Iannone: "E' stata una giornata positiva, ci mancano piccoli dettagli per fare un passo avanti"

condivisioni
commenti
Iannone:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
16 nov 2018, 16:26

Il pilota della Suzuki ha chiuso la seconda sessione di Libere con il quarto tempo trovandosi subito a proprio agio con l'asfalto reso insidioso dalla pioggia. Per Andrea serve ancora migliorare in frenata ed inserimento per avere una Suzuki perfetta.

Sesto tempo al mattino e quarto al pomeriggio. E’ questo il resoconto del venerdì di libere disputato da Andrea Iannone su un tracciato di Valencia reso insidioso dalla pioggia caduta copiosamente sin dal mattino.

Il pilota di Vasto, pronto a dire addio alla Suzuki dopo l’appuntamento conclusivo della stagione, ha trovato subito un buon feeling con la propria moto anche se, come tutti, viste le condizioni meteo proibitive, nel pomeriggio non è riuscito a migliorare il crono di 1'40’’685 centrato al mattino.

Terminate la FP2, Andrea ha parlato con la stampa dichiarandosi piuttosto soddisfatto del lavoro svolto e delle risposte ottenute dalla sua Suzuki.

“E’ stata una giornata molto complicata date le condizioni meteo. C’era molta acqua in pista, ma abbiamo lavorato bene e migliorato il feeling con la moto. Ancora non basta, dobbiamo fare altri piccoli passi avanti, vedremo domani”.

Leggi anche:

Per Iannone sarà fondamentale proseguire il lavoro svolto in questa giornata e cercare di migliorare i problemi in frenata ed in inserimento in curva che ancora penalizzano il suo stile di guida. Nonostante ciò, l’aver utilizzato un solo set di gomme in una giornata resa complicata dalla pioggia ha reso Andrea particolarmente fiducioso.

“Siamo riusciti a capire determinate cose. Domani cercheremo di proseguire il lavoro fatto oggi. Restiamo positivi, siamo sulla giusta strada. I problemi attuali sono in frenata ed in inserimento. Bisogna far curvare la moto meglio, ma abbiamo un buon grip al posteriore. Abbiamo utilizzato solo un set di gomme, quelle del mattino, ed è un aspetto positivo”.

Sia al mattino che al pomeriggio entrambe le sessioni sono state sospese per l’impraticabilità del tracciato. Secondo Iannone il problema principale, qualora la pioggia dovrebbe presentarsi nuovamente nei prossimi gironi, è dato dalle enormi pozzanghere che si formano sia sul rettilineo che su alcune curve, ma per il pilota di Vasto si potrà correre senza particolari problemi.

“Le condizioni sono al limite ma accettabili. In curva 8 si creano delle pozzanghere molto grandi, ed anche in rettilineo, ma questo vale per tutti. La pista in ogni caso drena rapidamente, ma la visibilità è bassa se stai dietro anche se il nostro obiettivo è quello di stare davanti”.

Prossimo Articolo
Petrucci: "La pista era davvero al limite, ma io mi esalto in queste condizioni"

Articolo precedente

Petrucci: "La pista era davvero al limite, ma io mi esalto in queste condizioni"

Prossimo Articolo

Valentino: "Ho spinto i commissari in Malesia? Sono lì per lavorare, non per fare selfie"

Valentino: "Ho spinto i commissari in Malesia? Sono lì per lavorare, non per fare selfie"
Carica commenti