Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Qualifiche
GT Italiano Endurance: Pergusa

GT Italiano: a Pergusa è Pole di BMW per la prima Endurance

La combinata vede la M6 di Comandini/Zug/Spengler in prima posizione davanti alla Ferrari di Crestani-Filippi-Greco e all’Audi di Drudi-Ferrari-Agostini. Top5 per la Huracan-Imperiale e la Ferrari-AF Corse.

#7 Ceccato Motors Racing-BMW Team Italia, BMW M6 GT3: Stefano Comandini, Marius Zug, Bruno Spengler

La BMW della Ceccato Motors Racing ottiene la Pole Position per la prima gara del GT Italiano Endurance 2021, che a Pergusa ha vissuto un pomeriggio ricco d'azione fra le 12 vetture iscritte all'evento.

Q1

Grande lavoro dei meccanici di AF Corse che hanno ripristinato la 488 GT3 di Hudspeth dopo il contatto, durante libere 3.

Partita la Qualifica 1 con tutti i piloti pronti al semaforo verde per l’apertura della Pit Lane.

Primo crono per Fisichella 1’37”246, secondo Greco con 1’40”012, terza posizione per l’ottimo Demarchi con la 488 Challenge EVO, ma Salaquarda con la R8 balza in testa con 1’37”165.

Arriva Perel 1’35”430 davanti a Fisichella 1’35”591, a seguire Salaquarda, Greco, Ferrari e De Marchi. Veglia al primo crono si attesta quarto, ma il crono viene tolto per “tagli”.

Quarto Ferrari con la R8 in 1’38”855, Veglia si riprende la quarta posizione con 1’37”271.

Perel abbassa ancora il limite e lo porta a 1’35”318, seguito dall’ottimo Amici con la Huracan dell’Imperiale Racing in 1’35”579 a cui viene tolto il crono per “tagli”.

Subito dopo RED FLAG a 5’54” dalla bandiera a scacchi. Si riparte per gli ultimi minuti di Q1, al primo giro veloce Greco si piazza secondo dietro a Perel, undicesimo Comandini a cui viene tolto il tempo 1’35”741 per “tagli”.

Cressoni va in Pole provvisoria con 1’34”938. Sotto la bandiera a scacchi Cressoni conferma il miglior tempo davanti a Amici, Perel, Greco Fisichella, Salaquarda, Ferrari e Comandini che sigla un 1’36”321.

Nono Veglia davanti alla Schreiner, De Marchi (GT Cup) e Neri (GT4).

Q2

Primo crono per DOC Earle in 1’44”685, Perolini scava un 1’39”035 con Mann secondo.

Hudspeth sale la classifica e va in testa con 1’38”077, si accoda Agostini con la R8, a meno di quattro decimi di distacco.

Perolini non si ferma e abbassa il limite a 1’37”607, vola Simon Mann in vetta con 1’37”592.

Giro record per Filippi in 1’34”904, quasi un secondo di vantaggio su Agostini, mentre Middleton si piazza terzo con 1’36”417, poi si migliora e va in seconda posizione con 1’35”033.

Gai completa il primo crono ed è sesto. Agostini sale secondo con 1’34”971, Zug risale la classifica con 1’35”967.

Agostini fa volare la sua R8 in testa alla classifica con 1’34”624 davanti all’ottimo Middleton, terzo Filippi.

Magia di Zug che va in testa con 1’34”486, ma Middleton non ci sta e lo scavalca con 1’34”083.

La classifica sotto la bandiera a scacchi conferma il miglior tempo per Middleton davanti a Zug, Agostini, Filippi, Basz, Hudspeth, Perolini, Gai, Mann Barbolini, Earle e Fascicolo.

Q3

È Zampieri il primo pilota ad entrare in pista, proprio nel giorno del suo compleanno, seguito da Perel e Spengler.

Primo crono per Perel con 1’35”130, seguito da Zampieri a meno di mezzo secondo. Terzo Mattia Drudi con la R8, ma Postiglione lo scavalca con 1’36”586 con Cressoni quarto davanti Drudi.

Fuoco al primo crono sale secondo con 1’35”458, ma Cressoni va in testa con 1’34”678 mentre viene tolto 1’37”600 a Drudi per “tagli”.

Fuoco si scatena e ribadisce la prima posizione con 1’33”904 davanti a Perel, Cressoni, Spengler e Crestani.

Cressoni migliora in 1’33”879 e si riprende la vetta davanti a Fuoco e il canadese Spengler terzo. Testa a testa per la miglior prestazione con Fuoco che torna nuovamente in testa con 1’33”061, secondo Cressoni e terzo Perel.

Crestani si accoda ai compagni di marca, quarta posizione con 1’34”028. Ottimo crono di Spengler che si invola con la M6 in seconda posizione con 1’33”307.

Sotto la bandiera a scacchi Fuoco rimane leader davanti a Spengler, Cressoni, Perel, Crestani, Postiglione, Drudi, Zampieri, Di Folco, Negro, Risitano e Nilsson.

La griglia di partenza dopo la combinata vede la M6 di Comandini-Zug-Spengler in prima posizione davanti alla Ferrari di Crestani-Filippo-Greco.

Terza posizione per l’Audi di Drudi-Ferrari-Agostini e quarta per la Huracan dell’Imperiale Racing con Amici-Di Folco-Middleton.

A seguire Cressoni-Mann, Salaquarda-Basz-Postiglione, Gai-Zampieri-Fisichella, Schreiner-Hudspeth-Fuoco, Earle-Perel, Negro-Perolini-Veglia, De Marchi-Risitano-Barbolini e Neri-Fascicolo-Nilsson.

Domani la gara partirà alle ore 11;00. Tre ore di fuoco, sono previste temperature alte, a fare da ago della bilancia anche i “tagli” che oggi hanno vanificato dei giri veloci.

Che la prima del Campionato Endurance vada in scena, lo spettacolo non mancherà.

 

La gara di Pergusa del GT Italiano Endurance sarà visibile in diretta streaming su Motorsport.com.

GT ITALIANO ENDURANCE - Pergusa: Classifica Q1

GT ITALIANO ENDURANCE - Pergusa: Classifica Q2

GT ITALIANO ENDURANCE - Pergusa: Classifica Q3

#7 Ceccato Motor Racing-BMW Team Italia, BMW M6 GT3: Stefano Comandini, Marius Zug, Bruno Spengler
#7 Ceccato Motor Racing-BMW Team Italia, BMW M6 GT3: Stefano Comandini, Marius Zug, Bruno Spengler
#63 Imperiale Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Andrea Amici, Alberto Di Folco, Stuart Middleton
#63 Imperiale Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Andrea Amici, Alberto Di Folco, Stuart Middleton
#88 LP Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Pietro Perolini, Angelo Negro, Lorenzo Veglia
#88 LP Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Pietro Perolini, Angelo Negro, Lorenzo Veglia
#8 AF Corse, Ferrari 488 GT3 Evo: Sean Hudspeth
#215 Ceccato Motor Racing-BMW Team Italia, BMW M4 GT4: Nicola Neri, Giuseppe Fascicolo, Alfred Nilsson
#27 Scuderia Baldini, Ferrari 488 GT3 Evo: Giancarlo Fisichella, Stefano Gai, Daniel Zampieri
#27 Scuderia Baldini, Ferrari 488 GT3 Evo: Giancarlo Fisichella, Stefano Gai, Daniel Zampieri
#3 Easy Race, Ferrari 488 GT3 Evo: Fabrizio Crestani, Luca Filippi, Matteo Greco
#333 SR&R, Ferrari 488 Challenge Evo: Edoardo Barbolini
#333 SR&R, Ferrari 488 Challenge Evo: Luca Demarchi, Nicholas Risitano, Edoardo Barbolini
#7 Ceccato Motors Racing-BMW Team Italia, BMW M6 GT3: Stefano Comandini, Marius Zug, Bruno Spengler
#88 LP Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Pietro Perolini, Angelo Negro, Lorenzo Veglia
#88 LP Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Pietro Perolini, Angelo Negro, Lorenzo Veglia
#12 Audi Sport Italia, Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Lorenzo Ferrari, Riccardo Agostini
#12 Audi Sport Italia, Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Lorenzo Ferrari, Riccardo Agostini
#333 SR&R, Ferrari 488 Challenge Evo: Luca Demarchi, Nicholas Risitano, Edoardo Barbolini
#27 Scuderia Baldini, Ferrari 488 GT3 Evo: Giancarlo Fisichella, Stefano Gai, Daniel Zampieri
#215 Ceccato Motor Racing-BMW Team Italia, BMW M4 GT4: Nicola Neri, Giuseppe Fascicolo, Alfred Nilsson
#21 AF Corse, Ferrari 488 GT3 Evo: Simon Mann, Matteo Cressoni
#14 Audi Sport Italia, Audi R8 LMS GT3: Filip Salaquarda, Karol Basz, Vito Postiglione
#63 Imperiale Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Andrea Amici, Alberto Di Folco, Stuart Middleton
#7 Ceccato Motors Racing-BMW Team Italia, BMW M6 GT3: Stefano Comandini, Marius Zug, Bruno Spengler
#7 Ceccato Motors Racing-BMW Team Italia, BMW M6 GT3: Stefano Comandini, Marius Zug, Bruno Spengler
#8 AF Corse, Ferrari 488 GT3 Evo: Carrie Schreiner, Sean Hudspeth, Antonio Fuoco
#88 LP Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Pietro Perolini, Angelo Negro, Lorenzo Veglia
#3 Easy Race, Ferrari 488 GT3 Evo: Fabrizio Crestani, Luca Filippi, Matteo Greco
#215 Ceccato Motor Racing-BMW Team Italia, BMW M4 GT4: Nicola Neri, Giuseppe Fascicolo, Alfred Nilsson
#12 Audi Sport Italia, Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Lorenzo Ferrari, Riccardo Agostini
Azione in pista
Azione in pista
#333 SR&R, Ferrari 488 Challenge Evo: Luca Demarchi, Nicholas Risitano, Edoardo Barbolini
#63 Imperiale Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Andrea Amici, Alberto Di Folco, Stuart Middleton
#8 AF Corse, Ferrari 488 GT3 Evo: Carrie Schreiner, Sean Hudspeth, Antonio Fuoco
#88 LP Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Pietro Perolini, Angelo Negro, Lorenzo Veglia
#11 Kessel Racing, Ferrari 488 GT3 Evo: Stephen Earle, David Perel
#8 AF Corse, Ferrari 488 GT3 Evo: Carrie Schreiner
#63 Imperiale Racing, Lamborghini Huracan GT3 Evo: Alberto Di Folco
#14 Audi Sport Italia, Audi R8 LMS GT3: Filip Salaquarda, Karol Basz, Vito Postiglione
#8 AF Corse, Ferrari 488 GT3 Evo: Carrie Schreiner, Sean Hudspeth, Antonio Fuoco
Azione in pista
#21 AF Corse, Ferrari 488 GT3 Evo: Simon Mann, Matteo Cressoni
#14 Audi Sport Italia, Audi R8 LMS GT3: Filip Salaquarda, Karol Basz, Vito Postiglione
#11 Kessel Racing, Ferrari 488 GT3 Evo: Stephen Earle, David Perel
#11 Kessel Racing, Ferrari 488 GT3 Evo: Stephen Earle, David Perel
#11 Kessel Racing, Ferrari 488 GT3 Evo: Stephen Earle, David Perel
#21 AF Corse, Ferrari 488 GT3 Evo: Simon Mann, Matteo Cressoni
#215 Ceccato Motor Racing-BMW Team Italia, BMW M4 GT4: Nicola Neri, Giuseppe Fascicolo, Alfred Nilsson
50

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente GT Italiano, Pergusa, Libere 2: zampata finale di AF Corse
Prossimo Articolo GT Italiano: Audi trionfa alla prima Endurance di Pergusa

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia