Roma, PS1: Scandola parte alla grande, poi Campedelli e Basso

condivisioni
commenti
Roma, PS1: Scandola parte alla grande, poi Campedelli e Basso
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
23 set 2016, 17:07

Umberto Scandola si è aggiudicato la prova spettacolo del Rally Roma Capitale ed è in vetta alla classifica generale, seguito dalle due Fiesta del team BRC di Campedelli e Basso. Solo quinta posizione per Andreucci.

Andrea Vineis, Alessio Rodi Peugeot 208 R2B #16
Michele Tassone, Alice De Marco Peugeot 208 T16 R R5 #7
Michele Tassone, Alice De Marco Peugeot 208 T16 R R5 #7
Umberto Scandola e Guido d'Amore, Skoda Fabia R5, Skoda Motor Sport Italia
Simone Campedelli e Danilo Fappani, Ford Fiesta R5, Orange1 Racing
Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, Ford Fiesta R5 LDI, BRC
Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia

Il Rally Roma Capitale non risente certo delle recenti polemiche riguardo la mancata candidatura della città laziale per ospitare le Olimpiadi del 2024. La penultima gara del Campionato Italiano Rally ha attirato molti appassionati della categoria all'Eur per assistere alla prova spettacolo che ha aperto la gara romana.

I più rapidi in assoluto sono stati Umberto Scandola e Guido D'Amore. L'equipaggio di Skoda Italia Motorsport è consapevole che dovrà puntare al bottino pieno a Roma per poi arrivare al 2Valli e giocarsi tutto nella gara di casa, così è pertito forte e ha staccato il miglior tempo per appena 3 decimi nei confronti del primo rivale.

In seconda posizione ecco la prima Ford Fiesta EVO R5. E' quella a GPL affidata dal team BRC a Simone Campedelli, di poco più lento rispetto a Scandola. Dietro di lui ecco il leader del campionato e compagno di squadra, Giandomenico Basso, bravo a vincere il duello "1 contro 1" nei confronti del campione in carica Paolo Andreucci.

Il toscano del team Peugeot Sport Italia, navigato dalla compagna Anna Andreussi, si trova al quinto posto assoluto, staccato di 5" netti nei confronti di Scandola. Davanti a Paolo e Anna altri due piloti. Uno è Alessandro Perico, dunque non una vera e propria sorpresa, mentre al quarto posto ecco Michele Tassone, ex compagno di squadra di Andreucci sino all'anno passato e campione in carica del CIR Junior.

La competizione vera e propria scatterà domattina per una prima tappa impegnativa. Le speciali da affrontare nella prima manche di gara saranno ben 9 e queste daranno un responso già chiaro su chi sarà il favorito per la vittoria finale del rally.

Prossimo articolo CIR

Su questo articolo

Serie CIR
Evento Rally Roma Capitale
Sotto-evento Gara 1
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Prova speciale