Moto2, Red Bull Ring: Martin trionfa dopo la bandiera rossa

condivisioni
commenti
Moto2, Red Bull Ring: Martin trionfa dopo la bandiera rossa
Di:

Prima vittoria in Moto2 per lo spagnolo, ma alle sue spalle c'è Marini, che si porta in testa al Mondiale approfittando delle zero di Bastianini, coinvolto nella bandiera rossa.

Ci sono volute cinque gare, ma finalmente oggi al Red Bull Ring abbiamo ritrovato il vero Jorge Martin. Dopo un avvio di stagione al di sotto delle aspettative, il pilota della KTM Ajo (ma in sella ad una Kalex) ha centrato la sua prima vittoria in Moto2 in un Gran Premio d'Austria ridotto a soli 13 giri dopo la bandiera rossa imposta dal terribile incidente di Hafizh Syahrin.

Alla prima partenza, nel corso del quarto giro, Enea Bastianini ha perso il posteriore all'uscita della curva 1, con la sua Kalex che ha continuato a strisciare pericolosamente in mezzo alla pista.

In diversi sono riusciti ad evitarla, ma non il malese, che era nella scia di Jake Dixon e non ha avuto modo di vederla. L'impatto è stato devastante ed ha spezzato entrambe le moto, lanciando in aria Syahrin, che è poi caduto rovinosamente al suolo. Fortunatamente Hafizh è sempre rimasto cosciente, anche se si parla di un sospetto di fratture al femore e al bacino, che saranno verificate in ospedale.

Una volta archiviato l'incidente con un sospiro di sollievo, la gara è ripartita accorciata e senza Bastianini, che con la sua moto distrutta non ha potuto che fare da spettatore. Ma anche un altro contendente al titolo, il giapponese Tetsuta Nagashima, è caduto quasi subito dopo la ripartenza.

Proprio come in occasione del primo start, Martin si è subito rimesso a dettare il passo, con alle sue spalle un Luca Marini che quindi aveva una grande occasione per portarsi in testa al Mondiale.

Guarda anche:

Il pilota dello Sky Racing Team VR46 ha provato per qualche giro a stare attaccato allo spagnolo, ma poi probabilmente ha pensato proprio al campionato e gli ha permesso di involarsi verso la sua prima vittoria. I 20 punti di oggi però sono pesanti per Luca, perché vogliono dire +5 su Enea nel Mondiale.

Sul gradino più basso del podio è salito un Marcel Schrotter che ha fatto una gara tendenzialmente solitaria, approfittando anche della caduta di Remy Gardner, mentre alle sue spalle è stata particolarmente infuocata la battaglia per la quarta piazza, nella quale alla fine l'ha spuntata Alex Lowes su Xavi Vierge e Marco Bezzecchi.

Quest'ultimo dopo la gara si è lamentato molto con il britannico per una carenata ricevuta all'ultimo giro. Il pilota italiano però ha pagato anche un paio di lunghi di troppo alla curva 3 commessi nelle prime fasi della corsa.

Con la caduta nelle prime fasi di Jorge Navarro, alla fine la prima delle Speed Up è stata quella di Aron Canet, nono alle spalle di Thomas Luthi ed Augusto Fernandez. Dietro allo spagnolo invece la top 10 è completata da Joe Roberts, che ha preceduto l'unico altro italiano in zona punti, ovvero Lorenzo Baldassarri.

Ne sono rimasti subito fuori Nicolò Bulega e Stefano Manzi, alla fine 16esimo e 17esimo. Poco più indietro c'è il terzetto composto da Lorenzo Dalla Porta, Simone Corsi e Fabio Di Giannantonio, che occupano le posizioni comprese tra la 19esima e la 21esima.

Guarda il Gran Premio myWorld d’Austria live su DAZN. Attiva ora

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
  Switzerland Jesko Raffin NTS 0          
1 Spain Jorge Martin Kalex 13 -       25
2 Italy Luca Marini Kalex 13 2.195       20
3 Germany Marcel Schrötter Kalex 13 4.782       16
4 United Kingdom Sam Lowes Kalex 13 7.249       13
5 Spain Xavi Vierge Kalex 13 7.325       11
6 Italy Marco Bezzecchi Kalex 13 7.771       10
7 Switzerland Thomas Lüthi Kalex 13 9.405       9
8 Spain Augusto Fernandez Kalex 13 9.598       8
9 Spain Aron Canet Speed Up 13 10.023       7
10 United States Joe Roberts Kalex 13 10.890       6
11 Italy Lorenzo Baldassarri Kalex 13 11.170       5
12 Switzerland Dominique Aegerter NTS 13 11.803       4
13 Thailand Somkiat Chantra Kalex 13 13.002       3
14 United Kingdom Jake Dixon Kalex 13 13.385       2
15 Spain Hector Garzo Kalex 13 15.865       1
16 Italy Nicolò Bulega Kalex 13 15.897        
17 Italy Stefano Manzi MV 13 15.913        
18 Spain Marcos Ramírez Kalex 13 16.222        
19 Italy Lorenzo Dalla Porta Kalex 13 18.830        
20 Italy Simone Corsi MV 13 22.614        
21 Italy Fabio Di Giannantonio Speed Up 13 25.079        
22 Netherlands Bo Bendsneyder NTS 13 29.300        
23 Malaysia Kasma Daniel Kasmayudin Kalex 13 36.648        
  Australia Remy Gardner Kalex 4          
  Japan Tetsuta Nagashima Kalex 3          
  Spain Jorge Navarro Speed Up 0          
  Italy Enea Bastianini Kalex 0          
  Malaysia Hafizh Syahrin Speed Up 0          
  Spain Edgar Pons Kalex 0          
  Indonesia Andi Gilang Kalex 0          
Paura per Syahrin: bandiera rossa in Moto2

Articolo precedente

Paura per Syahrin: bandiera rossa in Moto2

Prossimo Articolo

Marini secondo e contento: è il nuovo leader in Moto2

Marini secondo e contento: è il nuovo leader in Moto2
Carica commenti