Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Intervista
Formula 1 GP di Sakhir

Primo podio per Ocon: "Ho creduto in me stesso, altri no..."

Dopo tanti bocconi amari, il francese conquista un secondo posto incredibile nel pazzo GP di Sakhir al volante di una solida Renault, togliendosi a fine gara un sassolino dalla scarpa.

Esteban Ocon, Renault F1, 2° posto, festeggia con il team

Il primo podio in Formula 1 di Esteban Ocon arriva nel Gran Premio di Sakhir al termine di una delle gare più pazze dell'anno.

Complice anche una domenica di inusuali ed epocali cappelle commesse dalla Mercedes, in casa Renault invece non è stato sbagliato nulla e il francese ha pure mostrato una grandissima tenacia alla ripartenza dall'ultima Safety Car, quando si è dovuto difendere dalla Racing Point di Lance Stroll.

Mentre Sergio Pérez con l'altra RP20 scappava via verso il successo, sulla versione "ovale" del tracciato del Bahrain Ocon ha tagliato il traguardo in piazza d'onore sulla sua R.S.20 senza sbagliare nulla e con gli occhi lucidi mentre sventolava la bandiera a scacchi.

Leggi anche:

"Sinceramente non ho parole, ho pianto tanto una volta superato il traguardo e sono molto emozionato - ha detto Ocon, che può gioire dopo tanti bocconi amari ingoiati - E' stata una stagione difficile per noi e non sempre il lavoro ha pagato, ma abbiamo continuato ad impegnarci a fondo con grande motivazione".

Per altro il transalpino è sempre stato considerato il numero 2 in squadra, con Daniel Ricciardo spesso a concludere davanti a lui, il che rende tutto ancor più bello.

"Daniel è stato un punto di riferimento fantastico per me e nella sua seconda stagione in Renault è migliorato tanto, però anche io mi sono avvicinato passo dopo passo, ed eccomi qui sul podio! E' straordinario!"

Infine Ocon si leva anche un sassolino dalla scarpa, senza fare nomi particolari, ma alzando la voce in maniera pungente.

"Questo risultato è veramente importante perché quando la gente non crede più in te, allora devi credere da solo in te stesso. E oggi ho dimostrato che il mio duro lavoro ha pagato".

Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, lotta con Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, nei box
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.20, e Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.20
Esteban Ocon, Renault F1, e Lance Stroll, Racing Point, sulla griglia
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, lotta con Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35, davanti a Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.20
Scintille volano mentre Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20 lotta con Nicholas Latifi, Williams FW43, e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Esteban Ocon, Renault F1
Esteban Ocon, Renault F1
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20
Volano scintille dall'auto di Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20
18

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Leclerc punito per l'incidente: -3 posizioni ad Abu Dhabi
Prossimo Articolo Stroll: “Sono nervoso, avrei potuto vincere io”

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia