Suninen e Chardonnet al via al Rally dell'Adriatico

condivisioni
commenti
Suninen e Chardonnet al via al Rally dell'Adriatico
Redazione
Di: Redazione
15 apr 2015, 11:44

La prima prova stagionale del Trofeo Rally Terra ha attirato anche dei campioni dall'estero

Anche per l’edizione 2015 del Rally Adriatico, la ventiduesima di una storia tra le più avvincenti delle corse su strada nazionali oltre che su strada bianca, si annuncia una qualificata presenza straniera, segno che la terra marchigiana piace e soprattutto è vista anche come un banco di prova importante per vetture e piloti.

Con la gara organizzata da PRS Group, il Campionato Italiano Rally, consumerà la sua terza tappa, in programma per l’1-2 maggio, e sarà anche la prima prova del Trofeo Rally Terra oltre ad essere valido per il Trofeo Rally Nazionali di terza zona e per il Campionato ERMS (Emilia Romagna, Marche e San Marino).

La gara è nel pieno del periodo delle iscrizioni, che si allungherà sino al 22 aprile e già si arriva filtrare qualche “nome” tra coloro che andranno a sfidare i big nostrani. Su tutti spicca il nome del 21 enne finlandese Teemu Suninen, balzato agli onori della cronaca internazionale per essere stato scelto da Toyota per il suo nuovo corso nel WRC dall’anno prossimo. Il giovane finnico, seguito dall’ex piota del mondiale Toni Gardemeister (una vecchia conoscenza del rallismo italiano) sarà al via con una Skoda Fabia S2000, stessa vettura con la quale quest’anno ha conquistato due terzi posti assoluti nel suo Paese. Il ragazzo lo scorso anno ha finito ottavo nella classifica finale del WRC-3 e primo nel Trofeo Fiesta finlandese.

E’ poi annunciato il francese Sebastien Chardonnet, che ha debuttato nel tricolore rally al recente Rallye Sanremo finendo quinto assoluto con la Ford Fiesta R5 e parlando di stranieri, pur se in questo caso in un modo particolare, è annunciato al via anche il giovane Simone Tempestini, italiano che corre con licenza rumena, attesissimo con la Ford Fiesta R5. Il trevigiano, classe 1994, figlio d’arte, protagonista quest’anno del Mondiale Rally, ha vinto a fine marzo il Tess Rally in Romania, diventando il più giovane vincitore di un appuntamento di Campionato romeno ed inoltre nelle recenti apparizioni italiane (ha corso anche all’edizione 2014 del Rally Adriatico) ha palesato un notevole potenziale ed una forte maturità a dispetto della sia giovane età.

Il 22° Rally Adriatico avrà nuovamente la propria sede a Cingoli (Macerata), luogo definito oramai irrinunciabile per le gare su strada bianca italiane, da tanto che ospita con convinzione da tempo eventi rallistici di alto livello.

Due giorni di gara ed undici Prove Speciali in totale, sono il “piatto forte” della gara, che conta una lunghezza totale del percorso di circa 425 chilometri, dei quali 125 di distanza cronometrata. Per la logistica si è cercato di far rimanere l’evento circoscritto al massimo nel territorio intorno a Cingoli, luogo anche dove si è instaurata una proficua collaborazione tra PRS Group, organizzatore dell’evento, e la locale Amministrazione Comunale, sempre molto attenta alla promozione del territorio mediante appunto anche questo evento, da anni riferimento nel panorama motoristico nazionale.

Il percorso ha subìto alcune variazioni, pur mantenendo la lunga tradizione della gara. Per adesso il tracciato di gara non viene rivelato al fine di evitare ricognizioni abusive, che andrebbero a creare disagi alla circolazione stradale oltre che togliere trasparenza e lealtà al confronto sportivo.

LA CERIMONIA DI PARTENZA AL LAGO DI CINGOLI
E’ confermata la città di Jesi come sede del Parco di Assistenza da dove, venerdì 01 maggio, avrà luogo la partenza “tecnica” che porterà i concorrenti alla cerimonia di partenza, con presentazione di tutti gli equipaggi, prevista alle ore 17,00 al Lago Castreccioni di Cingoli, ove sarà in svolgimento la celebre festa annuale caratterizzata da numerose iniziative ludiche per grandi e bambini.
Poi, i concorrenti avvieranno le sfide con le prime due Prove Speciali, prima del Riordinamento notturno in Viale Valentini di Cingoli. La gara proseguirà l’indomani, sabato 2 maggio, con uscita dal riordinamento notturno alle ore 7,31 per poi far affrontare le rimanenti nove “piesse” prima dell’arrivo finale in Piazza Vittorio Emanuele a Cingoli alle ore 18,15.

Prossimo articolo CIRT
Trofeo TRT: Ricci e Travaglia sono i finalisti

Articolo precedente

Trofeo TRT: Ricci e Travaglia sono i finalisti

Prossimo Articolo

Dettori e Pisano vincono il Rally In Costa Smeralda

Dettori e Pisano vincono il Rally In Costa Smeralda
Carica commenti

Su questo articolo

Serie CIRT
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie