A Bortolotti e Zaugg le Libere 1 del Mugello

Nella GT Cup, invece, i più rapidi sono stati Rugolo e Casè proprio a pochi secondi dal termine della sessione

A Bortolotti e Zaugg le Libere 1 del Mugello
Ferrari 458 Italia GT3 #1, Lorenzo Casè, Scuderia Baldini 27 Network
Lamborghini Gallardo Cup #134 Mirko Zanardini, David Perel Bonaldi Motorsport
Ferrari 458 Challenge,GTCup #157 Fabio Mancini, Gianluca Carboni, Easy Race
Audi R8 LMS-GT3 #7 Andrea Amici, Marco Mapelli, Audi Sport Italia 
Carica lettore audio

Sul Circuito toscano del Mugello si è aperto ufficialmente l’ultimo weekend della stagione per i piloti del Campionato Italiano Gran Turismo

Tra le novità lo sdoppiamento dell’equipaggio dell’Imperiale Racing, Mirko Bortolotti è affiancato da Adrian Zaugg mentre Alberto Viberti trova Giovanni Vetturini. La Scuderia Baldini mantiene Stefano Gattuso, attualmente in testa al Campionato, con Matteo Malucelli mentre per Lorenzo Casè c’è l’arrivo di Michele Rugolo.

Ago della bilancia del weekend il meteo che nella mattinata ha regalato ai piloti il tracciato bagnato.Subito in evidenza i piloti della MP1 Corse Balzan-Mugelli con 2’14”902 che poco dopo si migliorano davanti a Postiglione-Donativi su Porsche Ebimitors. É proprio Vito Postiglione a balzare in testa alla classifica abbattendo il muro dell’ 1’14”, copiati immediatamente dai piloti della MP1 con 1’13”675 mentre in terza posizione si sono fatti vedere Zaugg-Bortolotti con la Lamborghini dell’Imperiale Racing. con lo scorrere del tempo la pista è diventata più veloce, permettendo all’Audi R8 di Capello-Ronzini di passare in testa alla classifica con 2’12”312.

Non sono stati a guardare Balzan-Mugelli che hanno migliorato ulteriormente fissando l’asticella a 2’11”416. I piloti dell’Imperiale Racing Zaugg-Bortolotti migliorano ulteriormente portando il limite 2’10”764.

Nella GT Cup Zanardini-Perel sono balzati in testa alla classifica e decimo posto assoluto con 2’17”408, seconda posizione per Bodega-Geraci davanti al duo Pastorelli. Sul finale il limite dell’asticella si sposta ancora ad opera di Vito Postiglione con 2’10”349, scalzato subito da un ottimo Marco Mapelli che sigla 2’09”705. Rugolo-Casè si migliorano nel finale con 2’10”056 dietro ai leader provvisori Mapelli-Amici. Finale a sorpresa sotto la bandiera a scacchi con Casè-Rugolo leader con 2’09”683.

condivisioni
commenti
Fabio Mancini torna nel Tricolore GT con la EasyRace
Articolo precedente

Fabio Mancini torna nel Tricolore GT con la EasyRace

Prossimo Articolo

Bortolotti e Zaugg davanti nelle Libere 2 al Mugello

Bortolotti e Zaugg davanti nelle Libere 2 al Mugello
Carica commenti