Austin, Libere 2: Marquez risponde presente, stupisce Zarco

condivisioni
commenti
Austin, Libere 2: Marquez risponde presente, stupisce Zarco
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
21 apr 2017, 20:03

Il pilota spagnolo ristabilisce le gerarchie, mettendo davanti la sua Honda. Alle sue spalle c'è il francese, che apre un terzetto di Yamaha che comprende Vinales ed un Valentino veloce. Dovizioso è sesto, Lorenzo solo 11esimo.

Con un poddibile rischio di pioggia per la giornata di domani, è normale che gli ultimi minuti della seconda sessione di prove libere del GP of the Americas di MotoGP si sia trasformato in un antipasto delle qualifiche, con tutti a caccia del tempo per entrare nella Top 10 cumulativa.

Dopo il miglior tempo di Maverick Vinales nel turno della mattina, ci si aspettava la risposta di Marc Marquez e il pilota della Honda non l'ha fatta mancare: proprio all'ultimo giro lo spagnolo, che è l'unico ad aver scritto il suo nome nell'albo d'oro di Austin ha staccato un crono di 2'04"061 con gomma dura all'anteriore e morbida al posteriore che l'ha proiettato in vetta.

La cosa curiosa è che alle sue spalle c'è sì una Yamaha, ma non si tratta di quella di Vinales. Meglio del leader iridato ha fatto infatti Johann Zarco, che con una coppia di gomme morbide ha spinto la sua M1 con i colori Tech 3 a soli 286 millesimi dal campione del mondo in carica.

Il leader iridato è terzo, 104 millesimi più indietro, ma in casa Yamaha possono essere soddisfatti soprattutto per il grande passo in avanti mostrato da Valentino Rossi: il "Dottore" è risalito in quarta posizione, ma soprattutto ha ridotto a soli 355 millesimi il gap dal compagno di squadra.

A completare la top five c'è l'altra Honda di Dani Pedrosa, che nel pomeriggio ha preferito lavorare con lo scarico tradizionale rispetto a quello inedito provato nella FP1. Solo sesta quindi la prima delle Ducati, che è quella di Andrea Dovizioso, distanziata di 769 millesimi dalla vetta.

Non è andata altrettanto bene a Jorge Lorenzo, che al momento non accederebbe direttamente alla Q2: il maiorchino ha chiuso 11esimo, venendo beffato proprio a tempo scaduto dalla Suzuki di Andrea Iannone, che gli ha soffiato la decima posizione.

Davanti al pilota di Vasto c'è posto tra i primi dieci anche per Cal Crutchlow, Jonas Folger e Scott Redding. Tra quelli più attardati, oltre a quello di Lorenzo, spiccano i nomi di Danilo Petrucci ed Aleix Espargaro, rispettivamente 12esimo e 14esimo con la Ducati Pramac e l'Aprilia.

Restano piuttosto attardata invece le KTM, sulle quali oggi è apparsa anche una veste aerodinamica diversa del cupolino, volta a recuperare carico aerodinamico. Pol Espargaro occupa la 20esima piazza, ma almeno ha ridotto a 2"4 il suo distacco dalla vetta.

Da segnalare le cadute di Loris Baz e di Karel Abraham, con il pilota della Ducati Aspar che è rimasto a terra dolorante ad una gamba. Si attende quindi di avere notizie sulle sue condizioni. Un problema tecnico, molto probabilmente al motore, ha invece fermato la Suzuki di Alex Rins nei primissimi minuti del turno.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 93 spain Marc Márquez Alenta  Honda 14 2'04.061     159.976 330
2 5 france Johann Zarco  Yamaha 17 2'04.347 0.286 0.286 159.608 330
3 25 spain Maverick Viñales  Yamaha 17 2'04.451 0.390 0.104 159.474 331
4 46 italy Valentino Rossi  Yamaha 17 2'04.806 0.745 0.355 159.021 331
5 26 spain Daniel Pedrosa  Honda 15 2'04.811 0.750 0.005 159.014 331
6 4 italy Andrea Dovizioso  Ducati 16 2'04.830 0.769 0.019 158.990 334
7 35 united_kingdom Cal Crutchlow  Honda 15 2'05.005 0.944 0.175 158.768 328
8 94 germany Jonas Folger  Yamaha 15 2'05.033 0.972 0.028 158.732 332
9 45 united_kingdom Scott Redding  Ducati 15 2'05.116 1.055 0.083 158.627 333
10 29 italy Andrea Iannone  Suzuki 17 2'05.142 1.081 0.026 158.594 327
11 99 spain Jorge Lorenzo  Ducati 15 2'05.282 1.221 0.140 158.417 336
12 9 italy Danilo Petrucci  Ducati 15 2'05.284 1.223 0.002 158.414 332
13 43 australia Jack Miller  Honda 15 2'05.463 1.402 0.179 158.188 331
14 41 spain Aleix Espargaro  Aprilia 14 2'05.468 1.407 0.005 158.182 327
15 8 spain Hector Barbera  Ducati 14 2'05.584 1.523 0.116 158.036 337
16 19 spain Alvaro Bautista  Ducati 17 2'05.602 1.541 0.018 158.013 339
17 53 spain Tito Rabat  Honda 16 2'05.943 1.882 0.341 157.585 330
18 42 spain Alex Rins  Suzuki 13 2'06.155 2.094 0.212 157.320 330
19 76 france Loris Baz  Ducati 13 2'06.358 2.297 0.203 157.068 326
20 44 spain Pol Espargaro  KTM 15 2'06.503 2.442 0.145 156.887 330
21 17 czech_republic Karel Abraham  Ducati 11 2'06.709 2.648 0.206 156.632 328
22 22 united_kingdom Sam Lowes  Aprilia 13 2'06.741 2.680 0.032 156.593 326
23 38 united_kingdom Bradley Smith  KTM 15 2'07.434 3.373 0.693 155.741 326
Prossimo articolo MotoGP
Kenny Roberts Jr entra a far parte delle MotoGP Legends

Previous article

Kenny Roberts Jr entra a far parte delle MotoGP Legends

Next article

Pedrosa: "Il tracciato è molto sconnesso, sembra da Supercross!"

Pedrosa: "Il tracciato è molto sconnesso, sembra da Supercross!"