Mies ed Ide si ripetono e conquistano il successo al Nurburgring

Il duo al volante dell'Audi #33 del team WRT, dopo aver colto il successo nell'ultimo appuntamento di Brands Hatch, si è ripetuto anche nella Qualifying Race. Secondo gradino del podio per la McLaren #59, mentre terza è giunto Will Stevens.

Continua la striscia positiva per Christopher Mies ed Enzo Ide. Il duo dell’Audi WRT, dopo aver colto la vittoria nell’ultimo appuntamento di Brands Hatch, si sono riconfermati anche nella Qualifying race odierna sul tracciato del Nurburgring.

Il duo al volante dell’Audi #33 deve ancora una volta ringraziare i meccanici per aver effettuato un pit stop velocissimo tale da consentire a Ide di poter uscire davanti alla McLaren di Bell, giunto al termine in seconda posizione con un ritardo di appena 3 decimi dal pilota belga.

In partenza la McLaren #58 del Garage 59 con Parente al volante ha mantenuto il comando seguito dalle Audi di Mies, Rast  e Perera con Piccini leggermente più distaccato in quinta piazza. Le posizioni sono rimaste congelate sino al momento dei pit stop.

Il leader della gara, Parente, ha anticipato la sosta rispetto a Mies, per cedere il volante a Bell, mentre Mies ha ritardato di qualche giro la sosta obbligatoria cedendo il volante a Ide. Come detto, il lavoro svolto dai meccanici del team WRT è stato eccellente ed ha consentito al belga di uscire in prima posizione davanti alla McLaren #58.

Alle spalle dei primi due si è assistito al sorpasso di Will Stevens ai danni di Marlon Stockinger per la conquista della terza posizione. Il pilota del team ISR ha anche occupato la seconda posizione, ma un testacoda lo ha fatto retrocedere in classifica.

Intensa anche la lotta per le posizioni di metà schieramento. Il duo Audi composto da Dries Vanthoor e Nico Muller ha concluso in quinta posizione, mentre alle loro spalle è stata intensa la lotta per la sesta piazza che ha visto Andy Soucek precedere Sims al volante della BMW M6 GT3.

Sfortunata la gara dell’Audi numero 1. Al via, Lauresn Vanthoor è stato colpito nel posteriore alla prima curva ed è finito in testacoda ripartendo in ultima posizione. Effettuato il cambio pilota, Vervisch è riuscito a rientrare nella top ten ma ha poi dovuto riprendere la via dei box quando mancavano pochi minuti al termine della gara.

Il Garage 59 ha patito le maggiori difficoltà con la seconda vettura, costretta al ritiro quando mancavano 15 minuti al termine della Qualifying race. Con la vettura #59 ferma a bordo pista, la direzione gara si è vista costretta a dichiarare la full course yellow per consentire ai commissari di rimuovere la McLaren.

Il restart ha visto Bell andare in pressing costante su Enzo Ide, ma il belga ha mantenuto il sangue freddo non commettendo alcuna sbavatura ed andando così a cogliere il secondo successo consecutivo.

In classe Pro-Am vittoria per la Ferrari #11 del Kessel Racing nonostante una penalità per aver ecceduto i limiti di velocità in pit lane, mentre il Grasser Racing ha trionfato nella categoria Silver con la Lamborghini #19. In classe AM, infine, successo per la Ferrari #55 dell’AF Corse.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati BSS
Evento Nürburgring
Circuito Nürburgring
Piloti Alvaro Parente , Christopher Mies , Enzo Ide
Team Audi Sport Team WRT
Articolo di tipo Gara