I team chiedono a Pirelli di tornare alle gomme 2018: Mercedes e McLaren contrarie

condivisioni
commenti
I team chiedono a Pirelli di tornare alle gomme 2018: Mercedes e McLaren contrarie
Di:
27 giu 2019, 12:12

Venerdì mattina alle 9 i team principal si riuniranno al Red Bull Ring per discutere con FIA e Pirelli la possibilità di tornare alle gomme 2018 tenendo le mescole 2019. Sei squadre sono per ora a favore. Determinante sarà il voto della Racing Point. Si partirebbe da Spa.

Domattina, alle ore 9, i rappresentanti di team, FIA e Pirelli si riuniranno per discutere la possibilità di introdurre nella seconda parte del Mondiale 2019 una differente specifica di pneumatici.

La Formula 1 (nel suo complesso) di fatto chiede aiuto alla Pirelli per rendere meno prevedibile l’esito dei Gran Premi, che in Francia ha visto l’ottava vittoria Mercedes in altrettante gare finora disputate.

La via sarebbe quella del ripristino della specifica di pneumatici 2018, ovvero un battistrada più alto (0,4 mm), mantenendo le mescole attuali.

Ricordiamo che dodici mesi fa furono le lamentale di diversi team e piloti (che accusavano un surriscaldamento eccessivo che si manifestava con il blister) a convincere la Pirelli di risolvere il problema modificando la specifica, che fu utilizzata nei Gran Premi di Spagna, Francia e Gran Bretagna e validata dedfinitivamente per il Mondiale 2019.

Un anno dopo, davanti all’egemonia Mercedes che per diversi addetti ai lavori è legata proprio alla capacità di saper gestire al meglio gli pneumatici, ecco che sarà presentata una richiesta opposta, ovvero tornare al passato.

Per poter procedere alla modifica della specifica tecnica, serve però l’approvazione del settanta per cento dei team, quindi sette squadre, come previsto del regolamento tecnico all’articolo 12.6.1.

Mercedes ovviamente si schiererà sul fronte dei contrari, e lo stesso farà molto probabilmente la McLaren, squadra che sta gestendo bene le gomme 2019 rispetto agli avversari diretti. È prevedibile che la Williams si allineerà alla Mercedes nel suo voto, e a questo punto diventa strategica la decisione che prenderà la Racing Point.

Se non arriverà la quota necessaria per varare la modifica, solo un intervento della FIA potrebbe sbloccare la situazione, ma la motivazione dovrebbe essere legata a questioni riguardanti la sicurezza, e attualmente non è questo il caso, come sottolineato anche dalla Pirelli.

Se i team riusciranno a raggiungere la quota del 70%, la Pirelli dovrebbe essere in grado di portare la nuova specifica di pneumatici nel Gran Premio del Belgio, gara che riaprirà il Mondiale dopo la pausa estiva.

I team sono obbligati a scegliere gli pneumatici 8 settimane prima dell’evento, e ci sarebbe il tempo necessario per valutare le gomme da utilizzare a Spa con la nuova versione.

“Poi, nel caso l’idea vada in porto il cambio di specifica, voglio vedere cosa si dirà a Spa quando torneranno i problemi di blister...”, ha commentato un addetto ai lavori. Ma questo al momento sembra un problema non considerato dalla maggioranza dei team.

Scorrimento
Lista

Sebastian Vettel, Ferrari, e Mario Isola, Racing Manager Pirelli Motorsport parlano nel paddock del Red Bull Ring

Sebastian Vettel, Ferrari, e Mario Isola, Racing Manager Pirelli Motorsport parlano nel paddock del Red Bull Ring
1/4

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, e Mario Isola, Racing Manager Pirelli Motorsport parlano nel paddock

Sebastian Vettel, Ferrari, e Mario Isola, Racing Manager Pirelli Motorsport parlano nel paddock
2/4

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Roberto Boccafogli, Capo delle Comunicazioni F1, Pirelli

Roberto Boccafogli, Capo delle Comunicazioni F1, Pirelli
3/4

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Gomme della Pirelli

Gomme della Pirelli
4/4

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Marelli è il nuovo fornitore ufficiale di servizi di telemetria della F1

Articolo precedente

Marelli è il nuovo fornitore ufficiale di servizi di telemetria della F1

Prossimo Articolo

Ferrari: intorno alla nuova ala anteriore parte l'evoluzione della SF90

Ferrari: intorno alla nuova ala anteriore parte l'evoluzione della SF90
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Austria
Location Red Bull Ring
Autore Roberto Chinchero