Il TCR Ibérico prova a rinascere unendo i piloti di Spagna e Portogallo e mettendo 60.000€ in palio

condivisioni
commenti
Il TCR Ibérico prova a rinascere unendo i piloti di Spagna e Portogallo e mettendo 60.000€ in palio
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
24 dic 2018, 16:09

La collaborazione fra le federazioni dei due paesi, RFEDA e FPAK, dovrebbe radunare tutti i concorrenti per affrontare quattro eventi nell'arco del 2019, con i vincitori delle categorie SEQ e DSG che dovranno poi accedere al TCR Europe.

La TCR Ibérico Series nel 2019 dovrebbe riprendere il suo corso come campionato a sè stante formato da quattro eventi, due in Spagna e due in Portogallo.

Secondo quanto annunciato dal promoter del TCR Europe, Paulo Ferreira, verranno adottate le medesime regole sportive della serie continentale, con i piloti che affronteranno nell'arco del weekend due sessioni di Prove Libere da 30' l'una, una Qualifica divisa in Q1 e Q2, oltre le due gare da 23'+ 1 giro.

“Fra Spagna e Portogallo ci sono abbastanza auto da mettere insieme per avere una bella griglia di partenza - dice Ferreira - Abbiamo un montepremi di 60.000€ da mettere in palio. 30.000€ per il vincitore assoluto e altrettanti per quello della Classe DSG, con vincolo di partecipazione alla stagione 2020 della TCR Europe Series. Stiamo anche valutando se organizzare la "TCR Nations Cup" in occasione dell'ultimo round.

L'idea del TCR Ibérico è di radunare tutti i concorrenti di Spagna e Portogallo grazie alla collaborazione tra le due federazioni, RFEDA e FPAK.

Calendario 2019 del TCR Ibérico

23/24 marzo - Barcellona
5/7 luglio - Vila Real
7/8 settembre - Navarra
26/27 ottobre - Portimão

Prossimo Articolo
Carica commenti

Su questo articolo

Serie TCR
Autore Francesco Corghi