Albon: "Il crash? Forse non ho rallentato a sufficienza"

Il pilota tailandese ha demolito la sua Red Bull durante le FP2 finendo contro le protezioni in uscita dell'ultima curva. Alex ha spiegato di aver alzato il piede dal gas, ma non a sufficienza per evitare l'effetto pendolo.

Albon: "Il crash? Forse non ho rallentato a sufficienza"

La stagione 2020 di Alexander Albon in Formula 1 si sta rivelando un calvario. Il pilota tailandese, promosso in Red Bull lo scorso anno dalla gara di Spa, sta affrontando un campionato reso complicato da una RB16 sicuramente complessa da portare al limite e da un confronto impietoso con il suo compagno di team.

Se si analizza la classifica piloti, infatti, Max Verstappen occupa il terzo posto con ben 100 punti di vantaggio su Albon e questo aspetto sta convincendo i vertici Red Bull a guardarsi intorno per la prossima stagione per ingaggiare un pilota cresciuto fuori dal proprio vivaio.

Albon aveva l’obbligo di giocarsi tutte le sue possibilità al meglio in questi ultimi round dell’anno, ma il grave errore commesso oggi nelle FP2 potrebbe rivelarsi decisivo per la fine della sua avventura in F1.

A metà sessione il tailandese ha sbagliato l’approccio di curva 17 finendo con la vettura oltre il cordolo. Alex non ha alzato il piede ma ha continuato a spingere innescando un incontrollabile effetto pendolo che l’ha proiettato contro le barriere di protezione.

La Red Bull RB 16 ha impattato con il lato destro finendo in mille pezzi, mentre Albon è uscito fisicamente illeso ma con il morale sotto i tacchi.

“Sto bene. Purtroppo è successo quello che è successo, ma ormai fa parte del passato”.

Alex ha spiegato la dinamica dell’incidente affermando di aver leggermente alzato il pedale dal gas. In realtà, rivedendo il camera car, si può notare come il tailandese abbia continuato ad accelerare mettendo anche la quinta marcia quando già aveva più di metà vettura oltre il cordolo.

“E’ una curva piuttosto difficile da percorrere. La macchina ha preso una angolazione un po' strana, ma dobbiamo analizzare i dati per capire bene”.

“In realtà ho alzato il piede, ma non a sufficienza. Quando hai due gomme sul cordolo e due sull’asfalto è facile perdere il controllo ed è quello che è successo”.

Albon ha poi commentato l’attività svolta oggi in pista. Il tailandese era riuscito a chiudere le FP1 con il settimo tempo alle spalle di Max Verstappen di soli 8 millesimi, mentre nelle FP2, complice l’incidente che ha messo fine in anticipo al suo programma, non è riuscito a fare meglio del decimo riferimento.

“Fino al momento dell’incidente la giornata è andata abbastanza bene. Nelle prove libere 1 ho avuto sin da subito buone sensazioni, mentre nelle FP2 abbiamo provato un paio di cose che non hanno funzionato come pensavamo”.

Alex, infine, è stato critico con le gomme Pirelli 2021 che i piloti hanno provato oggi per la prima volta.

“Ho avuto dei problemi di guida con le gomme sperimentali. Non regalano un bel feedback al volante. Vedremo come sarà l’anno prossimo, ma al momento dobbiamo prenderci la mano”.

Un marshal con l'ala anteriore di Alexander Albon
Un marshal con l'ala anteriore di Alexander Albon
1/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L'ala anteriore danneggiata della Red Bull Racing RB16 di Alexander Albon
L'ala anteriore danneggiata della Red Bull Racing RB16 di Alexander Albon
2/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L'Ala anteriore rotta di Alexander Albon
L'Ala anteriore rotta di Alexander Albon
3/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alexander Albon Red Bull Racing RB16 sul carro attrezzi
Alexander Albon Red Bull Racing RB16 sul carro attrezzi
4/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alexander Albon Red Bull Racing RB16 sul carro attrezzi
Alexander Albon Red Bull Racing RB16 sul carro attrezzi
5/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alexander Albon Red Bull Racing RB16 sul carro attrezzi
Alexander Albon Red Bull Racing RB16 sul carro attrezzi
6/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

I commissari caricano l'auto di Albon Red Bull Racing RB16 su un carroattrezzi
I commissari caricano l'auto di Albon Red Bull Racing RB16 su un carroattrezzi
7/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L'auto danneggiata di Alexander Albon, Red Bull Racing RB16
L'auto danneggiata di Alexander Albon, Red Bull Racing RB16
8/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L'Ala anteriore rotta di Alexander Albon
L'Ala anteriore rotta di Alexander Albon
9/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Un marshal con l'ala anteriore di Alexander Albon
Un marshal con l'ala anteriore di Alexander Albon
10/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
11/16

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Una ruota danneggiata della Red Bull Racing RB16 di Alex Albon
Una ruota danneggiata della Red Bull Racing RB16 di Alex Albon
12/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

La Red Bull Racing RB16 di Alex Albon su un carroattrezzi
La Red Bull Racing RB16 di Alex Albon su un carroattrezzi
13/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

La Red Bull Racing RB16 di Alex Albon su un carroattrezzi
La Red Bull Racing RB16 di Alex Albon su un carroattrezzi
14/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Il danno al posteriore della Red Bull Racing RB16 di Alex Albon
Il danno al posteriore della Red Bull Racing RB16 di Alex Albon
15/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Il muso danneggiato della Red Bull Racing RB16 di Alexander Albon
Il muso danneggiato della Red Bull Racing RB16 di Alexander Albon
16/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
F1, Bahrain, Libere 2: Hamilton illumina la notte
Articolo precedente

F1, Bahrain, Libere 2: Hamilton illumina la notte

Prossimo Articolo

Binotto: "Con le medie e le dure saremo più competitivi"

Binotto: "Con le medie e le dure saremo più competitivi"
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021