Carrera Cup Italia, Vallelunga: Caglioni artiglia la prima pole!

Dopo la vittoria di Imola Il portacolori Ombra Racing si conferma in splendida forma e svetta in 1'33"786 garantendosi la partenza al palo per la gara 1 di oggi alle 17.00 (diretta Sky Sport Action). Al suo fianco Quaresmini, seguito da Festante e Cerqui. Quinto il capoclassifica Giardelli e sesto Moretti. Cassarà è al top in Michelin Cup e nei migliori 12, Montagnese è ancora l'uomo da battere in Silver

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Caglioni artiglia la prima pole!

Era attesa una qualifica ravvicinata e incerta a Vallelunga e la pole position di Leonardo Caglioni per gara 1 nel quarto round della Porsche Carrera Cup Italia ha confermato in toto le previsioni per quello che ora diventa un weekend ancora più acceso.

Non solo perché i protagonisti in corsa per il titolo sono tutti lì davanti, ma anche perché il leader Alessandro Giardelli scatta quinto dietro ad alcuni di loro, mentre l'altro giovanissimo di Ombra Racing (sono entrambe classe 2003) ha firmato una qualifica di alto profilo girando più veloce di tutti in 1'33"786 (i tempi con il meteo migliorato sono diventati davvero interessanti oggi).

Per Caglioni è la prima pole nel monomarca di Porsche Italia, a conferma del periodo di splendida forma che il bergamasco dello Scholarship Programme sta attraversando e che si aggiunge alla prima vittoria conquistata nell'ultima tappa a Imola in gara 2.

In prima fila si ritroverà al fianco un cliente difficile come Gianmarco Quaresmini. Qualificatosi a soli 69 millesimi da Caglioni, il portacolori di Tsunami RT ha centrato l'obiettivo di precedere gli altri sfidanti per il titolo. La seconda fila sarà però aperta da un'altra 911 GT3 Cup di Ombra Racing, team che si conferma ai vertici sul circuito romano, quella di Aldo Festante, buon terzo a 2 decimi dopo la pole del 2020.

Alle spalle del driver campano, tutti nel giro di una manciata di millesimi per quella che davvero è stata una PQ2 da brividi, hanno concluso Alberto Cerqui, quarto con i colori del Team Q8 Hi Perform, appunto il capoclassifica Giardelli, in top-5 con DInamic Motorsport, e Marzio Moretti (Bonaldi Motorsport).

Staccati di poco anche Enrico Fulgenzi (EF Racing), il duo di Ghinzani Arco Motorsport Leonardo Moncini, rookie sempre più sorprendente, e Daniele Cazzaniga e, a completare la top-10, Giammarco Levorato (Tsunami RT). Più indietro ma comunque 11esimo e quindi entrato nel turno decisivo anche un altro giovane come Benny Strignano, portacolori di AB Racing, che gioca in casa.

Molto intensa la lotta per la pole anche in Michelin Cup, che arride a Marco Cassarà, che con Raptor Engineering prosegue con il passo spedito messo in mostra anche nei giorni scorsi. Il pilota di casa è addirittura stato capace di entrare nella top-12 e quindi di passare il taglio della PQ1 (nella quale resta il suo miglior tempo delle prove ufficiali in 1'34"959).

Solo 16esimo il campione in carica Simone Iaquinta (il cui intento era comunque soltanto quello di qualificarsi visto che scatterà ultimo per la penalty ricevuta nel post-Imola) e solo 18esimo Giorgio Amati. Non quanto si aspettavano in seno al team Dinamic.

Tornando alla Michelin Cup, è 19esimo assoluto e secondo di categoria dietro a Cassarà l'altro aspirante al titolo Alex De Giacomi (Tsunami RT). Il gentleman bresciano ha preceduto i due alfeiri AB Racing Piero Randazzo e Francesco Maria Fenici, Gabriel Rindone (EF Racing), il duo Ebimotors Piccioli-Giorgi (completamente recuperato dopo la rottura del semiasse nei test) e Diego Locanto, in recupero con Krypton Motorsport.

Una bandiera rossa ha chiuso prematuramente nel finale la PQ1 a seguito di un "incontro ravvicinato" occorso tra Randazzo (la cui 911 GT3 Cup ha avuto la peggio dopo l'uscita di pista) e Dziugas Tovilavicius, che a quanto sembra era finito in testacoda alla curva Roma poco prima che sopraggiungesse il pilota partenopeo. L'episodio è sotto la lente dei commissari, che stanno investigando.

Conferma, infine, per Max Montagnese in Silver Cup. Il gentleman calabrese del Team Malucelli è stato il più veloce nella categoria delle 991 GT3 Cup gen.I e ha preceduto Davide Scannicchio (ZRS Motorsport) di quasi 8 decimi.

Oggi alle 17.00 il via di gara 1, che promette tanto spettacolo: diretta televisiva su Sky Sport Action (206 di Sky) e live streaming in HD su www.carreracupitalia.it.

I tempi delle qualifiche

POS. Pilota Team Tempo/distacco
01. Leonardo Caglioni Ombra Racing 1’33”786
02. Gianmarco Quaresmini Tsunami RT +0"069
03. Aldo Festante Ombra Racing +0"204
04. Alberto Cerqui Q8 Hi Perform +0"248
05. Alessandro Giardelli Dinamic Motorsport +0"261
06. Marzio Moretti Bonaldi Motorsport +0"285
07. Enrico Fulgenzi EF Racing +0"344
08. Leonardo Moncini Ghinzani Arco Motorsport +0"426
09. Daniele Cazzaniga Ghinzani Arco Motorsport +0"485
10. Giammarco Levorato Tsunami RT +0"573
11. Benedetto Strignano AB Racing +1"035
12. Marco Cassarà Raptor Engineering +2"269
       
13. Dziugas Tovilavicius Ombra Racing 1'35”067 in PQ1
14. Risto Vukov GDL Racing 1’35”082
15. Stefano Gattuso Ombra Racing 1’35”105
16. Simone Iaquinta Dinamic Motorsport 1’35”106
17. Federico Malvestiti Ghinzani Arco Motorsport 1’35”242
18. Giorgio Amati Dinamic Motorsport 1’35”339
19. Alex De Giacomi Tsunami RT 1’35”484
20. Piero Randazzo AB Racing 1’35”916
21. Francesco Maria Fenici AB Racing 1’36”207
22. Gabriel Rindone EF Racing 1’36”218
23. Gianluigi Piccioli Ebimotors 1’36”228
24. Gianluca Giorgi Ebimotors 1’36”255
25. Diego Locanto Krypton Motorsport 1’36”461
26. Paolo Venerosi Ebimotors 1’36”683
27. Marco Galassi Team Malucelli 1’36”961
28. Max Donzelli Team Malucelli 1’37”481
29. Luigi Peroni Ebimotors 1’38”299
30. Max Montagnese Team Malucelli 1’38”510
31. Davide Scannicchio ZRS Motorsport 1’39”283
32. Marco Parisini Team Malucelli 1’41”517
condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Vallelunga: chi giocherà le gomme-jolly?

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Vallelunga: chi giocherà le gomme-jolly?

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Caglioni e l'occasione da prendere

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Caglioni e l'occasione da prendere
Carica commenti