Quarta pole dell'anno per Danny Kent ad Indianapolis

Nuovo record per il leader iridato davanti ad Oliveira e Khairuddin. Bastianini in seconda fila, Antonelli in terza

Sarà Danny Kent a scattare dalla pole position anche ad Indianapolis nella classe Moto3. Il leader della classifica iridata ha fatto segnare il nuovo record del tracciato dell'Indiana, ritoccando di pochi millesimi il primato dello scorso anno di Jack Miller con il suo 1'40"703.

Tra le altre cose, il tempo del portacolori del Leopard Racing è arrivato a pochi minuti dal termine, poi non è più riuscito a migliorarlo. Tuttavia, nessuno è riuscito a fare meglio di lui, quindi domani andrà a schierare la sua Honda davanti a tutti per la quarta volta in questa stagione.

Nel finale è stato molto buono il colpo di reni di Miguel Oliveira: nonostante sia ancora un po' dolorante allo scafoide operato dopo l'infortunio del Sachsenring, il portoghese si è guadagnato la seconda posizione in griglia per la sua KTM, a soli 88 millisimi dal poleman.

C'è poi un nome a sorpresa a completare la prima fila, quello di Zulfahmi Khairuddin, bravo a sfruttare le scie per prendersi la terza posizione ai danni di un Enea Bastianini che è il migliore degli italiani, ma si dovrà accontentare di aprire la seconda linea dello schieramento di partenza, pur pagando appena 172 millesimi.

Accanto al portacolori del Team Gresini ci sarà l'altra Honda del francesino terribile Fabio Quartararo e la KTM ufficiale di Brad Binder. Il secondo dei nostri invece è Niccolò Antonelli, che si è lamentato per il traffico e non è riuscito a fare meglio dell'ottavo posto, a sandwich tra i due spagnoli Efren Vazquez e Niccolò Antonelli.

Finalmente un turno senza intoppi per Romano Fenati, che comunque non è andato oltre all'11esimo tempo, alle spalle di Jorge Martin, migliore tra i piloti Mahindra. Stupisce poi vedere il figlio d'arte Remy Gardner, in 17esima piazza. Un piazzamento decisamente migliore rispetto a quelli a cui ci aveva abituato, arrivato poi in un turno in cui ci sono ben 19 moto racchiuse in appena un secondo.

Attardati invece gli altri italiani: ci si attendeva di più del 21esimo posto da Andrea Locatelli, ma anche da Pecco Bagnaia, 24esimo giusto davanti ad Alessandro Tonucci. 28esimo Andrea Migno, mentre sono oltre la trentesima piazza l'esordiente Lorenzo Dalla Porta ed i due portacolori del San Carlo Team Italia, con Matteo Ferrari che nel finale si è reso protagonista anche di una scivolata senza conseguenze.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Evento Indianapolis
Circuito Indianapolis Motor Speedway
Piloti Danny Kent , Miguel Oliveira , Zulfahmi Khairuddin
Team Leopard Racing
Articolo di tipo Ultime notizie