersi nella lotta per il campionato, l’atmosfera in casa Suzuki sembra distesa: “È un ambiente piacevole, non ci sono malumori, che invece potrebbero esserci quando ci sono due piloti che si giocano il mondiale, ci potrebbe essere tensione. Invece non c’è, è stato gestito tutto abbastanza bene”.

“Alla fine il buon umore che c’è nel team viene dall’atmosfera che si è creata negli anni, come con i meccanici che ci sono dall’inizio. Con Andrea Iannone era la stessa cosa, adesso è identico con Joan Mir. Non penso che questo dipenda solo da noi piloti, ma è proprio tutto il team ad essere affettuoso”.

Leggi anche:

In Suzuki dunque regnano una bella atmosfera e molta tranquillità, che si riflettono anche in pista. Domenica però, con il titolo in ballo, i nervi possono giocare brutti scherzi ad un pilota giovane come Mir: “Quello che posso dire è che la mia parte è tranquilla, abbiamo una buona moto, una buona base e questo mi fa sentire abbastanza calmo. Ho fiducia nella mia moto e nel team, che mi aiuta a dare il cento per cento. In gara dipenderà tutto da dove partirà Mir. Se farà una buona qualifica e andiamo veloci ma lui sarà vicino, non sarà nervoso. Però se non avrà questo vantaggio in gara potrà agitarsi un po’, anche se con 37 punti di vantaggio io starei tranquillo al suo posto”.

Una dimostrazione del rispetto che Rins ha nei confronti di Mir si è vista in pista la scorsa domenica, quando ha commesso un errore, ha aperto un varco ed invece di chiudere la porta al suo rivale ha guardato per evitare un contatto. Gli è stato chiesto se aveva guardato perché sapeva che era proprio Mir ad inseguire: “Ho guardato indietro. Generalmente quando vado largo sono solito guardare, giro un po’ la testa con la visibilità che ti dà il casco per evitare collisioni con i piloti che vengono da dietro. Non dico che non possa succede, ma sarebbe un peccato rovinare la gara di un altro pilota per non aver guardato. È importante tenere in considerazione questi aspetti”.

A Rins è stato chiesto anche di sottolineare le migliori qualità di ciascuno dei piloti Suzuki: “Il punto di forza di Joan rispetto a me è la frenata. È uno staccatore forte, riesce a lasciare forte i freni ed entrare velocemente in curva. Il mio punto di forza rispetto a lui può essere la gestione della gara, l’elettronica e le gomme, ma la differenza è minima”.

Domenica Rins deve vincere e sperare che Mir non salga sul podio per portare la lotta al titolo fino all’ultima gara, che sarà a Portimao la prossima settimana. “È complicato, vedendo che ci sono molti piloti davanti e con molto equilibrio. Bisogna vedere come siamo messi domani in griglia di partenza e come sarà la scelta delle gomme. Comunque oggi abbiamo fatto un buon lavoro, ci ha aiutato molto vedere la direzione da prendere e continuiamo così. Perché non replicare il buon risultato della scorsa gara?”. Ad ogni modo, un secondo posto come quello di domenica scorsa alle spalle di Mir, non gli servirebbe per tenere vive le speranze mondiali.

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
1/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
2/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
3/50

Foto di: MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
4/50

Foto di: MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
5/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
6/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
7/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
8/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
9/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
10/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

El ganador de la carrera Joan Mir, el equipo Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, el equipo Suzuki MotoGP, tercer lugar Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
El ganador de la carrera Joan Mir, el equipo Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, el equipo Suzuki MotoGP, tercer lugar Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
11/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
12/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
13/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
14/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
15/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Ganador Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
16/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
17/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
18/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
19/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
20/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
21/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
22/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
23/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
24/50

Foto di: Dorna

Segundo Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Segundo Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
25/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
26/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
27/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
28/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
29/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
30/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
31/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
32/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
33/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
34/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
35/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
36/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
37/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
38/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
39/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
40/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
41/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
42/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
43/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
44/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
45/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
46/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
47/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
48/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
49/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
50/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mir: "Caduto a causa della gomma dura. Non avverto pressione"

Articolo precedente

Mir: "Caduto a causa della gomma dura. Non avverto pressione"

Prossimo Articolo

Bagnaia: "Ho ritrovato il feeling di Jerez e Misano"

Bagnaia: "Ho ritrovato il feeling di Jerez e Misano"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021