Dakar 2022 | Auto
Topic

Dakar 2022 | Auto

Dakar | Loeb evita la penalità, ma la FIA multa il team

La FIA ha deciso di non penalizzare il pilota francese del team Bahrain Raid Xtreme, nonostante sia arrivato al traguardo con una ruota di scorta in meno rispetto a quelle che aveva all'inizio della speciale.

Dakar | Loeb evita la penalità, ma la FIA multa il team
Carica lettore audio

L'ottava prova speciale della Dakar 2022 ha visto Sébastien Loeb riuscire a ridurre il distacco dal leader della corsa Nasser Al-Attiyah di sette minuti. Tuttavia, il risultato è rimasto in sospeso fino alle 20:45 ora locale (18:45 in Italia), quando i commissari sportivi della FIA hanno finalmente preso una decisione sulla perdita di una ruota di scorta del francese durante la tappa.

Il nove volte campione del mondo di rally, che ha forato al km 28 della speciale, ha perso l'altra ruota di scorta prima della neutralizzazione al km 191, quando il portello della carrozzeria che la copriva si è aperto sulla sua BRX Hunter T1+ ECOpower.

Anche se i commissari hanno inflitto una penalità di cinque minuti ad Antoine Delaporte (#283) il 4 gennaio per aver lasciato una ruota abbandonata fuori dal bivacco durante la terza tappa, non hanno ritenuto necessario imporre la stessa pena al nove volte campione del mondo di rally.

In questa occasione, sia Loeb che il suo compagno di squadra Orlando Terranova sono arrivati con una sola ruota di scorta all'interno della loro BRX Hunter T1+ ECOpower, ma i commissari hanno inflitto al team Bahrain Raid Xtreme, gestito da Prodrive, solo una multa di 10.000 euro, di cui 5.000 euro sospesi nel caso in cui non si ripeta una situazione simile.

Leggi anche:

L'articolo 51.4.1 del Regolamento Sportivo del Campionato del Mondo Rally Raid 2022 stabilisce che "qualsiasi ruota montata su un veicolo o installata all'interno di un veicolo durante la manutenzione deve raggiungere il successivo parco assistenza/bivacco o la successiva zona di assistenza remota. In nessun caso ruote/pneumatici o parti devono essere lasciati all'interno o all'esterno di queste zone".

Il testo pubblicato dalla FIA afferma che David Richards, il team principal della squadra, ha spiegato che la perdita delle ruote di scorta su entrambe le vetture è stata involontaria e che il pilota se n'è reso conto alla neutralizzazione, aggiungendo che nessuno dei due ha ottenuto alcun vantaggio. Richards ha anche aggiunto che i piloti hanno dovuto guidare con molta più attenzione nel tratto successivo perché non avevano gomme di scorta.

"Un video del cambio gomme sul veicolo #211 mostra chiaramente che i conducenti hanno installato la ruota forata sul lato destro del veicolo. Le foto che mostrano la perdita del pneumatico mostrano che questo è successo sul lato sinistro, cioè quella che è stata installata all'assistenza. Il veicolo #221 ha a sua volta perso una ruota installata all'assistenza sul lato destro. In entrambi i casi, sembra che non sia stata colpa degli equipaggi, piuttosto è stato perché i veicoli avevano cinghie di fissaggio che erano troppo deboli e fissaggi sulla parte della carrozzeria che erano anche troppo deboli", spiega il documento.

"La FIA riconosce che le sue attività ed eventi hanno un impatto sull'ambiente e lavora con tutte le parti interessate per ridurre al minimo tali impatti e ispirare comportamenti positivi. Lasciare ruote e parti nel deserto, è in contraddizione con gli obiettivi della FIA".

"È responsabilità del concorrente assicurarsi che la vettura sia conforme ai requisiti tecnici e di sicurezza. Così, egli deve garantire che tutte le parti del veicolo siano montate correttamente, e deve aumentare la sicurezza dei supporti della ruota di scorta. La perdita delle ruote è un potenziale pericolo per gli spettatori".

"I Commissari Sportivi notano inoltre che i piloti non hanno avuto alcuna influenza sulla perdita delle ruote di scorta e quindi non ci saranno ulteriori azioni contro gli equipaggi".

condivisioni
commenti
Podcast Dakar | Tappa 8: Audi, doppietta storica!
Articolo precedente

Podcast Dakar | Tappa 8: Audi, doppietta storica!

Prossimo Articolo

Dakar | Moto, Tappa 9: bis di Cornejo, Walkner nuovo leader

Dakar | Moto, Tappa 9: bis di Cornejo, Walkner nuovo leader
Carica commenti
Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico Prime

Dakar: Audi, la RS Q e-tron cerca nuove vie di sviluppo elettrico

Audi ha svelato la RS Q e-tron, arma elettrica con cui andrà alla caccia della vittoria alla Dakar. La Caa dei 4 anelli punta davvero sulla propulsione elettrica, tanto da puntare forte su strumenti che altre categorie hanno reso standard e plafonate.

Dakar
25 lug 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price) Prime

Dakar: KTM sconfitta, ma non con le ossa rotte (tranne Price)

La Casa di Mattighofen ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, ma nonostante il ko del suo uomo di punta Toby Price ed una Honda capace di vincere 10 speciali su 13, è rimasta in lizza per il successo finale fino all'ultima tappa con Sam Sunderland.

Dakar
20 gen 2021
Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni! Prime

Dakar: Husqvarna e Yamaha, che delusioni!

Questi sono gli altri due marchi che si presentavano al via della Dakar 2021 con ambizioni importanti, ma solamente Pablo Quintanilla ha visto il traguardo, con un settimo posto molto distante dal secondo dello scorso anno. Scopriamo insieme cosa è successo.

Dakar
19 gen 2021
Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz Prime

Dakar Camion: scopriamo qual è il vero segreto Kamaz

Andiamo a scoprire come mai la Kamaz ha collezionato la 18esima vittoria alla Dakar, festeggiando anche una storica tripletta che non si ripeteva dal 2015. Non c'è solo una superiorità tecnica dei camion 43509, ma c'è un'intera città, Naberezhnye Chelny, nata e cresciuta intorno alla fabbrica, che vive per imporsi nel Rally Raid più famoso. C'è una scuola karting che forma i futuri piloti e li alleva con mezzi OTK forniti da Alonso. E, inoltre...

Dakar
17 gen 2021
Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid Prime

Dakar 2021: il premio Fair play al team Orobicaraid

Hanno aiutato gli avversari diretti che si erano capotati su una duna e hanno perso molto tempo: Giulio Verzelletti, poi, ha dovuto chiedere l'intervento dell'elisoccorso a causa di una violenta colica renale, ma l'Unimog con Giuseppe Fortuna a Marino Mutti è arrivato al traguardo, dove il direttore di corsa, Castera, gli ha consegnato il premio Fair Play per aver interpretato al meglio lo spirito della corsa. E non sono stati nemmeno usclusi dalla classifica.

Dakar
16 gen 2021