Ai piloti non piace troppo la pausa lunga

Ai piloti non piace troppo la pausa lunga

Tra la gara di Ponte ad Egola e la prossima a Cingoli passeranno ben 4 mesi

Diversamente dalla passata stagione, il Campionato Italiano Motocross ha effettuato il suo giro di boa a maggio, per riprendere le ostilità ad inizio settembre. Una lunga pausa che rende ancora più incerto l’epilogo. Il quarto appuntamento con il Campionato Italiano Motocross non è mai stato così atteso come in questa stagione. Dopo l’ultimo appuntamento disputato a Ponte a Egola, lo scorso maggio, sono passati 2 mesi ed altri 2 ne passeranno prima di rivedere in pista i beniamini di questo torneo che si daranno battaglia sul Tittoni di Cingoli, nelle Marche, a settembre. Tanto per fare mente locale sull’evento scorso, ricordiamo che il mattatore della MX1 è stato Cristian Beggi (TM-AES/CLX Racing Team) che ha vinto con fermezza le due manche in programma avvicinandosi così pericolosamente al capo classifica, nonché campione in carica, Felice Compagnone (Honda-Pardi Racing). Il vincitore della MX2, al Santa Barbara, era stato Andrea Cervellin (Husqvarna-Cross 2R) che forse non sarà presente all’appuntamento marchigiano in quanto concomitante con l’ultima prova del torneo continentale dove il vicentino, al momento, sta dominando. Ciò farebbe il gioco di Gianluca Martini (Honda-A Team), attuale leader della classifica Elite che con un buon risultato distanzierebbe il rivale inseguitore. Felice Compagnone (MX1-Elite):Così proprio non mi piace questo Italiano! Quattro mesi di stop sono troppi. Per uno come me che ha deciso di fare solo questo campionato, fermarsi a maggio e riprendere a settembre non va bene. Gli impegni o i costi non mi permettono di fare altro. Gli Elite non possono fare il Trofeo Italia e pensa che ho cambiato addirittura motoclub per fare qualche gara in Veneto prima della ripresa del tricolore perché sino ad ora non sono mai riuscito ad allenarmi bene. Insomma se il prossimo anno sarà uguale non farò più l’Italiano”. Andrea Cervellin (MX2-Elite):Credo che a Cingoli non sarò presente perché in concomitanza con l’ultima tappa dell’Europeo. Qui, al momento, sono al comando ed è la prima volta nella mia carriera! Dopo le ultime due prove europee, dove ho perso un po’ di punti, devo cercare di tenermi stretta la tabella rossa e solo se avrò la matematica certezza di vincerlo con una gara d’anticipo, questo Europeo, allora potrò essere presente a Cingoli. Peccato perché ci tenevo a questo Campionato Italiano”. Roberto Bianchini (FX Action):Quest’anno abbiamo una lunga pausa, dopo 3 prove ecco quattro mesi di stop dove i piloti prendono di mira altri campionati come luogo di gara. Chi partecipa all’Europeo, chi al Trofeo Italia o al Supercross, insomma è un po’ disperdere l’attenzione su questo torneo tricolore ritornato sugli allori. La ripresa del 5 settembre, a Cingoli, potrebbe essere anche deficitaria di alcuni protagonisti del campionato. E’ ovvio che chi lotta per l’Europeo non farà la prova di Cingoli ed è un peccato perché abbiamo bisogno di quei piloti e loro hanno bisogno anche di una platea italiana per emergere! Magari per il 2011 sarebbe meglio non mettere l’Italiano in concomitanza con l’Europeo. Sono consapevole che è sempre più difficile collocare le date del nostro torneo tricolore, dovremo dare più importanza ai nostri campionati, ma penso che la FMI e il sig. Barbieri, responsabile del Motocross, faranno di tutto per tenerne conto. Comunque a Cingoli mi aspetto, come sempre, una folta partecipazione”.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Motocross Italiano
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag world car