WEC e IMSA studiano un regolamento tecnico comune per il futuro

Il WEC spinge per imporre le LMP1. I promotori della serie americana, però, vogliono che i concetti cardine delle DPi rimangano: "Hanno attratto Costruttori, team e tifosi. Le vetture costano poco e gli investimenti sono sostenibili".

Il promotore del WEC, l'Automobile Club de l'Ouest ritiene che la nuova generazione di prototipi LMP1 che avrà costi ridotti e che sarà introdotta nella stagione 2020/2021 potrebbe diventare la classe regina anche dell'IMSA. L'obiettivo è lavorare sul regolamento dei due campionati per arrivare a un regolamento condiviso.

Il presidente dell'ACO, Pierre Fillon, ha dichiarato di aver lanciato l'idea in un incontro tra i promotori del WEC e dell'IMSA avvenuta l'anno scorso negli Stati Uniti.

"Stiamo lavorando su regole comuni per quanto riguarda i prototipi", ha dichiarato Fillon a Motorsport.com. "L'idea di dare alle auto un'indentità legata a quelle della produzione di serie è iniziata con le DPi, ma vogliamo andare oltre".

"Vogliamo anche ridurre i costi della prossima generazione di prototipi, quindi non saranno poi così diversi da quelli nati e costruiti come DPi".

L'ACO, che sta lavorando alle nuove regole con la FIA, vuole consentire l'utilizzo di tecnologia ibrida. Questa, però, potrebbe risultare un problema per l'IMSA, così come ha affermato FIllon. Un'altra differenza fondamentale sarebbe legata al fatto che i costruttori potrebbero costruire le proprie vetture piuttosto di vedersi costretti a lavorare su un telaio LMP2 standard.

Il boss dell'IMSA, Scott Atherton, ha dichiarato a Motorsport.com che l'iniziativa per una piattaforma di regole condivise è già in atto: "Stiamo lavorando assieme al WEC con un obiettivo comune e una visione condivisa. Vogliamo avere una serie di regolamenti legati ai prototipi che potrebbero consentire alle auto di competere per la vittoria alla 24 Ore di Le Mans e alla vittoria della 24 Ore di Daytona. Questa però è la parte più facile. E? tutto più facile a dirsi che a farsi".

Atherton ha insistito sul fatto che l'IMSA farà di tutto per "difendere gli elementi chiave della formula DPi. Questa ha attratto un numero impressionante di produttori e team nello schieramento, ma anche di tifosi. Queste vetture sono belle e vanno forte. I budget per questi programmi sono raggiungibili e sostenibili".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC , IMSA
Articolo di tipo Ultime notizie