La FIA non chiarisce il giallo del giro in meno al GP del Giappone

Michael Masi, direttore di gara di F1, esclude l'errore umano e punta il dito sul sistema che regola i pannelli luminosi, ma le cause sono ancora da accertare nonostante sia già stata avviata un'indagine.

La FIA non chiarisce il giallo del giro in meno al GP del Giappone

Valtteri Bottas è stato dichiarato vincitore del Gran Premio del Giappone al 52esimo dei 53 giri previsti dai pannelli luminosi. Ciò significa che, a quel punto, la gara è stata dichiarata conclusa nonostante non sia stata completata l'intera distanza di gara.

L'utilizzo dei pannelli luminosi per dichiarare la gara finita è stata introdotta all'avvio di questo Mondiale per evitare situazioni già verificate in altri anni dove la bandiera a scacchi era stata sventolata al momento sbagliato.

L'occasione più famosa risale al Gran Premio del Canada 2018, quando la modella Winnie Harlow fu erroneamente istruita di sventolare la bandiera a scacchi al 69esimo dei 70 giri previsti.

Leggi anche:

La FIA ha subito avviato un'indagine a fine Gran Premio per cercare di capire il perché sia stato commesso l'errore, decurtando la gara di un giro. Dal direttore di gara Michael Masi ci si attendeva una risposta a tal proposito, invece questa tarda ad arrivare.

"Da quanto abbiamo potuto vedere, è stato un errore del sistema", ha dichiarato Masi. "E' qualcosa su cui dobbiamo investigare. Non sto facendo ipotesi su cosa sia o non sia stato. E' stato certamente un errore del sistema".

Masi ha affermato che nel sistema di bandiere vi è un doppio input - automatico e umano - dunque è troppo presto per fare speculazioni su cosa possa aver generato l'errore. Un modo per escludere errori umani a monte di quanto accaduto in gara.

"Dovremo capire esattamente cosa sia successo, ricostruire tutto e partire da quello. E' stato un caso sfortunato, sono il primo a dirlo. Siamo orgogliosi di fare le cose perfettamente, ma è una di quelle situazioni mai successe prima legate alla bandiera a scacchi. Ora non dobbiamo fare altro che indagare sul perché sia potuto accadere tutto ciò".

condivisioni
commenti
Video: Leclerc guida con una mano sola alla 130R, eroe o azzardo?

Articolo precedente

Video: Leclerc guida con una mano sola alla 130R, eroe o azzardo?

Prossimo Articolo

Red Bull: c'è la dentellatura del cerchio posteriore

Red Bull: c'è la dentellatura del cerchio posteriore
Carica commenti
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021