TT 2019: Dean Harrison e Jamie Coward al top nella prima giornata

condivisioni
commenti
TT 2019: Dean Harrison e Jamie Coward al top nella prima giornata
Di:
26 mag 2019, 21:51

Le prime prove cronometrate delle classi Supersport e Lightweight hanno dato inizio alle attività sull’Isola di Man, con il pilota di Bradford unico a scendere sotto il muro dei 18’ tra le 600 cc.

Questo pomeriggio è ufficialmente iniziata la 100esima edizione del Tourist Trophy.

Dopo il rinvio di ieri per il maltempo, la prima giornata di prove sull’Isola di Man si è aperta con una cinquantina di minuti di ritardo, per far asciugare alcune zone umide attorno al Circuito del Mountain e permettere ai commissari di recarsi in postazione.

Ad aprire le danze sono stati i newcomer, che hanno iniziato a prendere confidenza con i 60,761 km dello Snaefell Mountain Course, cimentandosi nel loro primo giro a velocità controllata, accompagnati da Richard “Milky” Quayle e Dave Molyneux, in Sidecar.

A primeggiare nella sessione mista, condizionata da forti raffiche di vento, sono state le Kawasaki di Dean Harrison, nella Supersport, e Jamie Coward, nella Lightweight.

Supersport, Harrison riprende da dove aveva lasciato

Conquistata la vittoria di Gara 2 nel TT 2018, il pilota di Bradford ha subito voluto mettere le cose in chiaro, piazzando la sua ZX-6R in cima alla classifica delle 600 cc.

Dopo aver siglato il primo crono ufficiale della sessione, ad una media di 121.97 mph, Dean Harrison ha inanellato 6 giri in progressione, che lo hanno portato a stampare, nel suo ultimo passaggio, il tempo più veloce del pomeriggio: un 17’57”196 alla media di 126,09 mph.

Un passo insostenibile per la concorrenza, con il primo degli inseguitori, Michael Dunlop (Honda), fermo a 18’16”276 e una media di 123.90 mph, fatta registrare nel suo terzo passaggio. Alle spalle del pilota della MD Racing si è piazzato Conor Cummin (Honda), seguito da Jamie Coward (Yamaha), James Hillier (Kawasaki) e Gary Johnson (Triumph). Fuori dalla Top 10 John McGuinness (Honda), al ritorno con il team Padgett’s.

Leggi anche:

Lightweight, a svettare è Jamie Coward

Tra bicilindriche è Jamie Coward (Kawasaki) a mettere tutti in fila, fermando il cronometro sui 18’52”240, alla media di 119.96 mph.

Seconda posizione per il campione uscente Michael Dunlop (Paton), che ha siglato il suo miglior giro in 19’05”997 alla media di 118.96 mph, seguito da un sorprendente Paul Jordan (Kawasaki).

A 36”772 dalla vetta si è piazzato il mattatore della Cookstown 100 Derek McGee (Kawasaki), quarto, davanti a Stefano Bonetti (Paton) e Gary Johnson (Kawasaki). Quindicesimo tempo per il vincitore del 2017 Michael Rutter (Kawasaki), mentre John McGuinness (Norton), in sella alla nuova Superlight, si è fermato in ventesima posizione, con un crono di 20’15”209 alla media di 111.77 mph.

L’appuntamento per la seconda giornata di prove del TT 2019 è fissato per domani, lunedì 27, alle 19.20 ora italiana.

Prossimo Articolo
TT 2019: John McGuinness completa la line up del team Padgett's per la Supersport

Articolo precedente

TT 2019: John McGuinness completa la line up del team Padgett's per la Supersport

Prossimo Articolo

TT 2019: cancellate per pioggia le prove del lunedì

TT 2019: cancellate per pioggia le prove del lunedì
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Road racing
Evento Isola di Man TT
Piloti Dean Harrison
Autore Daniela Piazza
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie