Zurigo ha lanciato il guanto di sfida a Lugano?

Zurigo ha lanciato il guanto di sfida a Lugano?

L'Associazione “E-Mobil Züri” ha depositato una candidatura “alternativa” alla FIA per la F.E in Svizzera

Possibile che gli svizzerotedeschi vogliano recitare la parte dei “comprimari”, soprattutto in una materia così intrinsecamente proiettata alla velocità come il motorsport e su un tema tanto sensibile alla popolazione della Confederazione Elvetica quale la mobilità a emissioni zero? L'Associazione “E-Mobil Züri” ha così depositato presso la Federazione Internazionale dell'Automobile la candidatura di un ePrix a Zurigo a partire dal 2017 o 2018, mossa che si mette in diretta concorrenza con l'ipotesi di Lugano.

Mente dell'iniziativa è Roger Tognella, consigliere comunale nonché capogruppo del Partito Liberale Svizzero (FDP) a Zurigo, ma non va dimenticato che la banca Julius Bär è il principale sponsor del Campionato FIA di Formula E fin dalla stagione inaugurale, con un investimento ritenuto ragguardevole. Benché sia stata elaborata una bozza di tracciato per il centro storico, sono in esame anche alternative in ragione della ventilata difficoltà di bloccare la circolazione stradale zurighese in una zona cruciale della metropoli elvetica, che conta oggi 390mila abitanti.

Il circuito urbano, che nell'ipotesi “downtown” avrebbe una lunghezza di 3.400 metri e consterebbe di 15 curve di varia angolatura, vedrebbe la partenza sulla Seilergraben, l'attraversamento del fiume Limmat accanto alla centrale elettrica (EWZ) dopodiché il percorso designato si articolerebbe via via lungo un rettilineo chiamato Bar-Run, la variante della piazza Münsterhof, affrontando un nuovo ponte sull'acqua all'inizio dello Zürichsee sulla Alpenblick, per affrontare poi la curva Nick Heidfeld (omaggio al pilota tedesco, che vive a Stäfa sul lago di Zurigo), un'area destinata ai posti in piedi per il pubblico e, infine, la chicane della Kunsthaus, il museo d’arte antica, moderna e contemporanea sulla Heimplatz. Questa tipologia di pista cittadina prevede l'ingresso nella pit-lane in corrispondenza della curva 4, seguendo un trend inaugurato a Long Beach e Buenos Aires, dove la corsia box era allestita lontano dal rettilineo di partenza e arrivo.

Pertanto, il nuovo club di organizzatori starebbe valutando la possibilità di una corsa nel meno problematico Oerlikon, un quartiere settentrionale di Zurigo che ha cessato di essere un comune autonomo nel 1934. "Non sarebbe possibile apportare in tempo i necessari lavori sui 3,5 km delle strade", ammette Roger Tognella. Ma anche il campo volo militare di Dübendorf è stato preso in considerazione come possibile location. Che la regione e il cantone possano beneficiare di una gara automobilistica di quel livello, è pressoché sicuro. "Per il nome di Zurigo, da un punto di vista del marketing territoriale, tale occasione sarebbe davvero preziosa e da non sprecare", ha sottolineato l'esponente politico elvetico. A mo' di esempio, Roger Tognella cita l'evento di atletica leggera denominato Weltklasse Zürich, che ha dato forza alla reputazione della metropoli elvetica a livello internazionale e si tiene presso lo stadio di Letzigrund dall'ormai lontano 1928...

Il fatto è però che nel 2016, nel 2017 e nel 2018 la tappa elvetica dovrebbe tenersi a Lugano. Anzi… la località ticinese da circa 68.000 abitanti ha ottenuto il diritto esclusivo in Svizzera di trattare con gli organizzatori della Formula E la realizzazione di una corsa la cui prima edizione potrebbe svolgersi già nel prossimo mese di maggio, segnatamente sabato 7, inserendosi fra Parigi e Berlino.

Ma come hanno preso la novità a Lugano? La mossa di Zurigo è vista come una pugnalata alle spalle o un pericoloso rivale? Doversi confrontare (di nuovo) con la concorrenza del principale polo urbano di oltre Gottardo preoccupa i ticinesi? “Lugano”, spiega il sindaco Marco Borradori all'edizione online del quotidiano locale “Corriere del Ticino”, “ha ottenuto l'esclusiva, come sappiamo. Un 'privilegio' che però sarà valido soltanto fino a settembre-ottobre, grosso modo. Se in questo periodo supereremo i tre principali scogli dell'operazione (rispetto della deadline, reperimento di 10 milioni di franchi e approvazione del circuito, ndr), l'ePrix rossocrociato sarà nostro. Altrimenti si riapriranno i giochi. È in quest'ottica che va letta la candidatura di Zurigo...”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Piloti Nick Heidfeld
Articolo di tipo Ultime notizie