Michelin, Taramasso: "A Misano portiamo una nuova gomma extra soft posteriore da bagnato"

condivisioni
commenti
Michelin, Taramasso:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
06 set 2018, 06:48

Lo scorso anno i piloti si erano lamentati dello scarso grip offerto dalla pista in condizioni di bagnato, quindi l'azienda francese è corsa ai ripari con questa nuova soluzione. Per l'asciutto invece c'è una soft posteriore leggermente più morbida rispetto al 2017.

Pneumatico da bagnato
Moto coperte dalla pioggia
Piero Taramasso, Manager Two-Wheel Michelin Motorsport
Camion Michelin
Gomme Michelin
Michelin tyre
Piero Taramasso, Manager Two-Wheel Michelin Motorsport
Michelin tyres
Michelin rain tyres
L'omino Michelin
Piero Taramasso, Manager Two-Wheel Michelin Motorsport

Dopo la gara cancellata per maltempo a Silverstone, la MotoGP si appresta a riaccendere i motori a Misano, per il 13esimo appuntamento stagionale, il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Le previsioni parlano di rischio pioggia anche in Romagna, ma la Michelin si farà trovare pronta, perché introdurrà proprio sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli una nuova mescola rain extra soft al posteriore, come ha spiegato a Motorsport.com il responsabile moto Piero Taramasso, nell'ormai consueto appuntamento pre-gara. Per l'asciutto invece ci saranno delle mescole in linea con quelle portate nella passata stagione, solamente la soft posteriore sarà leggermente più morbida.

Che tipo di scelte avete fatto per il weekend di Misano? Avete introdotto delle novità?
"Non abbiamo fatto scelte troppo diverse rispetto all'anno scorso, perché il centraggio delle mescole è molto simile sia all'anteriore che al posteriore. Nel 2016 avevamo già avuto delle ottime prestazioni, mentre nel 2017 le slick si erano comportate bene sia il venerdì che il sabato, ma poi la domenica si è messo a piovere improvvisamente. Il warm-up e la corsa sono stati sul bagnato e tutti i piloti avevano scelto la gomma rain soft sia all'anteriore che al posteriore. Le performance non erano male, ma i piloti ci hanno detto che secondo loro il grip non era eccezionale, anche perché la pista non ne offre molto in quelle condizioni. La novità per questo fine settimana quindi è che porteremo una nuova gomma soft posteriore da bagnato, che quest'anno non abbiamo ancora provato su nessuna pista. Si tratta di una extra soft posteriore nuova".

Questa gomma potrebbe essere molto utile, perché le previsioni meteo dicono che potrebbe piovere in questo weekend...
Le previsioni sono ancora molto variabili in questo momento, c'è chi dice un solo giorno di pioggia, chi due e chi addirittura tre. E' probabile però che troveremo almeno un giorno di pioggia sull'intero weekend, quindi avremo la possibilità di verificare il funzionamento di questa nuova mescola extra soft, da utilizzare a Misano ed eventualmente anche ad Assen, perché anche in Olanda sappiamo che quando piove c'è poco grip.

Nel mese di agosto diverse squadre hanno fatto dei test a Misano: le slick che avete scelto per questo fine settimana sono le stesse?
"Esatto, sono le stesse gomme che abbiamo proposto ai test ed hanno funzionato bene. In quei giorni hanno girato diverse squadre ed erano tutti contenti, quindi abbiamo deciso di non cambiare niente. Tra l'altro i tempi che sono stati realizzati sono velocissimi, molto vicini al record della pista. Questo vuol dire che le gomme lavorano bene e quindi siamo sereni".

Dopo Silverstone ci sono stati degli altri test anche ad Aragon. Pure lì siete andati in quella direzione?
"Anche lì abbiamo portato le gomme che porteremo nel weekend di gara. Noi abbiamo un impegno con i team e con la Dorna per fare in modo di portare nei test che si svolgono subito dopo o subito prima di un GP le stesse gomme del weekend di gara, in maniera che siano adatte al circuito. Pure ad Aragon i tempi sono stati buoni, soprattutto nella seconda giornata, quindi siamo fiduciosi".

Quest'anno il vostro obiettivo è battere i record delle piste: pensi che ci riuscirete anche a Misano con lo stesso centraggio di mescole?
"Abbiamo cambiato solamente un pochino la soft posteriore, perché i piloti ci hanno detto che ci metteva un giro per arrivare al grip ottimale. Abbiamo fatto una piccola modifica sulla mescola, che dovrebbe avere un grip istantaneo. In questo modo siamo convinti di poter migliorare i tempi".

La MotoGP è reduce dalla cancellazione della gara di Silverstone causa maltempo, dopo aver anche bocciato la proposta di correre lunedì. Qual è la posizione della Michelin su questa vicenda?
"La nostra posizione era di disputare la gara lunedì. Quando c'è stato proposto, noi eravamo disponibili a correre lunedì. Noi volevamo rimandare subito la gara domenica, non c'era nessuna ragione di stare lì ad aspettare tutte quelle ore, perché le previsioni meteorologiche dicevano che sarebbe stato brutto tutto il giorno, quindi era scontato che alla fine la corsa non si sarebbe potuta fare. Lunedì era una buona soluzione, perché si trattava anche di un giorno festivo in Gran Bretagna, quindi la maggior parte degli spettatori sarebbero potuti tornare per la corsa e le previsioni meteo erano buone. La nostra posizione ufficiale quindi era di rimanere a Silverstone anche lunedì per fare la gara, come era già successo diversi anni fa in Qatar, quando c'era un altro fornitore di gomme. Noi eravamo disponibili a rimanere e a fornire le gomme nel caso in cui si fosse deciso in quella direzione".

Prossimo articolo MotoGP
Vinales: "Inizio ad avere di nuovo le sensazioni che avevo sulla M1 all'inizio dell'anno scorso"

Articolo precedente

Vinales: "Inizio ad avere di nuovo le sensazioni che avevo sulla M1 all'inizio dell'anno scorso"

Prossimo Articolo

A Misano si rivede un carico Pirro: "Cercherò le velocità che avevo prima dell'incidente e proverò cose nuove"

A Misano si rivede un carico Pirro: "Cercherò le velocità che avevo prima dell'incidente e proverò cose nuove"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di San Marino
Location Misano Adriatico
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Intervista