Daytona, 18a Ora: ruggito Ferrari in GTD, DPi ai ferri corti

Mentre davanti rimane ancora tutto incerto nel braccio di ferro tra Acura e Cadillac, in LMP2 rientra in corsa la Dallara-Cetilar, con le Ferrari che si fanno vedere in GTLM e GTD dietro a Corvette e Mercedes. Riley passeggia in LMP3.

Daytona, 18a Ora: ruggito Ferrari in GTD, DPi ai ferri corti

Scoccata la 18a ora delle 24 previste a Daytona, il primo round dell'IMSA 2021 è tutt'altro che concluso e molto altro può verificarsi in questo "quarto" finale.

Un altro Full Course Yellow per un testacoda con protagonista la Oreca #52 di PR1 Mathiasen Motorsports (Ben Keating/Mikkel Jensen/Nicolas Lapierre/Scott Huffaker) ha nuovamente raggruppato tutti e le DPi se le sono continuate a dare di santa ragione per prendere la testa.

Con questa grinta, Kamui Kobayashi ha provato l'attacco al primato di Renger Van Der Zande alla curva 1 all'inizio della 16a ora, ma il giapponese è stato chiuso dall'olandese e la Cadillac #48 è finita in testacoda perdendo parecchio.

Al comando è tornato il team Wayne Taylor Racing con la Acura ARX-05 #10 di Filipe Albuquerque/Ricky Taylor/Helio Castroneves/Alexander Rossi per una manciata di secondi sulla Cadillac #01 della Chip Ganassi Racing (Kevin Magnussen/Scott Dixon/Renger Van Der Zande), raggiunta dalla Cadillac #31 griffata Action Express Racing (Pipo Derani/Felipe Nasr/Chase Elliot/Mike Conway).

Dopo una pressione di qualche giro, la Acura #60 di Meyer Shank Racing con sopra Olivier Pla/AJ Allmendinger/Juan Pablo Montoya/Dane Cameron si è leggermente staccata dalle due DPi V.R che la precedono, ma rimanendo assolutamente in lotta per la vittoria.

L'errore di Kobayashi ha fatto perdere contatto alla DPi V.R #48 della Ally Racing/AXR che il giapponese condivide con Simon Pagenaud/Jimmie Johnson/Mike Rockenfeller, attualmente quinta con 35" da rimontare se vogliono aspirare al successo.

La Mazda RT24-P #55 di Jonathan Bomarito/Oliver Jarvis/Harry Tincknell (Multimatic Motorsports) continua a viaggiare al sesto posto con 2 giri di ritardo dai rivali.

Tagliata fuori da ogni possibilità di vittoria, la Cadillac #5 della Mustang Sampling Racing/JDC-Miller MotorSports affidata a Tristan Vautier/Loïc Duval/Jonathan Bomarito ha pure scontato uno Stop&Go di 10" per una infrazione commessa ai box.

In Classe LMP2 la notizia è il rientro in corsa della Dallara P217 che i meccanici di Cetilar Racing/AF Corse hanno risistemato dopo i problemi al cambio accusati sul finire della 15a ora.

Giorgio Sernagiotto/Roberto Lacorte/Antonio Fuoco/Andrea Belicchi possono così riprendere la contesa con la #47 con l'obiettivo di arrivare alla fine, dato che sono crollati in fondo al gruppo per i quasi 100' di sosta ai box.

Il primato della categoria è sempre per la Oreca 07-Gibson #8 di Timothè Buret/John Farano/Matthieu Vaxivière/Gabriel Aubry (Tower Motorsport), ma la Oreca #18 della Era Motorsport (Ryan Dalziel/Kyle Tilley/Paul-Loup Chatin/Dwight Merriman) si è riavvicinata sfruttando le neutralizzazioni e ora è a 10". Il podio viene completato a debita distanza dalla Oreca #82 di Eric Lux/Fabian Schiller/Devlin DeFrancesco/Christopher Mies (Dragon Speed USA).

Restano più lontani Sven Müller/Salih Yoluç/Cody Ware/Austin Dillon armati della Ligier #51 di RWR Eurasia, così come quelli della Oreca #11 di WIN Autosport (Steven Thomas/Tristan Nunez/Thomas Merril/Matt Bell). Stop&Go di 60" comminato invece alla già citata Oreca #52 di PR1 per non aver rispettato il semaforo ai box, attualmente sesta in Classe.

Leggi anche:

Tutto invariato invece in Classe LMP3: la Ligier JS P320 #74 di Riley Motorsports (Gar Robinson/Oliver Askew/Spencer Pigot/Scott Andrews) prosegue la cavalcata solitaria con 4 giri sulla #33 della Sean Creech Motorsport (Lance Willsey/Wayne Boyd/João Barbosa/Yann Clairay) e 6 giri nei confronti della Duqueine M30-D08 #6 di Moritz Kranz/Laurents Hörr/Kenton Koch/Stevan McAleer (Mühlner Motorsports America), punita con un Drive Through per un sorpasso effettuato in regime di bandiere gialle.

Lontane le Ligier #91 della Riley Motorsports (Jim Cox/Jeroen Bleekemolen/Auston McCusker/Dylan Murry) e #54 della Core Autosport (Jonathan Bennet/George Kurtz/Matt McMurry/Colin Braun).

Rientrata in azione la Ligier #38 di Mateo Llarena/Cameron Cassels/Ayrton Ori/Rasmus Lindh (Performance Tech Motorsports), fuori definitivamente la Duqueine M30-D08 #7 di Ryan Norman/Trenton Estep/Mark Kvamme/Gabby Chaves (Forty7 Motorsports) dopo aver preso un altro Drive Through per non aver rallentato con i commissari in pista che pulivano i detriti dell'incidente durante la 15a ora.

Fra l'altro va segnalato che tutte le LMP3 sono dietro alle GTE della GTLM. I problemi di traffico si stanno manifestando più volte, come spiega Van Der Zande al termine del suo stint.

"Stanno succedendo cose pazzesche, davvero! - commenta il pilota olandese alla NBCSN - A volte le LMP3 sono in mezzo e ciò significa che per passarle devi mettere due ruote sull'erba! E' sicuramente tutto più entusiasmante, ma secondo me c'è anche qualcuno che è mezzo addormentato mentre guida!"

In GTLM le Corvette C8.R continuano a braccetto con la #4 di Tommy Milner/Nick Tandy/Alexander Sims seguita a ruota dalla #3 di Antonio García/Jordan Taylor/Nicky Catsburg.

Le Chevrolet hanno avuto un momento di brividi all'inizio della 16a ora, quando la BMW #25 di Bruno Spengler/Philipp Eng/Connor DePhillippi/Timo Glock (Team RLL) è passata in testa.

La M8 ha condotto per un po', poi è tornata quinta, sopravanzata non solo dalla "gemella" #24 di Tracy Krohn/John Edwards/Augusto Farfus/Marco Wittmann, ma anche dalla Ferrari 488 #62 di Risi Competizione (Alessandro Pier Guidi/James Calado/Jules Gounon/Davide Rigon) che finalmente è tornata in lizza per il podio.

Resta fuori da questa battaglia la Porsche 911 RSR-19 #79 della WeatherTech Racing/Proton Competition (Kévin Estre/Cooper MacNeil/Richard Lietz/Gimmi Bruni), comunque sesta in Classe.

Grande divertimento ed emozioni le stanno regalando le GT3 della categoria GT Daytona, segnalando un incidente avvenuto alla 16a ora tra la Porsche #64 del Team TGM (Hugh Plumb/Matt Plumb/Ted Giovanis/Owen Trinckler) e la Aston Martin #97 di Charlie Eastwood/Maxwell Root/Ben Keating/Richard Westbrook (TF Sport) alla "Bus Stop". La 911 è stata punita con un Drive Through per il contatto che ha rovinato sicuramente la gara della Vantage, in quel momento a combattere per la Top5 e ora scesa nona.

Per il primato è braccio di ferro serratissimo tra la Mercedes #57 di Maro Engel/Russel Ward/Philipp Ellis/Indy Dontje (Winward Racing) e l'aggressiva Ferrari #21 di Daniel Serra/Matteo Cressoni/Simon Mann/Nicklas Nielsen (AF Corse).

Un sorpassone di Serra all'esterno di Engel mentre il tedesco effettuava il doppiaggio della Porsche #88 ha dato la leadership alla "Rossa" proprio sul finire dell'ora.

Terza ad una manciata di secondi dai primi due abbiamo sempre la Mercedes #75 griffata Sun Energy 1 nelle mani di Mikaël Grenier/Kenny Habul/Raffaele Marciello/Luca Stolz, che ora deve fare attenzione alla Porsche #16 di Wright Motorsports (Trent Hindman/Jan Heylen/Patrick Long/Klaus Bachler).

La 911 è inseguita da vicino dalla Lamborghini #1 della Paul Miller Racing (Corey Lewis/Madison Snow/Andrea Caldarelli/Bryan Sellers), che si è messa alle spalle la Porsche #9 di Pfaff Motorsport (Zach Robichon/Lars Kern/Laurens Vanthoor/Matt Campbell).

Settima c'è la Aston Martin #23 preparata dalla Heart Of Racing (Darren Turner/Ian James/Ross Gunn/Roman De Angelis) accusando un giro di ritardo dalla vetta, così come la BMW M6 #96 della Turner Motorsport (Bill Auberlen/Robby Foley/Colton Herta/Aidan Read) che è ottava.

Drive Through inflitto alla Porsche #88 del Team Hardpoint EBM per aver rifornito con la 911 ancora sui martinetti. Attualmente Rob Ferriol/Earl Bamber/Christina Nielsen/Katherine Legge occupano la 13a piazza.

Intanto il sole è sorto per poco, coperto ora da nuvolini piuttosto preoccupanti per il prosieguo delle azioni...

IMSA - 24h di Daytona: Classifica 18a ora

condivisioni
commenti
Daytona, 15a Ora: 5 DPi in fila, Corvette a braccetto in GTLM
Articolo precedente

Daytona, 15a Ora: 5 DPi in fila, Corvette a braccetto in GTLM

Prossimo Articolo

Daytona, 21a Ora: resa dei conti tra Acura e Cadillac

Daytona, 21a Ora: resa dei conti tra Acura e Cadillac
Carica commenti