Dejonghe: "La León è una sfida, debbo adattarmi"

Il giovane belga è entrato a far parte del progetto RACB National Team per la stagione 2016 della TCR Benelux.

Dejonghe: "La León è una sfida, debbo adattarmi"

Sam Dejonghe è uno dei due piloti vincitori del concorso indetto dalla RACB, la federazione belga del motorsport, per trovare i concorrenti che saliranno sulle SEAT León TCR del RACB National Team per la stagione 2016 della TCR Benelux.

Il 24enne nativo di Kalmthout, assieme a Denis Dupont, sarà dunque in azione con la vettura spagnola nella stagione inaugurale della nuova serie turismo. Dejonghe ha parlato con il sito autosport.be della nuova avventura, che potrebbe essere anche la svolta della sua carriera.

"Sono molto contento di essere stato scelto per questo progetto, anche se capisco che arrivo nel mondo del turismo un po' tardi rispetto agli standard motoristici attuali - ha detto - Se ci pensate, una volta si sbarcava in F1 a 26 anni, ora c'è chi corre già a 17; oppure i programmi Junior o Porsche, dove i ragazzi iniziano a crescere dai 20 anni. Per cui io che ne ho 24 mi dovrò calare nella parte al meglio, facendo una sorta di tabula rasa delle conoscenze fino ad ora acquisite. In generale penso che tutto ciò sia legato ai budget di ogni pilota; il motorsport è diventato costosissimo e purtroppo c'è il rischio di bruciarsi in fretta. Chi non ha il denaro per andare in F1 finisce in altre categorie, il che è dannoso per chi non ha disponibilità economiche importanti".

Fatta questa premessa, Dejonghe si è detto comunque molto carico in vista della stagione 2016: "Ho una grande possibilità e penso di doverla sfruttare al massimo. Fare parte del RACB National Team significa essere circondati di persone che ti possono davvero insegnare tanto. La cosa più importante sarà cercare di imparare al meglio in questa nuova avvenutura".

Il ragazzo però non ha mai guidato la SEAT León, fatta eccezione per la prova finale del concorso al quale ha preso parte: "C'è tanto da lavorare, sono salito sulla SEAT León TCR solo per i sei giri della finale, quindi è come partire da zero. Chiaramente si tratta di una macchina molto diversa rispetto a quelle che ho guidato fino ad oggi, le quali avevano una trazione posteriore. Ma parliamo comunque di una vettura da corsa e come pilota penso di dover sapermi adattare bene alla situazione. Se vuoi vincere, questa è l'unica strada".

E con il RACB National Team alle spalle i margini di miglioramento non possono mancare: "Semplicemente abbiamo bisogno di fare un sacco di test per conoscere bene auto e squadra. I mezzi per fare bene e crescere non mancheranno. Parteciperemo ad una nuova serie come la TCR Benelux e per vincere l'unica soluzione è presentarsi al via preparati al meglio!"

condivisioni
commenti
La Milo Racing svela la livrea della sua VW Golf TCR
Articolo precedente

La Milo Racing svela la livrea della sua VW Golf TCR

Prossimo Articolo

La Delahaye Racing ha scelto Van Dalen e Richard

La Delahaye Racing ha scelto Van Dalen e Richard
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde) Prime

Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde)

Nel 2017 ha visto la morte in faccia, nel 2018 ha lottato per tornare e il 2021 del portoghese nel WTCR è cominciato come meglio non potesse sognare: trionfo da Campionissimo al Nordschleife, sulla pista più dura e assassina del mondo.

WTCR
13 gen 2022
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre Prime

Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre

Le TCR Series hanno preso il via nel 2015 e ad oggi sono diversi i modelli delle Case presenti in pista, più o meno nuovi. Ma c'è anche qualcuno che in questi anni ha provato a mettersi in proprio, con risultati differenti e particolari. Scopriamo di chi si tratta.

TCR
6 ago 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse" Prime

Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse"

Intervista doppia esclusiva di Motorsport.com ai due piloti della Romeo Ferraris, che corrono con la Giulia ETCR nel campionato turismo elettrico: ecco le loro impressioni e aspettative di questa avventura.

ETCR
8 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021