Al-Attiyah: "Peugeot? Forse faticherà a finire la Dakar"

Il vincitore 2015 scettico sulle possibilità di vittoria del Leone Rampante: "La 2008DKR16 ancora acerba"

Poche ore ancora e la 38esima edizione della Dakar, il più celebre rally raid del Motorsport, avrà inizio. La corsa scatterà in Argentina, nella capitale Buenos Aires, per terminare due settimane più tardi sempre nello stato sudamericano, ma nella città di Rosario.

Nella categoria auto Peugeot si candida a essere il marchio protagonista del primo evento 2016, ma c'è chi nutre dubbi sulle reali possibilità di vittoria del marchio transalpino, almeno nell'edizione ormai alle porte. Si tratta del campione uscente, quel Nasser Al-Attiyah che nel 2015 non ha fatto altro che vincere in quasi tutte le competizioni a cui ha preso parte.

"Peugeot ha molti grandi nomi ma, come sapete, è una squadra nuova", ha dichiarato il qatariota a Motorsport.com. "Potrà stare davanti nelle prime stage e dopo scomparire, perché la vettura è ancora in fase di sviluppo".

"Carlos Sainz e Peterhansel sono tra i migliori piloti al via della competizione - ha proseguito Nasser - ma non credo che le loro auto resisteranno per tutti e 13 i giorni di gara. La loro auto è nuova e ha bisogno di ulteriore lavoro e sviluppo. Questa è la seconda volta che parteciperanno alla Dakar. Hanno ancora bisogno di tempo".

Al-Attiyah ha poi terminato parlando della sua MINI, con cui correrà anche nel 2016, ma anche correggendo il tiro nei confronti di Peugeot: "Dopo la vittoria 2015 MINI non aveva nulla da aggiungere alla vettura se non piccoli accorgimenti. La nostra vettura è affidabile e veloce sulle lunghe distanze. MINI ha vinto per 4 anni di fila e investe tanto per questo progetto. Peugeot può vincere? Sì, ma sarebbe una sorpresa. Non conosco lo sviluppo che hanno fatto nelle ultime settimane...".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Evento Dakar
Piloti Nasser Al-Attiyah
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag RAID, dakar, mini, peugeot, rally