C'è Birmingham in lizza per rimpiazzare Montréal?

La cittadina britannica, assente dalle competizioni dal Superprix del 1990, potrebbe sostituire la città del Québec quale teatro degli ultimi due round della stagione dopo la cancellazione voluta dal neo sindaco.

In tempi recenti il CEO della serie Alejandro Agag aveva palesato ad Autosport/Motorsport.com l’interesse di far rientrare l’Inghilterra in calendario dopo la fuoriuscita di Londra nel 2015 ed ora si sarebbe presentata sul piatto l’opportunità di una corsa nel borgo delle West Midlands, a cavallo tra Anni 80 e 90 sede delle gare di Formula 3000 e BTCC. 

Il circuito, creato sulle strade del sudest cittadino e percorso in senso antiorario, non sarebbe tuttavia pronto per il prossimo luglio, motivo per cui si starebbero facendo largo le opzioni Norisring, che il 23 e 24 giugno vedrà darsi battaglia i protagonisti del DTM, piuttosto che un doppio ePrix di Roma, evento già tutto esaurito e dal forte appoggio politico.

Brands Hatch oppure Donington?

Altre opportunità sarebbero offerte da Donington Park, luogo scelto dall’organizzazione per la prima gara simulata della categoria “full electric” nel 2014, per i test invernali e come base per i dieci team iscritti per tre stagioni e tuttora centro logistico del Campionato FIA di Formula E, e Brand Hatch. 

Ma se il primo, seppure in fase di ristrutturazione, sarebbe contrario al messaggio “cittadino” della serie, il secondo più vicino alla capitale del Regno Unito per qualche ragione è stato subito scartato. 

 

Dalla sua creazione la Formula E non ha mai corso su circuiti permanenti: al massimo avrebbe sperimentato una via di mezzo come Marrakech e Città del Messico.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag birmingham, canada, montreal, regno unito