Norris: "Quarto grazie a una preparazione psicologica"

Il pilota inglese è riuscito ad ottenere il quarto tempo in qualifica ed a precedere Sainz di 3 decimi. Lando ha spiegato di aver affrontato il turno con una diversa mentalità che alla fine ha pagato.

Norris: "Quarto grazie a una preparazione psicologica"

Quello che si disputerà domani sarà un Gran Premio di Abu Dhabi fondamentale anche per determinare il risultato finale della classifica riservata ai costruttori.

Con la Mercedes e la Red Bull saldamente in prima e seconda posizione, l’attenzione maggiore sarà tutta rivolta alla lotta per la terza piazza che vede separate da soli 10 punti la Racing Point e la McLaren, mentre la Renault, al momento quinta, segue con un ritardo di 22 punti dal team di Lawrence Stroll.

Per la Racing Point, però, il weekend è iniziato in salita. La sostituzione della power unit sulla monoposto di Sergio Perez costringerà il messicano a scattare dal fondo dello schieramento, mentre Lance Stroll non è riuscito a brillare sul giro secco chiudendo con un modesto ottavo crono.

Il turno di qualifiche ha invece sorriso alla McLaren. Le MCL35 di Norris e Sainz si sono trovate in grande sintonia con il tracciato di Yas Marina ed a sorpresa è stato l’inglese il miglior portacolori del team di Woking.

Il crono di 1’35’’497 ha consentito a Lando di ottenere un inatteso quarto tempo, ma è soprattutto il distacco dalla prestazione firmata Verstappen, 251 millesimi, ad aver stupito tutti incluso lo stesso pilota britannico.

“Finalmente ho fatto un buon lavoro quest’anno. E’ la mia migliore qualifica, anche se adesso non ricordo da quale posizione partirò!”.

Messo da parte il sorriso per una qualifica che ha fatto daccapo vedere quel Norris incisivo sul giro secco già ammirato in Euro F3 nel 2017, Lando ha poi spiegato di aver avuto un approccio differente per questo ultimo weekend stagionale.

“Ho trovato tante cose per realizzare questo giro, non solo una. Anche da un punto di vista psicologico, prima di questa sessione, ho riflettuto sulla mancanza di fiducia che ho avuto negli ultimi weekend. Oggi ho deciso di concentrarmi maggiormente su me stesso senza pensare troppo a Carlos ed ha pagato”.

La McLaren domani avrà la possibilità di scattare dalla quarta posizione con Norris e dalla sesta con Sainz, mentre la Racing Point avrà il solo Stroll in top 10. Lando, però, si è detto certo che il vincitore del GP di Sakhir, complice una gestione gomme da maestro, sarà in grado di rimontare dall’ultima posizione e potrà essere una spina nel fianco per il duello per il terzo posto nel costruttori.

“Penso che domani potremo ottenere un buon risultato. Non voglio pensare ad un obiettivo minimo, dobbiamo conquistare il miglior risultato possibile cercando di mettere in pratica la migliore strategia possibile”.

“Sicuramente Sergio riuscirà a rimontare posizioni, ma noi dobbiamo stargli davanti”.

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
1/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
2/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
3/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
4/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
5/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
6/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
7/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
8/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
9/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
10/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
11/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
12/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
13/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Lando Norris, McLaren MCL35, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
14/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
15/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Lando Norris, McLaren MCL35, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren
Lando Norris, McLaren
17/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
18/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
19/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
20/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
21/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35
22/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Podcast F1: analisi Qualifiche del GP di Abu Dhabi

Articolo precedente

Podcast F1: analisi Qualifiche del GP di Abu Dhabi

Prossimo Articolo

Verstappen castiga le Mercedes, ma non è stata una "Caporetto"

Verstappen castiga le Mercedes, ma non è stata una "Caporetto"
Carica commenti
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021